Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
14 Set 2018

"Un ritorno alla montagna significativo, soprattutto da parte dei più giovani!"

Francesca Campora, direttore generale di Fondazione Edoardo Garrone, fa il punto su ReStartAlp 2018, il programma dedicato ai giovani aspiranti imprenditori montani.

Ottime notizie arrivano dalla montagna! Ce le porta Francesca Campora, direttore generale della Fondazione Edoardo Garrone, che insieme a Fondazione Cariplo ha lanciato il programma ReStartAlp, dedicato alla formazione dei giovani aspiranti imprenditori montani.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'economia in italia?

ATTIVATI

Questa incoraggiante tendenza era stata già sottolineata dal direttore stesso in una intervista che ci aveva rilasciato qualche mese fa, quando l’edizione 2018 di ReStartAlp stava ancora raccogliendo le adesioni. Oggi, dopo settimane di intenso lavoro nel campus di Premia (VCO), le prospettive per il futuro si sono fatte ancora più solide e positive.

 

I protagonisti di questo ritorno alla montagna sono gli under 35, con una forte componente femminile: oltre il 40% delle nuove imprese che nascono nelle zone alpine e appenniniche sono infatti condotte da giovani donne.

 

Al centro di queste iniziative imprenditoriali ci sono sempre due valori fondamentali: l’appartenenza al territorio e la volontà di riattivare le reti del tessuto sociale ed economico in cui le esperienze di vita e di lavoro dei ragazzi si vanno a inserire.

 

I nuovi protagonisti della montagna? Eccoli, dunque! Giovani con idee imprenditoriali fresche e innovative, che collaborano e dialogano con gli attori esistenti, attivatori e interpreti del rilancio sociale.

 

#IoNonMiRassegno 12/12/2019

|

Lenin Montesanto: “La vera rivoluzione è restare in Calabria” – Meme #31

|

Antropocene. L’uomo ha fatto il suo tempo

|

Un’assicurazione etica per gli infortuni dei lavoratori dell’economia solidale

|

Balon Mundial: quando la coppa del mondo la giochi nel tuo quartiere

|

Vivere con l’autoproduzione: come l’autonomia alimentare cambierebbe il mondo

|

“La Medicina che vorrei è personalizzata, integrata e umanizzata”

|

La storia di Patrizia: gli imprevisti che cambiano la vita