Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
12 Lug 2017

Il Piemonte che Cambia parla tedesco?

Scritto da: Daniel Tarozzi

Questa settimana alcune delle esperienze piemontesi più interessanti emerse negli incontri effettuati dalla nostra redazione in questi anni di reportage verranno presentate a Berlino e nella regione di Brandeburgo. Video, dibattiti e laboratori per un cambiamento che ormai non ha davvero più confini.

Berlino – Come sono strani i flussi della vita… Il lavoro di Italia che Cambia nacque con un viaggio in camper di sette mesi nelle venti regioni del nostro Paese. La prima fu il Piemonte. Anni dopo, avevamo costruito una redazione nazionale ma proprio dal Piemonte decidemmo di ripartire con la creazione di un primo portale regiornale, nonché di una area provinciale – quella biellese – che è stata la prima nel suo genere.

E mentre lavoriamo per entrare sempre più nei territori, improvissamente ci troviamo proiettati in Germania, a Berlino, dove Luca Asperius – tra i fondatori del nostro progetto – ha dato vita con altri colleghi e colleghe a due portali territoriali in lingua tedesca, uno incentrato su Berlino e uno sulla regione Brandeburgo.

Forse non è un caso. Il famoso “glocal”, pensare globale e agire locale, si sta sempre più affermando nei magici mondi cangianti che raccontiamo quotidianamente. E così, non è poi così folle – anche se è un po’ destabilizzante – trovarsi ad un cinema berlinese per parlare di eccellenze piemontesi.

Questa sera, mercoledì 12 luglio, si aprono le danze con un primo incontro in un cinema. Domani una libreria, venerdì un altro cinema e sabato un workshop.

I tedeschi potranno vedere molte delle nostre video-storie sottotitolate in tedesco e inglese e io potrò confrontarmi con i locali su punti di forza e di debolezza della nostra esperienza.

Italia che Cambia, Piemonte che Cambia, Berlino che Cambia, Mondo che Cambia…

Alla fine siamo parte di un grande “sommovimento“, una trasformazione profonda del mondo e dei mondi. E mentre i ghiacciai si sciolgono e le disgrazie sembrano incombere, non ci resta che continuare a raccontare e promuovere chi le cose le sta cambiando in positivo.

Qui, lì, ovunque.

Buon cambiamento a tutte e tutti, in tutte le lingue del mondo!

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

I tanti perché dell’attentato di Nizza – Io Non Mi Rassegno #242

|

Castagnatura ai tempi del Covid: la Festa del borgo di Raggiolo si sposta sul web

|

Chiude la cultura: le voci dei lavoratori dello spettacolo, tra sipari calati, sforzi vani e incertezze

|

L’appello di Laura, sorda dalla nascita: “Usate le mascherine trasparenti!”

|

La buona politica esiste! Marco Boschini e la rete dei Comuni Virtuosi

|

Gelso, la sartoria sociale che fa moda etica creando nuove opportunità di lavoro

|

Cittadini sostenibili: “Diffondiamo in città azioni e soluzioni concrete per vivere consapevolmente” – Io faccio così #305

|

Caccia: milioni di uccelli morti ogni anno per avvelenamento da piombo