Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
12 Lug 2019

Una staffetta per l'ambiente che torna dopo 33 anni

Scritto da: Redazione

Una staffetta di circa 380 chilometri da Roma a Loiano, comune in provincia di Bologna, per sensibilizzare alla cura dell'ambiente. Dopo 33 anni dall'ultima edizione torna l'iniziativa Viva il Verde promossa dalla Pro Loco Loiano e alla quale sono invitati a prendere parte podisti di tutte le età.

Percorrere la strada da Roma a Loiano, in provincia di Bologna, per ricordare a tutti quanto sia importante la cura e il rispetto dell’ambiente. Il 10 agosto alle ore 5.00 una staffetta composta da 24 podisti di ogni età partirà da Roma, piazza S. Pietro, per raggiungere l’11 agosto alle ore 17 Loiano, paese dell’Appennino tosco-emiliano dopo un percorso di circa 380 km.

La Via degli Dei è uno dei cammini che negli ultimi anni stanno avendo più successo: 130 chilometri che collegano Bologna e Firenze immersi nella Natura dell’appennino tosco-emiliano

La Via degli Dei è uno dei cammini che negli ultimi anni stanno avendo più successo: 130 chilometri che collegano Bologna e Firenze immersi nella Natura dell’appennino tosco-emiliano

La finalità della staffetta organizzata dalla Pro Loco Loiano e nata nell’ambito delle iniziative realizzate dal sindaco di Loiano Arnaldo Naldi nel 1986, è ancora una volta sensibilizzare tutti i soggetti che sono investiti di responsabilità nei confronti dell’ambiente: istituzioni in primis ma anche la popolazione. Dopo 33 anni, la staffetta Roma –Loiano si ripropone per sollecitare una riflessione su quanto sia sempre più importante prestare attenzione alla conservazione e alla tutela dei luoghi di cui tutti siamo responsabili.

 

Come nelle scorse edizioni, 1986 e 1996, parteciperanno 6 squadre composte da 4 atleti. I podisti, con un’età compresa dai 17 agli oltre 70 anni, partiranno da piazza San Pietro a Roma e si alterneranno lungo tutto il tragitto seguiti da uno staff di supporto. Il percorso prevede l’attraversamento del Lazio, della Toscana e il rientro in Emilia Romagna tramite la strada SP65 della Futa, con un passaggio anche sulla Via degli Dei.

 

Nel corso dell’iniziativa, ci saranno momenti di aggregazione e scambio con le popolazioni dei paese attraversati dalla staffetta. Sono previste dirette Facebook con le istituzioni e le associazioni delle località toccate dalla staffetta, per raccontare le realtà incontrate nel percorso. Sarà un’opportunità per scoprire luoghi, eccellenze ma anche criticità che hanno necessità di ricevere attenzione da parte dei media e dell’opinione pubblica. Una staffetta di sensibilizzazione ma anche di promozione per chi ha lavorato ad una corretta politica ambientale.

 

Loiano

Loiano

Con questa iniziativa Viva il Verde si pone un traguardo ambizioso: essere un seme utile a dare vita nel Comune di Loiano ad un progetto virtuoso basato sulla sostenibilità ambientale. Una piattaforma costruita sulla progettualità che, partendo dall’Amministrazione comunale, coinvolga tutte le forze politiche, enti, associazioni, scuola, turismo, agricoltura, edilizia, commercio, sport e tutta la popolazione, per rilanciare il paese e valorizzarlo, rendendolo distintivo e attrattivo. Con l’augurio che possa diventare un modello adottato da altre comunità, fino ad essere un riferimento per l’intero territorio nazionale.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Esplosione a Beirut: i nuovi retroscena – Io Non Mi Rassegno #196

|

L’ecovillaggio Torri Superiore, il cantiere del vivere sostenibile che ha fatto la storia – Io faccio così #295

|

Elena e Sara: la rivoluzione degli abiti usati per “riformare” il sistema moda

|

Il cammino delle panchine invita le persone a sostare su ciò che è importante

|

A Palermo i ragazzi del carcere minorile ripartono dai biscotti

|

Piccole scuole e piccoli comuni? Creiamo un’allenza educativa virtuosa

|

Come creare una società più equa e collaborativa nella ripresa post Covid-19?

|

Nocciola Italia: contadini e cittadini contro l’avanzata delle monoculture