3 Feb 2016

Torna il Mercatale della Vallesanta

Scritto da: Daniela Bartolini

Dopo l'esperienza dello scorso anno, arriva l'edizione 2016 del Mercatale della Vallesanta: incontri tematici, laboratori, produttori e artigiani locali, intrattenimento e tanto altro per "scoprire una valle".

Il Mercatale della Vallesanta, di cui avevamo parlato in questo precedente articolo, è stato inaugurato a giugno dello scorso anno a Corezzo grazie all’iniziativa dei produttori locali, con l’aiuto di alcuni partner:la Proloco di Corezzo,il Comune di Chiusi della Verna, l’Ecomuseo e il Biodistretto del Casentino.

Uno spazio espositivo ed un luogo di incontro per valorizzare questo territorio montano nelle sue caratteristiche paesaggistiche, storiche e culturali.

L’iniziativa ha preso il nome di “Vallesanta: una valle da scoprire” proprio per sottolineare questa valenza sociale e l’intento di decentrare gli eventi della valle casentinese, portando le persone a scoprire nuovi territori distanti dalla città, in cui si sperimentano modelli economici, sociali e culturali differenti da quelli dominanti.
L’obiettivo è di valorizzare l’ambiente naturale, i saperi e le produzioni delle comunità locali nonché le loro scelte di vita, creando occasioni di confronto e scambio tra lo stile di vita cittadino e quello delle campagne.

L’edizione 2015 ha realizzato quattro appuntamenti a giugno, agosto (in concomitanza con la Sagra del tortello alla lastra), settembre e novembre ed ha visto il coinvolgimento di numerosi produttori locali, artigiani, associazioni in momenti di incontro e festa, degustazioni, passeggiate, laboratori per bambini, dimostrazioni di antiche tradizioni.
Questo primo anno ha permesso di sperimentare ed individuare i punti di forza di questa iniziativa:
pasti preparati in loco con i prodotti biologici e a km 0 degli espositori;
passeggiate tematiche e alla scoperta di luoghi significativi per l’identità del territorio;
>mercato dei piccoli produttori locali alimentari e artigianali, biologici e naturali;
laboratori di manualità e di scoperta degli antichi saperi e mestieri;
spazi di informazione e dibattito su tematiche quali la salute, il cibo e l’ambiente;
intrattenimento teatrale o musicale dal vivo;
punto informativo per la conoscenza del territorio e delle sue iniziative.

Forte di questa esperienza, l’edizione 2016 prevede la stessa formula sperimentata lo scorso anno con l’idea di esportare il progetto con un Mercatale itinerante proponendo a Comuni interessati di altre province/regioni di accogliere il Mercatale della Vallesanta ed i suoi produttori, laboratori, intrattenimenti.In tutte le occasioni si prevede di realizzare un pasto/merenda preparato con prodotti local, passeggiate guidate, laboratori artigianali e attività di intrattenimento per bambini, un mercato artigianale e di produttori alimentari, biologici, locali ed intrattenimenti musicali, culturali.

Il programma, in via di definizione, propone per l’appuntamento di aprile il tema “Salute e Benessere”, in cui si prevede, oltre al consueto mercato di produttori e artigiani, mini conferenze, momenti esplicativi, trattamenti e vendita di prodotti per la salute. Il 12 giugno sarà dedicato ad “Api e Fiori” con passeggiata botanica e laboratori sul tema. Durante la Sagra del Tortello alla Lastra, il Mercatale si sposta nella piazza del centro storico per tre giorni, dal 12 al 14 agosto, con laboratori artigianali e attività di intrattenimento per bambini, intrattenimenti musicali, culturali, comici e degustazioni allestite da produttori e artigiani. Ad ottobre le castagne saranno al centro insieme al bramito del cervo con passeggiata notturna alla scoperta dei suoni della stagione mentre il Mercatale di dicembre sarà dedicato al Natale con laboratori di autoproduzioni natalizie.

Per informazioni: mercatalevallesanta@gmail.com

Vuoi cambiare la situazione di
cicli produttivi e rifiuti in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza