10 Mar 2015

Amare senza barriere. L’assistenza sessuale in Italia

Scritto da: Redazione

Assistenza sessuale per le persone disabili, ovvero un servizio di supporto, educazione e accompagnamento alla sessualità affinché tutti possano vivere […]

Assistenza sessuale per le persone disabili, ovvero un servizio di supporto, educazione e accompagnamento alla sessualità affinché tutti possano vivere l’amore senza barriere. In molte nazioni (come la Svizzera o l’Austalia) esiste già e anche in Italia potrebbe diventare realtà nei prossimi mesi.

 

lovegiver

 

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Nato nel 2013, il Comitato Lovegiver riunisce psicologi, disabili, sessuologi e attivisti che si sono unite in un gruppo a favore della creazione della figura dell’assistente sessuale. Obiettivo del comitato è quello di rendere riconosciuta la figura dell’assistente sessuale, una persona esperta e formata che possa sostenere e aiutare chi, a causa di disabilità fisiche o mentali, abbia necessità di un accompagnamento nel proprio percorso sessuale.

 

“Nel corso della mia carriera mi sono accorto che uno psicologo spesso non è sufficiente ad affrontare i problemi di un paziente”, ha spiegato Fabrizio Quattrini, sessuologo del Consiglio direttivo di Lovegiver. “E’ necessaria una figura ulteriore che aiuti anche in modo pratico la persona a conoscere il proprio corpo e quello altrui”.

 

A settembre del 2014 Lovegiver ha realizzato una selezione per aspiranti assistenti sessuali e oggi oltre trenta persone sono in attesa di essere formate. “Abbiamo chiesto alle regioni di voler supportare la nostra sperimentazione e forse la Toscana approverà il nostro progetto. In ogni caso il corso partirà, con o senza l’avallo regionale” conclude Quattrini.

 

Per saperne di più:

 

Il sito del network Amisnet: amisnet.org
L’archivio delle puntate di Terranave: www.italiachecambia.org/categoria/terranave/

 

 

Vuoi cambiare la situazione
della disabilità in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Francesco Cannadoro: “Racconto il drago del mio Tommi per far comprendere davvero la disabilità”
Francesco Cannadoro: “Racconto il drago del mio Tommi per far comprendere davvero la disabilità”

Radio 32, l’ascolto come atto rivoluzionario di inclusione e affermazione del mondo della disabilità
Radio 32, l’ascolto come atto rivoluzionario di inclusione e affermazione del mondo della disabilità

ExpressCare, la piattaforma che aiuta le persone non autosufficienti e ribalta il paradigma del familismo
ExpressCare, la piattaforma che aiuta le persone non autosufficienti e ribalta il paradigma del familismo

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi