21 Mag 2015

Spirito e Natura: il popolo nativo Sami a Camaldoli

Scritto da: Daniela Bartolini

Domenica 17 maggio al Monastero di Camaldoli presentazione del film "LAPONIA-Nature and Natives" di Andrea Barghi ed incontro con i rappresentanti del popolo nativo Sami.

I Sami sono un popolo, un popolo nativo antico, la loro patria, chiamata Sápmi nella loro lingua d’origine, si estende tra Norvegia, Svezia, Finlandia e Russia, comprendendo anche la Lapponia.
Ma i Sami non sono, non si sentono “lapponi” come i coloni svedesi li definirono. E la Sápmi non è una nazione. Pur avendo un’organizzazione interna, questo popolo non ha mai avuto uno status politico indipendente e rimane a tutt’oggi una delle poche popolazioni indigene al mondo a mantenere usi, costumi, tradizioni, cultura e lingua diverse dalla società in cui vivono.
I Sami furono, fino agli anni ’50, allevatori di renne, pescatori e cacciatori, abitanti nomadi di una natura incontaminata fatta di neve e silenzio, tra la pianura senza alberi della tundra e vette innevate solcate da fiumi impetuosi.
Le loro case trasportabili, le kota, hanno la stessa forma di quelle degli indiani d’America, dei Siox di cui si dice siano gli antenati.
Andrea Barghi, fotografo di emozioni, è entrato in questo “mondo”, ha condiviso luoghi, vita di questo popolo e da questo incontro è scaturito un libro fotografico ed un film “Laponia – Natura e Natives” prodotto da Veronica Bernacchioni.
Un lavoro lungo tre anni per raccontare un popolo, una narrazione in cui sono le immagini, i suoni della natura e di una lingua a noi sconosciuta a parlare.
Domenica 17 maggio si incontraranno due culture in un altro luogo magico e spirituale immerso nel Parco delle foreste casentinesi. Alle ore 15,00 una processione simbolica partirà dal Monastero di Camaldoli per raggiungere il castagno Miraglia e sotto l’albero secolare ascolteremo i canti del popolo Sami ed accoglieremo i saluti di Bertil Pittsa, anziano della comunità Sami, e di Don Ugo Fossa, bibliotecario di Camaldoli.
La giornata proseguirà all’interno del Monastero, nella Sala del Landino, con la proiezione del film e si concluderà con la degustazione di prodotti locali e del pane di corteccia di pino, tipico del popolo Sami.

Parteciperanno Don Ugo Fossa, bibliotecario di Camaldoli – Bertil Pittsa, anziano della comunità Sami – Per-Eric Kuoljok, cantore di Joik – Bernt Wennström, rappresentante istituzioni svedesi – Andrea Barghi, fotografo e regista – Veronica Bernacchioni, editore e produttore Varda.
L’evento, con ingresso gratuito, è organizzato da Varda, CASENTINO2000 e la Comunità Monastica di Camaldoli. Con il contributo di Aruba, La Sorgente, Miniconf e I Tre Baroni.

Articoli simili
Antropocene, così l'uomo ha sconvolto la vita sulla Terra

Librìdo, la nuova biblio-caffetteria “sopra le righe” nel centro storico di Genova
Librìdo, la nuova biblio-caffetteria “sopra le righe” nel centro storico di Genova

Appuntamenti d’Autunno al Teatro Dovizi
Appuntamenti d’Autunno al Teatro Dovizi

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Giornalista, un mestiere pericoloso – #523

|

Una chitarra e zaino in spalla: il viaggio di Mosè, giovane musicista che promuove il cammino lento

|

MigrArt, sette anni di migrazioni raccontate da un collettivo artistico

|

Quanto conta la salute? La storia di BB ce lo insegna

|

La morte di Shireen e un conflitto che sembra un labirinto senza vie d’uscita

|

Spiegare la guerra ai bambini: c’è un modo giusto per farlo?

|

Facciamo il sapone, il libro che spiega l’autoproduzione ai più piccoli

|

La storia di Mathias, il contadino che ha guidato la sua gente nella battaglia contro una multinazionale