31 Gen 2017

Le Parole e il Silenzio – edizione 2017

Scritto da: Daniela Bartolini

Sarà Walter Veltroni il prossimo ospite de “Le parole e il silenzio”, il ciclo di incontri organizzato dalla Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi. L'appuntamento è in programma venerdì 10 febbraio, ore 17, all'Auditorium di Romena.

L’incontro con Veltroni sarà dedicato all’ascolto del percorso di vita, delle idee, delle intuizioni di questo importante testimone del nostro tempo, che ha ricoperto importanti incarichi politici (è stato sindaco di Roma, segretario del Partito democratico, ministro per i beni culturali e vicepresidente del Consiglio) ma che ha sempre lasciato aperto il canale dell’arte e della cultura, con una predilezione speciale per la musica e il cinema. Come direttore dell’Unità fu il primo negli anni Novanta a promuovere la diffusione dei grandi film d’autore in allegato al quotidiano.

La passione per il cinema, la musica e la scrittura, sono diventati la sua attività principale quando nel 2013 ha lasciato l’attività politica.
Tra i suoi libri più recenti, ricordiamo Noi, L’inizio del buio, L’isola e le rose, E se noi domani,Ciao; tra i suoi film-documentari Quando c’era Berlinguer (2014), I bambini sanno (2015). Recentemente ha ideato la trasmissione tv di Rai Uno Le dieci cose e scritto e diretto la serie di documentari per Rai Cultura Gli occhi cambiano.

La conversazione, condotta dai giornalisti Paolo Ciampi e Massimo Orlandi, partirà proprio da questi ultimi anni in cui Walter Veltroni ha scelto la strada del racconto, come percorso privilegiato tra le sue tante passioni, e prenderà spunto da Ciao, il libro con cui Veltroni ha reso pubblico un aspetto intimo della sua vita: l’incontro mancato con il padre Vittorio, morto quando Walter aveva solo un anno. E sulla scia di questo racconto di una vita a cui il padre non ha potuto assistere, la conversazione di Romena si svilupperà cercando di ripercorrere, insieme al diretto protagonista, le tappe di un uomo che ha avuto responsabilità politiche di altissimo livello, ma che è stato ed è anche regista, scrittore, animatore culturale, soprattutto uomo convinto che la qualità di un Paese dipenda anche da quanto sappia attingere al suo patrimonio di creatività.

Nel ciclo de “Le parole e il silenzio” dedicato ai sogni e a chi ha dedicato la sua vita a realizzarli, l’incontro con Veltroni si inserirà perfettamente: è infatti la storia di un uomo che i sogni li ha sempre coltivati e ci ha aiutato a coltivarli.

Ingresso libero

Articoli simili
Zō trasforma Catania in un centro internazionale della rivoluzione artistica e musicale
Zō trasforma Catania in un centro internazionale della rivoluzione artistica e musicale

Raccolti: nuove narrazioni tra cultura e agricoltura nella città del riso
Raccolti: nuove narrazioni tra cultura e agricoltura nella città del riso

Luca Spennato, il fotografo di strada che scatta e sviluppa sul suo laboratorio a pedali
Luca Spennato, il fotografo di strada che scatta e sviluppa sul suo laboratorio a pedali

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

I programmi dei partiti ai raggi X – #585

|

Oggi “sciopero creativo” per il clima e per il futuro!

|

La Sicilia Che Cambia: vi raccontiamo cosa sta succedendo sull’isola!

|

Retake scende in campo per il World Cleanup Day: milioni di persone puliscono il territorio

|

Zō trasforma Catania in un centro internazionale della rivoluzione artistica e musicale

|

Andrea di Nebraie: “Sono tornato in val Borbera per far rinascere il territorio”

|

Impresa che cambia: scopriamo gli esempi virtuosi insieme ai loro protagonisti

|

Italia Che Cambia si presenta! Un viaggio lungo dieci anni per raccontare il cambiamento