19 Dic 2016

Premio Comuni Virtuosi: vince Marano Vicentino

Scritto da: Redazione

È Marano Vicentino (Vicenza) il vincitore della decima edizione del Premio Comuni Virtuosi, che ha l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche in campo ambientale sperimentate dai Comuni italiani. Per decisione del comune vincitore, il premio destinato all'educazione ambientale nelle scuole, verrà devoluto in parte alle popolazioni terremotate del centro Italia.

È Marano Vicentino, in provincia di Vicenza, il vincitore della decima edizione del Premio Comuni Virtuosi, ospitato per la prima volta a Parma. Un premio conferito al sindaco maranese Piera Mora per “l’innovazione, la trasversalità, l’originalità, la concretezza e replicabilità” dell’azione amministrativa. Il premio da 2.500 euro, destinato all’educazione ambientale nelle scuole, verrà devoluto in parte alle popolazioni terremotate del Centro Italia per decisione del Comune di Marano Vicentino. 

Il presidente dell'Associazione Comuni Virtuosi Bengasi Battisti consegna il premio alla sindaca maranese Piera Mora

Il presidente dell’Associazione Comuni Virtuosi Bengasi Battisti consegna il premio alla sindaca maranese Piera Mora


 

Nelle altre cinque categorie sono stati premiati Scontrone (L’Aquila) per “gestione del territorio”, Artegna (Udine) per “impronta ecologica”, Maranello (Modena) per “Rifiuti”, Desenzano del Garda (Brescia) e Trento per “Mobilità Sostenibile” e Curno (Bergamo) per “Nuovi stili di vita”. Presenti a Parma anche i rappresentanti di altri Comuni finalisti, come Lago (Cosenza), Volterra (Pisa), Boltiere (Bergamo), Monterotondo Marittimo (Grosseto) e Isola delle Femmine (Palermo).

 

I progetti, ambiziosi, molto concreti e a volte sorprendenti, sono stati esaminati dalla giuria, composta da esperti del settore, giornalisti e amministratori locali: Isabella Conti (sindaco di San Lazzaro di Savena), Silvia Ricci (Responsabile campagne Associazione Comuni Virtuosi), Massimo Buccilli (A.D. Velux), Andrea Bertaglio (La Stampa), Alessio Maurizi (Radio 24), Rossella Muroni (Presidente Legambiente), Eliana Bruschera (Novamont), Marco Boschini  (Associazione Comuni Virtuosi), Alessio Ciacci (Presidente ASM Rieti), Domenico Finiguerra (consigliere comunale di Abbiategrasso).

La cerimonia di premiazione si è svolta a Parma si è svolta a Parma, nella sala consiliare del Municipio

La cerimonia di premiazione si è svolta a Parma si è svolta a Parma, nella sala consiliare del Municipio


 

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

La cerimonia di premiazione della decima edizione del prestigioso Premio Comuni Virtuosi – che ha l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche in campo ambientale sperimentate dai Comuni italiani – quest’anno si è svolta a Parma, nella sala consiliare del Municipio.

 

“Anni fa – ha esordito il sindaco Federico Pizzarotti – non ci saremmo mai immaginati di poter ospitare il Premio Comuni Virtuosi, una importante tappa per noi nel promuovere le buone pratiche, che rappresentano un elemento fondamentale del nostro percorso. Speriamo di poter essere rappresentativi di questa realtà apartitica che porta avanti il valore delle pratiche virtuose creando una rete tra le amministrazioni”.

 

Il presidente dell’associazione dei Comuni Virtuosi Bengasi Battisti, insieme a Gianluca Fioretti, del direttivo dell’associazione, e Marco Boschini, coordinatore di Comuni Virtuosi, hanno evidenziato l’importanza di valorizzare i veri patrimoni di cui il territorio è dotato, attraverso un lavoro partecipato e riscontrabile.

 

 

Articoli simili
Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento
Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

Gli incendi di domani vanno spenti oggi: ecco perché è necessario puntare sulla prevenzione
Gli incendi di domani vanno spenti oggi: ecco perché è necessario puntare sulla prevenzione

SiciliAmbiente, il festival dedicato alla sostenibilità e ai diritti umani
SiciliAmbiente, il festival dedicato alla sostenibilità e ai diritti umani

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi