2 Lug 2015

Wild Bus: il bus della foresta

Scritto da: Daniela Bartolini

Dal 3 luglio al 13 settembre torna il "wild bus", il servizio di bus navetta nella foresta della Lama per visitare a piedi o in bicicletta il cuore del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi.

Un bus selvaggio per entrare nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, nella Foresta de La Lama nel crinale che separa Toscana e Romagna.
Circondata da alte montagne, alberi antichissimi, torrenti che ne fanno un luogo ricco di biodiversità e con una vista inaspettata sul lago artificiale della diga di Ridracoli, La Lama è un luogo suggestivo, selvaggio, abitato da lupi e cervi ed ospita la più lunga pista forestale ciclabile d’Italia.

Venti chilometri di strada forestale, chiusa al traffico, percorribile a piedi ed in bicicletta che scende dal Cancellino fino al pianoro de La Lama.
Ogni curva ha un nome, legato a un ricordo, a un carattere della natura, alla storia del territorio. Dai Lupatti alla Siepe dell’Orso, da Pian della Saporita alla Sorgente Solforosa, una strada che viaggio nella storia e nella natura, percorso da vivere con attenzione, rispetto, sguardo aperto.
Dal 3 luglio al 13 settembre torna il Wild Bus per visitare la foresta de La Lama con partenze da Bagno di Romagna (FC) Badia Prataglia (AR) e Loc. Grigiole-Paretaio (FC).
Dal 3 Luglio al 2 Agosto tutti i venerdì pomeriggio e dal 5 agosto al 13 settembre il mercoledì e venerdì pomeriggio e l’intera giornata di domenica , accompagnati da una guida, sarà possibile visitare La Lama con attività lungo il torrente omonimo, laboratori naturalistici per il riconoscimento degli alberi e degli animali della foresta ed escursioni fino ai margini della Riserva di Sasso Fratino, una riserva integrale, chiusa all’uomo e al suo intervento, la prima riserva naturale integrale d’Italia, dove si può osservare una natura intatta.
Tutte le domeniche dal 3 luglio al 2 agosto l’intera giornata sarà dedicata alla scoperta della foresta con escursione fino alla Diga di Ridracoli e attraversata dell’invaso a bordo del battello elettrico.
Per chi raggiunge la Lama in bicicletta lungo la pista forestale sarà possibile usufruire per il ritorno del servizio di bus navetta dotato di carrello per il trasporto delle biciclette.

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Articoli simili
Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia
Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

Il Treno dei Bimbi: il villaggio dove le carrozze dismesse riprendono vita e creano ospitalità
Il Treno dei Bimbi: il villaggio dove le carrozze dismesse riprendono vita e creano ospitalità

Sororitè Bike Ride: 2000 chilometri in bicicletta per osare, rischiare e sensibilizzare
Sororitè Bike Ride: 2000 chilometri in bicicletta per osare, rischiare e sensibilizzare

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi