5 Ott 2016

Musica a Stand Up for Africa

Scritto da: Daniela Bartolini

Giovedì 6 ottobre Shalom Kletzmer in concerto ad Hymmo Art Lab di Pratovecchio, nell'ambito delle mostre Stand Up for Africa.

Giovedì 6 ottobre alle ore 21 allo spazio Hymmo Art Lab di Pratovecchio si terrà il concerto del gruppo Shalom Kletzmer, con Wolfgang Fasser al sax soprano, Marna Fumarola al violino, Serena Martini al pianoforte e Michela Munari al violoncello.
La serata, ad ingresso libero, si tiene nell’ambito del progetto Stand Up For Africa, con due mostre allestite sul tema dei migranti e dei diritti umani. Le mostre, aperte fino al 30 ottobre, narrano il viaggio dei migranti dall’Africa al Casentino, e documentano l’intrecciarsi di rapporti umani nelle opere realizzate da dieci studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Ideatori dell’iniziativa l’artista Paolo Fabiani e la moglie, Rossella del Sere. Il progetto “Stand Up for Africa” è stato accolto e presentato dall’Unione dei Comuni Montani del Casentino all’interno delle attività dell’Ecomuseo, al Bando regionale “Toscanaincontemporanea 2016”, dove è risultato uno dei migliori progetti, anche grazie alla sinergia fra pubblico e privato: tra i partner infatti anche il Comune di Pratovecchio Stia, l’Accademia di Belle Arti di Firenze, il Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, il Museo dell’Arte della Lana, la Pro Loco “I Tre Confini” di Cetica, le associazioni I Girasoli e Pratoveteri e gli istituti scolastici comprensivi di Pratovecchio Stia, Poppi e Castel Focognano.

Il progetto artistico Shalom Klezmer invece è nato dieci anni fa. Dal 2009 si è stabilito sotto forma di quartetto. La musica della tradizione Klezmer, ovvero espressione del popolo ebraico, soprattutto dei paesi dell’est, è una fusione tra melodie ebraiche antiche e culture locali di varie origini. Anche i musicisti di Shalom Klezmer provengono da un contesto multiculturale. Come Shalom Klezmer hanno suonato in numerosi concerti, festival di musica e laboratori di ascolto in Italia e Svizzera; al centro dell’attenzione è sempre rimasta la passione per l’esecuzione dal vivo e il contatto con il pubblico. Recentemente hanno partecipato alla trasmissione “Uomini e Profeti” di Radio Rai3 a cura di Gabriella Caramore e al documentario “Nel giardino dei suoni” di Nicola Bellucci.

Articoli simili
Climate Space: artisti, scienziati e attivisti disegnano insieme un futuro sostenibile
Climate Space: artisti, scienziati e attivisti disegnano insieme un futuro sostenibile

Il borgo di Sassello si trasforma in una “città dei bambini”, con un festival dedicato ai più piccoli
Il borgo di Sassello si trasforma in una “città dei bambini”, con un festival dedicato ai più piccoli

Climate Space: arte, cinema e musica per celebrare i 5 elementi naturali
Climate Space: arte, cinema e musica per celebrare i 5 elementi naturali

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Abusi edilizi: ecco cosa sta succedendo in Sicilia

|

Giufà come Godot: gli attori scendono dal palco e diventano attivisti

|

Orsigna Arum Festival: ritroviamoci nel bosco per rigenerare noi stessi e gli altri

|

Fra agroecologia e abitare sostenibile prosegue il percorso di Seminare Comunità

|

Utopie minimaliste: solo la consapevolezza può salvare il mondo dal collasso

|

Dal Giglio elle Eolie, buone pratiche e criticità delle isole minori italiane

|

Canapa industriale: perché in Italia siamo così indietro?