11 Nov 2016

Un fine settimana con le castagne

Scritto da: Daniela Bartolini

Proseguono anche il 12 e 13 novembre le feste e gli eventi che celebrano la “regina della tavola” casentinese: da Cetica alla Castagnata Stiana.

Anche il prossimo fine settimana sarà caratterizzato in Casentino da molti eventi dedicati alla castagna, il prodotto di stagione per eccellenza nella vallata casentinese.
Vediamo la mappa delle feste che si svolgono con la promozione dell’Ecomuseo.

A Cetica sabato 12 e domenica 13 novembre su iniziativa della Pro Loco i Tre Confini torna la “Festa della Castagna”. Sabato dalle ore 19,30 apertura con cena a buffet a base di prodotti di stagione. Dalle 21 in poi “Veglia di Tramontano”. Canti e balli con i sonatori de “La Leggera” e canterini tradizionali.
Domenica 13 la festa comincia alle 9,30 con una escursione a passo d’asino nell’Alta Valle del Solano, con guida ambientale e gli archeologi dello Spin off Universitario “Laboratori archeologici San Gallo”. Ritrovo presso il paese di Pagliericcio, partecipazione gratuita, prenotazione necessaria presso associazione “Amici dell’asino” – 320.0676766.
Alle 12,30: Pranzo negli stand della pro loco con degustazione di piatti legati all’utilizzo delle castagne. Nel pomeriggio, dalle 15 in poi, rievocazione della pestatura delle castagne essiccate. A seguire, fino a sera, degustazione di prodotti legati alla castagna e vino novello, accompagnati da musiche e canti con il duo Maurizio e Roberto.

Dopo il rinvio per il maltempo, Stia celebra la 33ma edizione della Castagnata Stiana. Sabato 12 e domenica 13 novembre; la manifestazione è organizzata dall’Associazione Turistica Pro Stia, in collaborazione con le associazioni paesane ed i commercianti, e con il patrocinio del Comune di Pratovecchio Stia.
La festa inizia il sabato alle ore 21 in piazza Mazzini con l’assaggio propiziatorio di “bruciate” e vin caldo.
Domenica dalle ore 15, in molti punti del paese sono in programma mercatini dell’artigianato, musica e prodotti enogastronomici: porchetta, schiacciata con l’uva, dolci con crema di castagne.
Ecco la mappa dei principali punti. Al Bar Roma: Cioccolata calda e baldino. Al Ciaf: Frittelle di castagne e vin brulé. Al Rione Il Poggio: Motebianco, baldino, cecina e vin brulè, All’Ospitale dei Brilli: Tagliatelle di castagna e bomboloni. Nella sede di Piazza Tanucci dell’Associazione Turistica Pro Stia e Rione Antico: dolci vari, bruciate, polenta dolce di castagne con ricotta e fumante vin brulé.
La Castagnata Stiana è Festasaggia 2016, per l’occasione sono aperte anche le strutture ecomuseali del paese. Nell’occasione, per il ciclo “Ecomuseo animato”, a Porciano, nel 500mo anniversario dell’Orlando Furioso, lettura – narrazione dal titolo “Il Castello del Mago Atlante, Ruggero, Bradamante e l’Ippogrifo”, un omaggio a Ludovico Ariosto a cura di Michele Neri.

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
"Non abbiate paura di scoprire cose nuove". Intervista alla travel blogger Selene Cassetta

Diario di bordo dal tour nel Piemonte che Cambia

Cyclolenti sul Mar Nero: le 15 lire

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Ulivi malati e biodiversità in pericolo: la Puglia non si avvelena!

|

Stagione di caccia: nessuno stop nonostante gli incendi abbiano decimato gli animali

|

La Foresta in Testa: musica e natura per far emergere i talenti

|

Buddies, i nuovi dog sitter migranti che combattono l’abbandono degli animali

|

Amore, sesso, relazioni. Cosa sta succedendo in Italia? Ne parliamo il 25 settembre

|

Non Siamo Atlantide: il mito rivive in un evento dedicato alla sostenibilità

|

Matteo Saudino: “Vi parlo della filosofia, bella proprio perché apparentemente inutile”