Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
30 Mag 2016

Spazio TuttoGratis: una petizione per l'apertura del 'negozio senza soldi' a Milano

Scritto da: Redazione

La Rete Ferroviaria Italiana (RFI) blocca l'inaugurazione dello Spazio TuttoGratis di Milano, che avrebbe dovuto aprire i battenti il 20 maggio presso il Passante di Porta Vittoria. Dopo la doccia fredda, i promotori del progetto hanno lanciato una petizione per l'apertura del 'negozio senza soldi' che ha riscontrato l’interesse di centinaia di milanesi.

Un negozio senza soldi, dove è possibile donare quello che non serve più e prendere ciò che si desidera. Dopo il successo di Passamano di Bolzano ed altre esperienze simili in Italia, era prevista il 20 maggio scorso a Milano l’inaugurazione dello Spazio TuttoGratis, presso il Passante di Porta Vittoria. Purtroppo però, a pochi giorni dalla data prevista per l’apertura, la Rete Ferroviaria Italiana (RFI) ha comunicato che non intende affidare lo spazio della stazione Porta Vittoria, per motivi legati alla sicurezza pubblica.

 

L’idea di un negozio dove non si paga nulla nasce dall’esperienza dell’Associazione Passamano di Bolzano

L’idea di un negozio dove non si paga nulla nasce dall’esperienza dell’Associazione Passamano di Bolzano

 

Dopo la doccia fredda, i promotori del progetto hanno lanciato una petizione  per l’apertura di questo luogo che ha riscontrato l’interesse di centinaia di milanesi. Come si legge nella petizione, gli organizzatori chiedono di:
“ – avere un incontro con RFI nel corso del quale spiegare in dettaglio il progetto e avviare un percorso condiviso che riesca a sciogliere le loro preoccupazioni;
– porci in modo autonomo nel rapporto con RFI per raccontare l’interesse pubblico di una proposta che ha riscontrato l’interesse di centinaia di milanesi, delle Istituzioni, di tutti i Media e che non può essere ‘liquidata’ con un paio di email”.

 

“Siamo convinti – scrivono gli organizzatori – che la cultura del dono e del riuso, colonne portanti del progetto, siano significative da svariati punti di vista. Oltre a dare ancora una volta prova della capacità innovativa dei cittadini milanesi, diffondendo buone pratiche e nuovi stili di vita, è anche un amplificatore della vitalità del Passante Ferroviario e di conseguenza della sensibilità etica di chi ci offrirà lo spazio per realizzarlo.

 

Lo Spazio TuttoGratis è un luogo di condivisione, scambio e socializzazione aperto a tutti, che in una fase storica di crisi e difficoltà economica e valoriale reintroduce l’importanza della condivisione dei beni, dell’inclusione sociale e della riduzione degli sprechi”.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Esplosione a Beirut: tutto quello che sappiamo – Io Non Mi Rassegno #195

|

L’ecovillaggio Torri Superiore, il cantiere del vivere sostenibile che ha fatto la storia – Io faccio così #295

|

Elena e Sara: la rivoluzione degli abiti usati per “riformare” il sistema moda

|

Il cammino delle panchine invita le persone a sostare su ciò che è importante

|

A Palermo i ragazzi del carcere minorile ripartono dai biscotti

|

Piccole scuole e piccoli comuni? Creiamo un’allenza educativa virtuosa

|

Come creare una società più equa e collaborativa nella ripresa post Covid-19?

|

Nocciola Italia: contadini e cittadini contro l’avanzata delle monoculture