Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
11 Giu 2019

A Biella un workshop pratico di pavimento in cocciopesto romano

Dal 21 al 23 giugno, a Biella, si terrà l’iniziativa organizzata da “La Rete solare per l’autocostruzione” in collaborazione con Cittadellarte. I partecipanti opereranno in una casa storica del borgo vecchio per ricreare una tecnica storica in bioedilizia con i principi dell’economia circolare.

L’associazione Rete Solare per l’autocostruzione propone il primo Corso di pavimenti in cocciopesto secondo la tecnica tradizionale romana. La Rete in questione è costituita da un insieme di persone ed organizzazioni, dislocate in varie parti di Italia, che si propongono di diffondere le tecnologie delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e della bioedilizia attraverso l’autocostruzione. In particolare, l’associazione si occupa di pannelli solari termici, mini eolico, impiantistica efficiente, materiali naturali.

La prossima iniziativa in programma dell’associazione, che si svolgerà in un edificio privato nella frazione Colma a Biella, prevede l’esecuzione di un pavimento seguendo l’antica tecnica fenicia e si articolerà in un fine settimana intensivo

Il corso, organizzato in collaborazione e con il patrocinio di Cittadellarte, si terrà da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Questa tecnica storica per la bioedilizia – usata già nell’Antica Roma per rivestire i solai delle abitazioni – verrà applicata con i principi dell’economia circolare; durante il laboratorio, nello specifico, si eseguirà la pavimentazione in cocciopesto romano di una zona della casa, utilizzando i mattoni e coppi vecchi conservati dalle demolizioni.

“Il laboratorio – si legge nella nota stampa del corso – illustrerà tutti i passaggi tradizionali di applicazione, basandosi anche sui manuali antichi, utilizzando ricette tradizionali con ingredienti naturali ed escludendo qualsiasi additivo sintetico. Tutti i materiali saranno preparati sul momento, senza ricorrere a premiscelati industriali”.

Durante il corso, inoltre, è prevista una parte teorica dedicata al ciclo della calce, ai materiali utilizzati e agli impieghi delle miscele; è previsto anche un focus sulla fase di levigatura e di protezione con l’olio di lino. Per quanto concerne le attività della tre giorni, venerdì è prevista la presentazione del corso con l’introduzione teorica.
A seguire i partecipanti si occuperanno della molazzatura dei mattoni per ottenere il cocciopesto, passando poi alla setacciatura e alla preparazione della miscela.

Sabato e domenica, invece, sarà la volta dell’applicazione dell’impasto e della battitura; in conclusione è in programma l’illustrazione delle fasi successive su pannelli dimostrativi (levigatura e protezione con olio di lino e cere).

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Lo stallo israeliano e i rischi dell’accordo Ue-Mercosur – Io Non Mi Rassegno #172

|

Sette produttori locali si uniscono e danno vita a un negozio-laboratorio a Km0

|

Il Filo di Paglia, la prima casa in paglia della Liguria

|

Movement Medicine: affidarsi alla danza per scoprire se stessi

|

IC3 Modena: la scuola digitale in cui luci e colori risvegliano l’anima – Scuola Che Cambia #6

|

Cambiare vita e lavoro, un viaggio responsabile e coraggioso verso la felicità

|

Mille alberi piantati dai cittadini per difendere il territorio

|

Verso un’economia post-covid per il bene comune