12 Set 2019

Inaugura la Libera Università del Bosco!

Sabato 21 settembre si terrà la festa inaugurale del progetto della Libera Università del Bosco, lanciato dalla Cooperativa Sociale Liberi Sogni Onlus. Incontri, presentazioni dell'offerta formativa e tante attività in natura costituiscono il ricco programma della giornata.

Monza - Il 21 settembre si terrà la festa di inaugurazione della Libera Università del Bosco del Monte di Brianza, un progetto educativo fondato sull’esperienza diretta in natura, un’università unica nel suo genere, profondamente inserita nel tessuto sociale del territorio, capace di connettere le diverse generazioni, vivendo il bosco come una palestra di esperienze e di apprendimento.

libera università del bosco 3In occasione della giornata verrà lanciato il piano di offerta formativa della LUB: percorsi esperienziali, laboratori manuali, percorsi artistici, itinerari di riscoperta del bosco progettati insieme ad una ventina di docenti, esperti e assidui frequentatori del bosco. Durante l’evento si aprirà un confronto sul tema “Giovani, ambiente naturale e green jobs” durante il quale interverranno Stefano Laffi, ricercatore sociale esperto nel coinvolgimento dei giovani, e Marcella Danon, giornalista ed ecopsicologa.

 

Durante la giornata si svolgeranno molte attività che prevedono un’immersione totale nella natura, come l’escursione guidata alla scoperta del nuovo Itinerario del Castagno e delle opere di land art. Sarà un percorso volto a riscoprire la cultura legata a una pianta che fu un tempo regina di queste terre. Tra radure e cascine si potrà dialogare con la storia e con le voci di chi ha vissuto l’ultimo periodo della Brianza contadina. Si camminerà riscoprendo saperi, mestieri e architettura. Lungo il tragitto sarà possibile ammirare le opere di land art realizzate quest’estate da alcuni artisti con i materiali del bosco. Si raccomanda abbigliamento comodo e scarpe adatte. Il percorso è facile e adatto a tutti, grandi e piccoli.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

 

La Libera Università del Bosco è un progetto della Cooperativa Sociale Liberi Sogni Onlus, realtà che mira a inventare occasioni e strumenti per favorire armonia con la natura. Per farlo usa la sua grande esperienza aiutata dalle competenze di operatori che collaborano con la cooperativa. È un percorso che non si ferma ai tanti campi estivi, giornate ecologiche, escursioni e laboratori che organizziamo ma rappresenta un valore che guida le scelte quotidiane, la comunicazione, le relazioni, i progetti e gli spazi che la cooperativa gestisce. L’idea è di agire come uno scultore che crea non aggiungendo ma togliendo il superfluo per arrivare all’essenza. La natura stessa è una fonte d’ispirazione per tutti noi e imparare a conoscerla aiuta a farci star bene.

libera università del bosco 2

«In un epoca che sembra propendere sempre di più verso la modernità urbanizzata, la tecnologia e la rapidità – ha detto Marcella Danon – tornare nei boschi, nei piccoli paesi e ridare un senso a stili e ritmi di vita dimenticati può sembrare folle ma la visione di cui ci facciamo portavoce è quella che trae ispirazione dagli insegnamenti stessi della natura, che ha grande esperienza nel sopravvivere e prosperare su questo pianeta. La nostra civiltà cosiddetta moderna è giovane e può avere molto da imparare da ecosistemi che hanno vita ben più lunga di quelli urbani, di recentissima diffusione».

 

Clicca qui per consultare il programma completo della giornata.

 

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Un parco giochi diffuso può valorizzare i centri storici? In val Borbera sì, è GioCabella!
Un parco giochi diffuso può valorizzare i centri storici? In val Borbera sì, è GioCabella!

Tre donne prendono in gestione il parco Barontini e lo trasformano in uno spazio di socialità
Tre donne prendono in gestione il parco Barontini e lo trasformano in uno spazio di socialità

Alla Piccola Ghianda Magica si gioca e si impara immersi in un bosco di tigli
Alla Piccola Ghianda Magica si gioca e si impara immersi in un bosco di tigli

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi