22 Mag 2015

La Marcia del sole alla Croce del Pratomagno

Scritto da: Daniela Bartolini

A piedi dalla città alla montagna per celebrare il Sole nel giorno del solstizio d'estate. Da Firenze ed Arezzo al Pratomagno.

Salva nei preferiti

Due “fiumi” risaliranno il 20 giugno il Pratomagno, provenienti da Firenze e da Arezzo, per ricongiungersi sulla vetta di questa splendida montagna.
Solstizio2015 , prima edizione del progetto La Marcia del Sole, ci farà ritornare viandanti, attraversare città e boschi ricchi di spiritualità per ritrovare il silenzio, la connessione con la natura, la bellezza, per attendere nella notte più corta dell’anno, l’arrivo del sole.
Lo scrittore e documentarista Folco Terzani, il direttore artistico di Arezzo Wave Mauro Valenti, il consigliere regionale Enzo Brogi, la designer Barbara Guarducci e lo storico dell’arte Lorenzo Cipriani, sono gli organizzatori e promotori di questa esperienza suggestiva.
Due partenze, due percorsi diversi, da Firenze (18 giugno) insieme a Folco Terzani lungo il percorso della Via Ghibellina, antica strada che collega Firenze al Santuario de La Verna, da Castiglion Fibocchi (19 giugno) con Mauro Valenti tra musica ed incontri.
Ai due fiumi principali si uniranno due affluenti, con percorsi più brevi, uno confluirà dallo splendido borgo di Raggiolo, l’altro da Loro Ciuffenna con trasferimento tramite navette a Monte Lori per poi proseguire a piedi. E nel pomeriggio del 20 giugno tutti i camminatori si ritroveranno a 1600m alla Croce del Pratomagno per festeggiare insieme ed immergersi poi nel silenzio della notte in attesa del sun-day, il giorno del Sole.

LA MARCIA DA FIRENZE
Si parte giovedì 18 giugno da piazza della Signoria: incontro 8.30, partenza 9.30. Prima tappa: Firenze – Rignano sull’Arno. Lungo la via il percorso toccherà luoghi di antica spiritualità: la chiesa vallombrosiana di San Bartolomeo nella Badia a Ripoli, la pieve di san Pietro a Ripoli, i ruderi del “monasteraccio”, la pieve di San Leolino a Rignano. La sosta notturna sarà su un prato attorno a un fuoco, all’aria aperta.

Il secondo giorno, 19 giugno, il cammino continuerà lungo le colline del Valdarno fino alla pieve di Pitiana e poi su fino all’Abbazia di Vallombrosa, dove i viandanti saranno accolti dai vespri dei monaci. In questo caso la sosta notturna è prevista sui terrazzamenti esterni all’abbazia, a margine del bosco.

Il terzo giorno, 20 giugno, la marcia percorrerà il sentiero che attraversa la foresta di abeti e di faggi fino al crinale, raggiungendo nel pomeriggio la Croce del Pratomagno (1600m).

LA MARCIA ROCK DI AREZZO
Il percorso parte venerdì 19 giugno alle ore 8.00, ritrovo a Castiglion Fibocchi, al Campo Sportivo, concerti e colazione fino alle ore 9.00, orario di partenza della camminata.
Prima tappa ore 12.30 ad un punto di ristoro a la Crocina, riposo e musica per ricaricarsi.
Ore 13.30 partenza verso la tappa successiva, l’ultima di questa giornata con arrivo previsto verso le ore 17.00/17.30 al campeggio Fonte allo Squarto. Un luogo da fiaba a 1.100 mt sopra l’Anciolina e sotto Monte Lori, anch’esso nel comune di Talla. Qui ci sarà la prima festa, oltre che lo stage di Arezzo Wave, con gruppi di livello. Grazie ai ragazzi del Beta Bar di Terranuova, piatti semplici e a costo contenuto saranno pronti tutto il giorno per i camminatori.

Secondo giorno, 20 giugno ore 7.30 /8.30 colazione e risveglio muscolare/musicale: yoga Tai Chi e concerti. Partenza ore 9.00. Ore 10.00 arrivo a Badia Santa Trinita, luogo mistico dove nei primi anni 1000 esisteva una chiesa benedettina in cui insegnò Guido Monaco, inventore della scala musicale. Qui ad accogliere i camminatori una divulgazione/lezione su luoghi incontrati e sulla loro storia e musica corale polifonica. Di nuovo in marcia alle ore 10.45/11.00 verso la Croce del Pratomagno, dopo una tappa ristoro a una casina rifugio alle ore 13.30, prima di raggiungere la meta intorno alle ore 16.00.

Sempre sabato, 20 giugno, ci saranno altri due punti di partenza dal settore aretino: uno da Raggiolo dove gli amici della Brigata di Raggiolo si renderanno disponibili a guidare dalle ore 9.00 alle 11.00 chi volesse fare una gita alla scoperta dello splendido borgo antico, per poi alle ore 11.00 incamminarsi verso la Croce del Pratomagno, con arrivo sempre alle ore 16.00.
Altra partenza è da Loro Ciuffenna alle ore 9.30/10.00 Dopo lo spettacolo, o con propri mezzi o con navette comunali, ci si potrà recare a Monte Lori, a 1200mt, dove ci sarà la partenza alle ore 12.00 e quindi un percorso in quota fino al Pratomagno, per poi ricongiungersi con gli altri viandanti al traguardo alle ore 16.00.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Liquida, il festival che trasforma Codrongianos nel polo vivace della letteratura giornalistica
Liquida, il festival che trasforma Codrongianos nel polo vivace della letteratura giornalistica

Rinaldo Pinna e i suoi Sonheros: quando la musica di strada diventa collante sociale
Rinaldo Pinna e i suoi Sonheros: quando la musica di strada diventa collante sociale

SiciliAmbiente Film Festival, a San Vito Lo Capo il festival che coniuga ambiente e diritti umani
SiciliAmbiente Film Festival, a San Vito Lo Capo il festival che coniuga ambiente e diritti umani

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Dalle crepe nel modello standard alla teoria delle stringhe. La scienza è in crisi? – #967

|

Kalabria Eco Fest ed Economia del Bene Comune: fare impresa etica in Calabria è possibile?

|

Inaugurata la bibliocabina con cassetta delle lettere, tra cultura e introspezione

|

Il video racconto da Selargius, tra chi ha lasciato tutto per presidiare e chi fra gli ulivi ha trovato comunità

|

PFAS e i cantieri TAV: tutte le acque contaminate, dal Veneto alla Val di Susa

|

Change!, la mostra che parla di Po, siccità e crisi climatica

|

Il volontariato che fa scoprire il mondo: la storia di Emily, giovane wwoofer

|

Open Accessible Cooking, il progetto di Elena e Andrea per una cucina accessibile

string(9) "casentino"