5 Feb 2018

A Mondeggi una Scuola Contadina libera, gratuita e autogestita

Scritto da: Redazione

Una scuola contadina dove imparare e sperimentare gratuitamente tante discipline legate all’agricoltura. Torna a Mondeggi, la “fattoria senza padroni” in provincia di Firenze, il percorso formativo dedicato a chi vuole prendersi cura della terra.

Toscana - Libera, gratuita, autogestita. A distanza di due anni, torna a Mondeggi la Scuola contadina. Tecnici, agronomi, contadini e professori metteranno a disposizione gratuitamente il loro sapere offrendo la possibilità di imparare, condividere e sperimentare tante discipline legate all’agroecologia e svincolate da logiche di profitto.

27336261_2259518947407314_1847290563756594173_n

“L’esperienza di Mondeggi – scrive il comitato Mondeggi Bene Comune – Fattoria Senza Padroni – ha coinvolto tantissime persone suscitando in loro la voglia di avvicinarsi alla terra e intraprendere percorsi agricoli. Come sta avvenendo in tante comunità in ogni parte del mondo, crediamo che sia ora che il sapere si svincoli dalle dominanti logiche del profitto utilizzando percorsi di formazione e informazione accessibili e autogestiti”.

 

“Abbiamo deciso – continua il comitato – di proporre quasi tutti i settori dell’agricoltura che seguiamo attraverso veri e propri corsi, incontri e seminari con contadini, tecnici, agronomi e professori. Sarà data massima importanza all’agricoltura contadina che, come rete Genuino Clandestino, realizziamo in tutta Italia. Porremo l’accento sul biologico e l’agricoltura naturale senza tralasciare alcuni argomenti dell’agricoltura convenzionale di cui è sempre bene essere informati. Nella nostra visione è indispensabile oltrepassare il limite, diventato consueto con l’esaltazione della produttività e della competitività, di non condividere il sapere e le tecniche tra i contadini delegando così alle multinazionale ricerca e insegnamento delle nuove tecniche che crea una dipendenza con un solo vincitore”.

19731892_1959550267404185_3209540700699661395_n

La Scuola Contadina è rivolta a chi lavora nei campi e desidera essere aggiornato sulle nuove tecniche, a chi vuole studiare e non ha avuto la possibilità di farlo, a chi vorrebbe condividere quello che negli anni ha imparato e a chi, semplicemente, vuole avvicinarsi per la prima volta alla terra.

 

“Conosciamoci, impariamo insieme e facciamo rete per collaborare ad affermare la sovranità alimentare. Crediamo fermamente che un altro modello di società e di agricoltura sia possibile e Mondeggi e tutti i contadini di Genuino Clandestino siano già un passo avanti in questa direzione”.

 

Se non diversamente indicato tutti gli incontri si terranno nella sala  assemblee in via di Mondeggi n.4 Bagno a Ripoli (Fi)

 

Per il programma completo della Scuola clicca qui 

 

 

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Ricominciare con i piedi per terra: la storia di due amiche e della loro Zollamania
Ricominciare con i piedi per terra: la storia di due amiche e della loro Zollamania

Orto Bio: a Catania in un terreno privato nasce un orto condiviso
Orto Bio: a Catania in un terreno privato nasce un orto condiviso

Produrre cibo sano e biologico attorno a una comunità: l’esempio virtuoso della CSA del chierese
Produrre cibo sano e biologico attorno a una comunità: l’esempio virtuoso della CSA del chierese

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il governo olandese vuole chiudere gli allevamenti intensivi, fra le proteste – #627

|

Basta una Zampa: dopo il Covid i “dottori a quattro zampe” tornano a portare sollievo ai piccoli pazienti

|

GivingTuesday, oggi in oltre 80 paesi si celebra il “martedì del dare”

|

Circ’Opificio: disciplina, impegno e condivisione arrivano nei quartieri più emarginati grazie alle arti circensi

|

Abbiamo ribaltato l’Italia!

|

Remedia: erbe medicinali e alberi per la cura del corpo e per una vita più consapevole – Dove eravamo rimasti #6

|

Al suo esordio Dalen canta Crotone, le sue alluvioni e l’urgenza di non tacere

|

Sopravvivere alla crisi della democrazia (e creare alternative) – A tu per tu + #1