12 Lug 2019

Una staffetta per l'ambiente che torna dopo 33 anni

Scritto da: Redazione

Una staffetta di circa 380 chilometri da Roma a Loiano, comune in provincia di Bologna, per sensibilizzare alla cura dell'ambiente. Dopo 33 anni dall'ultima edizione torna l'iniziativa Viva il Verde promossa dalla Pro Loco Loiano e alla quale sono invitati a prendere parte podisti di tutte le età.

Percorrere la strada da Roma a Loiano, in provincia di Bologna, per ricordare a tutti quanto sia importante la cura e il rispetto dell’ambiente. Il 10 agosto alle ore 5.00 una staffetta composta da 24 podisti di ogni età partirà da Roma, piazza S. Pietro, per raggiungere l’11 agosto alle ore 17 Loiano, paese dell’Appennino tosco-emiliano dopo un percorso di circa 380 km.

La Via degli Dei è uno dei cammini che negli ultimi anni stanno avendo più successo: 130 chilometri che collegano Bologna e Firenze immersi nella Natura dell’appennino tosco-emiliano

La Via degli Dei è uno dei cammini che negli ultimi anni stanno avendo più successo: 130 chilometri che collegano Bologna e Firenze immersi nella Natura dell’appennino tosco-emiliano


La finalità della staffetta organizzata dalla Pro Loco Loiano e nata nell’ambito delle iniziative realizzate dal sindaco di Loiano Arnaldo Naldi nel 1986, è ancora una volta sensibilizzare tutti i soggetti che sono investiti di responsabilità nei confronti dell’ambiente: istituzioni in primis ma anche la popolazione. Dopo 33 anni, la staffetta Roma –Loiano si ripropone per sollecitare una riflessione su quanto sia sempre più importante prestare attenzione alla conservazione e alla tutela dei luoghi di cui tutti siamo responsabili.

 

Come nelle scorse edizioni, 1986 e 1996, parteciperanno 6 squadre composte da 4 atleti. I podisti, con un’età compresa dai 17 agli oltre 70 anni, partiranno da piazza San Pietro a Roma e si alterneranno lungo tutto il tragitto seguiti da uno staff di supporto. Il percorso prevede l’attraversamento del Lazio, della Toscana e il rientro in Emilia Romagna tramite la strada SP65 della Futa, con un passaggio anche sulla Via degli Dei.

 

Nel corso dell’iniziativa, ci saranno momenti di aggregazione e scambio con le popolazioni dei paese attraversati dalla staffetta. Sono previste dirette Facebook con le istituzioni e le associazioni delle località toccate dalla staffetta, per raccontare le realtà incontrate nel percorso. Sarà un’opportunità per scoprire luoghi, eccellenze ma anche criticità che hanno necessità di ricevere attenzione da parte dei media e dell’opinione pubblica. Una staffetta di sensibilizzazione ma anche di promozione per chi ha lavorato ad una corretta politica ambientale.

 

Loiano

Loiano


Con questa iniziativa Viva il Verde si pone un traguardo ambizioso: essere un seme utile a dare vita nel Comune di Loiano ad un progetto virtuoso basato sulla sostenibilità ambientale. Una piattaforma costruita sulla progettualità che, partendo dall’Amministrazione comunale, coinvolga tutte le forze politiche, enti, associazioni, scuola, turismo, agricoltura, edilizia, commercio, sport e tutta la popolazione, per rilanciare il paese e valorizzarlo, rendendolo distintivo e attrattivo. Con l’augurio che possa diventare un modello adottato da altre comunità, fino ad essere un riferimento per l’intero territorio nazionale.

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Aliva, l’impresa fondata da quattro giovani calabresi che trasforma in design gli elementi naturali
Aliva, l’impresa fondata da quattro giovani calabresi che trasforma in design gli elementi naturali

Quale futuro per le montagne italiane, ormai ridotte a “parchi giochi” per turisti?
Quale futuro per le montagne italiane, ormai ridotte a “parchi giochi” per turisti?

Olivami: adottare un ulivo per ritrovare l’identità del territorio pugliese
Olivami: adottare un ulivo per ritrovare l’identità del territorio pugliese

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il problema della siccità non è scomparso – #661

|

Mouloud, la bottega tessile nata sulle isole Eolie tra tradizione e sostenibilità ambientale e sociale

|

Baskin, il basket più bello e più inclusivo in cui atleti disabili e non giocano insieme

|

Ashoka fellow: è aperta la chiamata per innovatori e innovatrici sociali da inserire nella rete

|

La scuola condivisa che esce dalle mura scolastiche: a Chieri un nuovo patto di collaborazione

|

È tutto pronto per il Carnevale di Scampia, fra fermento sociale e ingiustizie burocratiche

|

Capire l’India contemporanea

|

Dalla sintesi fra oriente e occidente alla rivoluzione dell’educazione: il futuro secondo Sujith Ravindran – Meme! #43