28 Ago 2015

A Bolsena la seconda edizione del Festival di Permacultura

Scritto da: Annalisa Jannone

L’Italia che Cambia partecipa alla seconda edizione del Festival di Permacultura che si terrà dal 3 al 6 settembre a […]

L’Italia che Cambia partecipa alla seconda edizione del Festival di Permacultura che si terrà dal 3 al 6 settembre a Bolsena (VT).

 

Un’occasione di confronto tra le diverse esperienze in permacultura ma anche un incontro tra individui in un percorso comune. Incontrarsi per aiutarsi a concretizzare un sistema di vita il più possibile gioioso, ecologico e solidale. 4 giorni in cui ci si scambiano saperi e sogni, esperienze concrete e visioni d’insieme consapevoli che un radicale cambiamento di rotta è necessario e urgente.

 

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

10646659_10204081379828883_6356714415023585809_n

Sembra già che al suo secondo anno di vita questo festival sia un appuntamento importante, complice la location, la città di Bolsena con il suo valore geografico, storico e culturale, sito focale della luminosa civiltà etrusca.

Contemporaneamente al festival l’Accademia Italiana di Permacultura fa coincidere la Plenaria, ovvero il momento in cui chi inizia un percorso di progettazione propone il proprio lavoro. Anch’essa un’occasione di dibattiti e scambio.

 

Alcuni workshop del festival sono ancora aperti, ci si può iscrivere fino ad esaurimento posti; ma i 3 giorni saranno pieni di incontri, conferenze, proiezioni, musica e un ampio spazio verrà dedicato al benessere. Infatti, come l’anno scorso, molti operatori di discipline olistiche e artistiche faranno provare gratuitamente le proprie tecniche.

 

intonaci

 

Come dicono gli sciamani e forse non solo loro noi apparteniamo alla terra e imparare la complessità della vita è una sfida eccitante.

 

Per maggiori informazioni clicca qui 

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'agricoltura in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Fabio Pinzi: cambiare vita attraverso la permacultura

Io faccio così #59 – Stefano Soldati: la permacultura applicata all’abitare

#3 – Nicola e Noemi, dalla città alla permacultura
#3 – Nicola e Noemi, dalla città alla permacultura

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Le contraddizioni della transizione ecologica nella voce degli indigeni – #418

|

Migliaia di partecipanti e un manifesto del turismo responsabile: ecco IT.A.CÀ 2021

|

Avete passato un buon Black Friday? Ecco a cosa è servita la vostra “felicità”

|

SUQ, il bazar dei popoli dove l’arte si intreccia con le culture del mondo – #10

|

Mondeggi, la fattoria senza padroni, chiama a raccolta il mondo della permacultura per riprogettarsi

|

Il diritto dei bambini all’aria pulita: le strade scolastiche come antidoto a traffico e inquinamento

|

Fuga dalla città. Una seconda vita sulle colline piacentine

|

Assamil: una delle comunità più giovani d’Italia cresce e cerca una nuova casa