Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
24 Mar 2015

VieWWOOF: nuovi percorsi per prendersi cura del territorio

Scritto da: Redazione

Mappare i percorsi tra una fattoria e l’altra d’Italia. È questo l’obiettivo del progetto “VieWWOOF” nato circa un anno fa […]

Mappare i percorsi tra una fattoria e l’altra d’Italia. È questo l’obiettivo del progetto “VieWWOOF” nato circa un anno fa dall’incontro tra Marco, inventore di Ammappalitalia, e Niccolò, socio del Wwoof Italia .

 

Vuoi cambiare la situazione
della mobilità in italia?

ATTIVATI

 

capo-pecora-scivu_201408131255_photo_33-800x600

 

WWOOF è un movimento mondiale che mette in relazione volontari e progetti rurali naturali promuovendo esperienze educative e culturali basate su uno scambio di fiducia senza scopo di lucro, per contribuire a costruire una comunità globale sostenibile. Ammappalitalia è un portale online in cui è possibile segnalare percorsi e sentieri percorribili a piedi, che uniscano un luogo ad un altro.

 

 

Marco e Niccolò hanno quindi ragionato su come unire queste due realtà, in modo da rendere utile la registrazione e la mappatura della sentieristica “nascosta” anche a chi vuole spostarsi da un’azienda agricola a un’altra. È così che è nato il progetto VieWWOOF, aperto a chiunque ne sia interessato che mira a mappare i percorsi tra una fattoria e un’altra d’Italia

 

Attualmente sono stati tracciati 56 percorsi in quindici regioni italiane e il progetto ha coinvolto circa cento persone: un modo intelligente e insolito per prendersi cura del territorio. Le VieWWOOF si possono percorrere a piedi, in bicicletta, con animali, anche in connessione con il sistema di trasporto pubblico. Il progetto VieWWOOF vuole così incentivare forme di mobilità, di economia, di socialità e di lavoro che favoriscono la conoscenza e la cura del territorio.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

L’Ilva dei Riva a processo per distruzione ambientale – Io Non Mi Rassegno #319

|

Solidarietà allo spazio sociale romano Ex Lavanderia

|

All’Università di Torino si insegnano benessere e felicità agli studenti

|

Eticar, la polizza auto si fa etica

|

A Padova la rigenerazione urbana passa dal digitale

|

Segui i nostri aggiornamenti quotidiani dal camper di Italia Che Cambia!

|

“Abbiamo comprato una casa e la destineremo a dei rifugiati”

|

L’ENPA contro le Province Autonome: “Basta abbattere i lupi”