Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
16 Apr 2018

A Torino il primo “Southern Europe Green Office Summit”

Scritto da: Daniela Bartolini

Torino ospiterà il primo Green Office Summit del Sud Europa dal 30 maggio al 2 giugno 2018. UniToGO, GreenTO e Polito Green Team stanno unendo le proprie forze con RootAbility, un business sociale senza scopo di lucro che supporta studenti e personale per promuovere la sostenibilità all’interno delle loro istituzioni. L’obiettivo di questo vertice è quello di esplorare come adattare il modello di Green Office (GO) a diversi contesti, specialmente nell’Europa meridionale, per colmare il divario tra i modelli del Nord Europa e le iniziative di sostenibilità dell’Europa meridionale.

Un summit per realizzare un importante passo avanti per la diffusione del modello Green Office in Italia e nel Sud Europa. È questo uno degli obiettivi del primo Green Office Summit del Sud Europa e di UniToGO, la rete interdisciplinare per la sostenibilità composta da professori, ricercatori, personale tecnico e amministrativo e studenti con lo scopo di analizzare e promuovere un piano strategico sostenibile per l’Università di Torino e principale promotore del “Piano di sostenibilità ambientale” (ESAP), un piano strategico di 5 anni per l’Università di Torino. UniToGO, primo green office in Italia e nell’Europa Meridionale sarà anche in questa occasione insieme a Polito Green Team, team composto da professori, studenti, ricercatori e personale amministrativo e tecnico che sostiene il Politecnico di Torino nell’affrontare la sfida ambientale globale, e a GreenTo, associazione studentesca nata nel maggio 2016 presso l’Università degli Studi di Torino che si occupa di rendere l’ateneo più sostenibile grazie all’azione comune di studenti, ex-studenti, ricercatori in stretta collaborazione con UniToGO. RootAbility è invece un business sociale senza fini di lucro che costruisce un movimento di studenti e personale che mobilita il supporto istituzionale per progetti e iniziative di sostenibilità nell’istruzione superiore.

Il programma si concentrerà principalmente sul sostegno di studenti, personale e accademici interessati a diventare responsabili del cambiamento della sostenibilità nelle loro istituzioni. Gli esperti GO e gli ex studenti GO condivideranno le loro conoscenze ed esperienze e i partecipanti saranno dotati degli strumenti e dei metodi necessari per adattare, progettare e creare un Green Office nelle proprie istituzioni. Il summit sarà anche una grande opportunità per condividere conoscenze e prospettive sulla sostenibilità nell’istruzione superiore e sul ruolo delle università nella realizzazione degli OSS. Gli esperti di sostenibilità organizzeranno workshop interattivi e i partecipanti saranno incoraggiati a contribuire con le proprie idee ed esperienze.

Questo incontro si concentrerà su come impostare una Green Office Initiative presso la propria università per muovere i primo passi verso la sostenibilità ambientale e su come potenziare le iniziative di sostenibilità per le istituzioni con green office già esistenti o altri centri, uffici o hub di sostenibilità.
Inoltre, durante questo summit ci saranno seminari e workshop sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, nonché sui cambiamenti climatici e su come pianificare campagne ed iniziative ambientali efficienti.

Che cosa è un Green Office?
Un Green Office è una piattaforma che consente alla comunità universitaria di agire sulla sostenibilità. Include pratiche sostenibili nell’istruzione, nella ricerca e nelle operazioni. Il primo Green Office è stato istituito presso l’Università di Maastricht nel 2010 da RootAbility. Da allora, il modello è stato replicato dalle università di tutta Europa e ha vinto il Premio UNESCO-Giappone per l’educazione allo sviluppo sostenibile. Il modello è open source: puoi adattarlo e migliorarlo in base alle tue esigenze.

La quota di partecipazione al summit è di circa € 100 (parzialmente finanziata da UniToGO e GreenTo) e coprirà alloggio e vitto oltre a spese di trasporto locale e materiale didattico. L’iscrizione è aperta a studenti, ricercatori, staff tecnico e amministrativo.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Si consuma meno carne, ma gli allevamenti sono sempre più grandi – Io Non Mi Rassegno #151

|

Altipiano: le maestre del bosco che in cinque mesi hanno ribaltato la loro scuola – Scuola che Cambia #2

|

Che cos’è e come funziona la nutripuntura

|

Adotta il tuo Orto, scegli quali verdure seminare e aspettale a casa!

|

Imprese: come stringere partnership vincenti ed evitare clamorosi errori

|

I segni del corpo della Terra

|

Nasce un Sentiero dei Parchi per valorizzare le aree protette d’Italia

|

Persone, famiglie e comunità: l’innovazione di CIFA per i suoi 40 anni