10 Mar 2015

Amare senza barriere. L’assistenza sessuale in Italia

Scritto da: Redazione

Assistenza sessuale per le persone disabili, ovvero un servizio di supporto, educazione e accompagnamento alla sessualità affinché tutti possano vivere […]

Assistenza sessuale per le persone disabili, ovvero un servizio di supporto, educazione e accompagnamento alla sessualità affinché tutti possano vivere l’amore senza barriere. In molte nazioni (come la Svizzera o l’Austalia) esiste già e anche in Italia potrebbe diventare realtà nei prossimi mesi.

 

lovegiver

 

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Nato nel 2013, il Comitato Lovegiver riunisce psicologi, disabili, sessuologi e attivisti che si sono unite in un gruppo a favore della creazione della figura dell’assistente sessuale. Obiettivo del comitato è quello di rendere riconosciuta la figura dell’assistente sessuale, una persona esperta e formata che possa sostenere e aiutare chi, a causa di disabilità fisiche o mentali, abbia necessità di un accompagnamento nel proprio percorso sessuale.

 

“Nel corso della mia carriera mi sono accorto che uno psicologo spesso non è sufficiente ad affrontare i problemi di un paziente”, ha spiegato Fabrizio Quattrini, sessuologo del Consiglio direttivo di Lovegiver. “E’ necessaria una figura ulteriore che aiuti anche in modo pratico la persona a conoscere il proprio corpo e quello altrui”.

 

A settembre del 2014 Lovegiver ha realizzato una selezione per aspiranti assistenti sessuali e oggi oltre trenta persone sono in attesa di essere formate. “Abbiamo chiesto alle regioni di voler supportare la nostra sperimentazione e forse la Toscana approverà il nostro progetto. In ogni caso il corso partirà, con o senza l’avallo regionale” conclude Quattrini.

 

Per saperne di più:

 

Il sito del network Amisnet: amisnet.org
L’archivio delle puntate di Terranave: www.italiachecambia.org/categoria/terranave/

 

 

Vuoi cambiare la situazione
della disabilità in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
I volontari combattono il virus portando divertimento ai giovani con disabilità
I volontari combattono il virus portando divertimento ai giovani con disabilità

Vicini nella Distanza: un aiuto per ciechi e ipovedenti durante la pandemia
Vicini nella Distanza: un aiuto per ciechi e ipovedenti durante la pandemia

Agricoltura sociale: “I giovani con autismo trovano lavoro e crescita”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Condannati ad estinguerci (ma è davvero così?) – #424

|

Al via le proteste di Extinction Rebellion Italia per chiedere giustizia climatica

|

A testa alta: “Vaccini e green-pass qual è la verità?” Un appello al mondo della scuola

|

#59 – Sant’Anna di Valdieri: il borgo recuperato dalle donne che credono nella montagna

|

Viviamo il capodanno 2022 in stile comunitario, progettando un ecovillaggio?

|

Alberi autoctoni da ripiantare dopo le feste per un Natale sostenibile

|

La terra dei Piripkura incontattati invasa e distrutta per la produzione di carne

|

L’abete rosso sacrificato per il Natale del Vaticano sta morendo ma “parla” ancora