24 Apr 2017

Rifiuti: cala lo smaltimento in discarica, aumenta la differenziata

Scritto da: Elena Risi

Nel 2015 la spazzatura in discarica si è ridotta di 25 chili pro capite rispetto all’anno precedente mentre la raccolta differenziata è salita al 47,5%. Anche la produzione di rifiuti ha registrato un calo. È quanto emerge dal nuovo dossier ISTAT.

È uscito il nuovo dossier statistico ISTAT “Noi Italia: 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo” e i dati diffusi relativi all’ambiente sono positivi, diminuisce infatti il conferimento in discarica e aumenta la raccolta differenziata.

 

Nel 2015 la spazzatura in discarica si è ridotta di 25 chili pro capite rispetto all’anno precedente (registrando una media di 128,7 chili per ogni abitante), mentre la raccolta differenziata è salita al 47,5%. Anche la produzione di rifiuti ha registrato un calo, due chili in meno rispetto all’anno precedente, attestandosi sulla cifra media di 486,2 chili pro capite.

Recycling CTA 720x380

A livello territoriale, i risultati migliori nella riduzione di rifiuti conferiti in discarica sono stati osservati nella provincia autonoma di Bolzano, in Lombardia e Friuli-Venezia Giulia. Sulla differenziata l’Istituto di Statistica ha osservato ancora un forte divario tra Nord, Centro e Sud: prime in classifica sono la provincia di Trento e la Regione Veneto, dove si supera il 65%, va male invece la Sicilia che con il 12,8% è ancora molto lontana dagli obiettivi europei.

 

Raggiungendo il 47,5% di differenziata l’Italia ha superato l’obiettivo del 45% previsto dalla normativa nazionale del 2008, mentre a livello Europeo il nostro paese si colloca poco sopra la media sia per la quantità di rifiuti raccolti sia per la quantità di quelli smaltiti in discarica (rispettivamente 474 chili e 132 chili per l’Ue).

 

Per le emissioni di gas serra il nostro Paese è invece sotto la media: per il periodo 2013-2020 l’UE ha l’obiettivo di diminuire del 20% le emissioni collettive rispetto al 1990 e se l’Italia ha ridotto le emissioni del 19,8%; in media in UE la diminuzione complessiva è stata del 24,4%.

 

 

Articoli simili
Negozio Leggero, dove fare la spesa alla spina per un nuovo commercio di vicinato
Negozio Leggero, dove fare la spesa alla spina per un nuovo commercio di vicinato

EcoPlanner, eventi green perché a festeggiare sia anche la Terra
EcoPlanner, eventi green perché a festeggiare sia anche la Terra

Dal Giglio elle Eolie, buone pratiche e criticità delle isole minori italiane
Dal Giglio elle Eolie, buone pratiche e criticità delle isole minori italiane

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza