28 Ago 2019

Cinema e libri per capire come cambiare la finanza e il mondo

Scritto da: Redazione

Dal 30 agosto al 7 settembre presso la Biblioteca delle Oblate di Firenze, Fondazione Finanza Etica propone una nuova edizione della rassegna di cinema e libri “Non con i miei soldi”, un ciclo di incontri per capire il mondo della finanza e avvicinare anche i non esperti a tematiche cruciali per il futuro di tutti.

Fondazione Finanza Etica propone una nuova edizione della rassegna “Non con i miei soldi”: un ciclo di 5 incontri per capire il mondo della finanza e lanciare suggestioni sulle scelte individuali e collettive che possono indirizzare il sistema finanziario verso il sostegno a progetti di economia sostenibile, inclusiva, solidale e orientata al bene comune. La rassegna utilizza il linguaggio del cinema e dei libri per avvicinare anche i non esperti a tematiche cruciali per il futuro di tutti.

 

L’appuntamento è dal 30 agosto al 7 settembre a Firenze, presso la Biblioteca delle Oblate in via dell’Oriuolo 24 alle ore 20.30. La rassegna è realizzata in collaborazione con il Festival dei Popoli. I film saranno introdotti da Vittorio Iervese, Presidente Festival dei Popoli / Università di Modena e Reggio Emilia.

compass-2779371_960_720

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Partenza venerdì 30 agosto, con la prima visione a Firenze dei “Panama Papers”, introdotta da Misha Maslennikov, policy advisor di Oxfam Italia. Sabato 31 parleremo di ambiente, con Giorgio Ricchiuti che incontra Stefano Caserini, autore di “Il clima è (già) cambiato” e con la proiezione di “Il sale della terra” di Wim Wenders.

 

Per il tema diritti umani giovedì 5 Rosy Battaglia, giornalista di Valori, incontra Cecilia Strada e a seguire la proiezione di “Eldorado”, di Markus Imhoof (distribuito da ZaLab); sabato 7 la rassegna chiuderà con un incontro a due tra Lorenzo Marsili, autore di “La tua patria è il mondo intero” e “La guerra di tutti” di Alberto Ventura e la proiezione di “Le ultime cose”, di Irene Dionisio, storie intorno al banco dei pegni di Torino. Venerdì 6 la rassegna di sposterà a Cango Centro Nazionale di produzione Virgilio Sieni, dove Mauro Meggiolaro incontrerà Joris Luyendijk, autore di “Nuotare con gli squali”, libro tratto dalla suo blog sul Guardian Voices of finance, da cui è stato tratto il documentario omonimo, che sarà proiettato a seguire.

 

Ecco il programma:

 

Venerdì 30 agosto – PARADISI FISCALI 
Dibattito con Misha Maslennikov, policy advisor di Oxfam Italia
Proiezione del film “Panama Papers”, documentario, di Alex Winter, USA 2018, 96min
In collaborazione con DIG, che si ringrazia per la traduzione e sottotitolatura 
Introduce Vittorio Iervese, presidente Festival dei Popoli

 

Sabato 31 agosto – AMBIENTE
Presentazione del libro Il clima è (già) cambiato. 9 buone notizie sul cambiamento climatico, alla presenza dell’autore, Stefano Caserini, con Giorgio Ricchiuti, Università degli Studi di Firenze e Verdi Firenze.
Proiezione del film “Il sale della terra”, di Wim Wenders, Brasile Italia Francia 2014, 100min
Introduce Vittorio Iervese, presidente Festival dei Popoli

 

Giovedì 5 settembre – DIRITTI UMANI 
Incontro con Cecilia Strada (Mediterranea), intervistata da Rosy Battaglia, giornalista di Valori.it, esperta di giornalismo civico.
Proiezione del film “Eldorado” (2018), regia di Markus Imhoof, Documentario – Svizzera, Germania, 2018, durata 92 minuti – Introduce Vittorio Iervese, presidente Festival dei Popoli

 

Venerdì 6  settembre – FINANZA 

Fuori Festival a CANGO Cantieri Goldonetta, via Santa Maria 23/25, Firenze
h 20.30 – Presentazione del libro
Nuotare con gli squali. Il mio viaggio nel mondo dei banchieri, Einaudi 2016
alla presenza dell’autore, Joris Luyendijk, Mauro Meggiolaro (Fondazione Finanza Etica)
Introduce Simone Siliani
Proiezione del documentario “Voices of finance”, docu-dance film di Clara Van Gool,  Paesi Bassi, 35 min
Introduce Vittorio Iervese, presidente Festival dei Popoli

 
Sabato 7 settembre – DEBITO 
Presentazione dei libri
La guerra di tutti, Minimum Fax 2019 e La tua patria è il mondo intero, Laterza 2019
alla presenza degli autori, Raffaele Alberto Ventura e Lorenzo Marsili. Modera Simone Siliani
Proiezione del film “Le ultime cose”, di Irene Dioniso, Italia, Francia, Svizzera, 2016, durata 85 minuti
Introduce Vittorio Iervese, presidente Festival dei Popoli

 

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'economia in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Una studentessa lancia in Italia il motore di ricerca che finanzia progetti virtuosi

Tutela multirischi per il volontariato: la nuova proposta di CAES per il Terzo Settore
Tutela multirischi per il volontariato: la nuova proposta di CAES per il Terzo Settore

La carta conto di Banca Etica per la tua organizzazione

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Condannati ad estinguerci (ma è davvero così?) – #424

|

Al via le proteste di Extinction Rebellion Italia per chiedere giustizia climatica

|

A testa alta: “Vaccini e green-pass qual è la verità?” Un appello al mondo della scuola

|

#59 – Sant’Anna di Valdieri: il borgo recuperato dalle donne che credono nella montagna

|

Viviamo il capodanno 2022 in stile comunitario, progettando un ecovillaggio?

|

Alberi autoctoni da ripiantare dopo le feste per un Natale sostenibile

|

La terra dei Piripkura incontattati invasa e distrutta per la produzione di carne

|

L’abete rosso sacrificato per il Natale del Vaticano sta morendo ma “parla” ancora