Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
16 Feb 2018

Roma Best Practices: un premio per i progetti migliori della Capitale

Scritto da: Redazione

Beni comuni, integrazione, solidarietà, formazione, innovazione, comunicazione sono gli ambiti di cui si occuperà l’edizione 2018 del Roma Best Practices Award. I migliori progetti in questi campi riceveranno premi in beni, servizi o denaro. Anche Daniel Tarozzi di Italia Che Cambia farà parte della giuria.

La II edizione di Roma Best Practices Award 2018 “Mamma Roma e i suoi figli migliori”, il premio per le buone pratiche nella città di Roma, che si terrà il 21 aprile 2018 in occasione del 2.771esimo Natale della Capitale, è stato presentato durante la conferenza stampa presso il dipartimento di architettura dell`Università di Roma Tre e moderato da Paolo Masini del Comitato Roma Bpa 2018.

rmbp2

L`obiettivo del premio è quello di raccogliere, valorizzare e mettere in rete le migliori idee, progetti e soluzioni per la città di Roma. Lo scorso anno, la I edizione del Roma Bpa ha coinvolto oltre 160 tra associazioni, comitati, aziende e singoli cittadini ed ha visto assegnare premi per un valore di oltre 7 mila euro.

 

Al tavolo dei lavori hanno partecipato: Elisabetta Pallottino Università degli Studi RomaTre-direttore dipartimento Architettura; Claudio Bocci direttore Federculture; Erino Colombi presidente Cna, confederazione nazionale dell’artigianato e piccola e media impresa; Roberto Orsi direttore osservatorio socialis; Luisa Arezzo di Scuole di Roma; Elisabetta Salvatorelli di Labsus; Sabrina Florio presidente Anima per il Sociale nei valori d`impresa e Laura Tassinari direttore internazionalizzazione cluster e studi Lazio Innova.

 

“Un premio importante che alla sua I edizione ha avuto un grande successo in questa città”, dichiara Masini. “Il premio vuole mettere assieme aziende, scuole e tutte quelle persone che fanno bene a questa città e – aggiunge – si potrà partecipare fino al 21 Marzo”. Erino Colombi, presidente Cna ha dichiarato: “L’anno scorso ho visto l’aula magna piena e mi sono reso conto che si è sulla strada giusta. Roma è una grande città“.

 

Quest`anno sono previste ben 7 aree tematiche tra cui è possibile iscriversi: `Roma cresce bene` per le attività riguardanti scuola-territorio e alternanza scuola-lavoro; `Roma tvb` per le attività che migliorano i beni comuni della città; `Roma accoglie bene` per attività per l`integrazione e solidarietà; `Roma parla bene` per le campagne di comunicazione che fanno bene alla città; `Roma innova bene` per soluzioni che migliorano la qualità della vita in città; `Roma si muove bene` per le attività sportive e culturali che creano comunità e `Roma coltiva bene` per i tanti progetti legati agli orti urbani ed alla condivisione ambientale.

rmbp1

Un comitato scientifico valuterà i progetti, tra gli altri: Erminia Manfredi, Lorenzo Tagliavanti presidente camera di commercio di Roma, Laura Tassinari direttore internalizzazione cluster e studi Lazio innova, Erino Colombi, presidente Cna Lazio -Conf. nazionale dell`artigianato e della piccola e media impresa; Claudio Bocci direttore di Federculture; Francesca Danese portavoce Forum Terzo settore Lazio; Roberto Orsi direttore osservatorio Socialis; Gildo De Angelis direttore ufficio scolastico regionale Miur; Rossella Santilli giornalista TgR; Daniel Tarozzi Italia che Cambia; Alvaro Moretti direttore quotidiano Leggo; Mohamed Tailmou portavoce rete G2; Luisa Arezzo Scuole di Roma; Rebecca Spitzmiller di Retake Roma; Massimo Vallati di Calcio sociale e Radio Impegno; Alberto Versace dell`Agenzia per la coesione territoriale presidenza del consiglio; Valerio Piccioni giornalista sportivo; Giuseppe Roma di Touring Club italiano; Gregorio Arena presidente Labsus; Giulia Flora Beraschi de I ragazzi del cinema America; Daniele Grassucci direttore di Skuola.net e Sabrina Florio presidente Anima per il sociale nei valori d’impresa.

 

I vincitori riceveranno premi in beni, servizi o denaro messo a disposizione dai partners o dagli sponsor. Per questo, insieme al premio è stata avviata una call-to-action rivolta alle aziende romane: loro sosterranno i progetti migliori per Roma.

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La rabbia afroamericana e Trump vs. Twitter – Io Non Mi Rassegno #148

|

E ora parliamo di educazione sessuale senza tabù

|

Tutti insieme per ripensare l’educazione: nasce Scuola Costituente!

|

Quali sinergie per un domani sostenibile? Una diretta resistente su ambiente e futuro!

|

Cittadini stranieri aprono le porte di casa e invitano i vicini a gustare le cene dal mondo

|

Riusciremo a fare a meno della plastica? – A tu per tu#3

|

I cinque studenti dell’isola di Alicudi e la resilienza delle piccole scuole

|

Il futuro di eventi e festival musicali? Ripartiamo dalla sostenibilità!