Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
3 Dic 2019

Restauro Ambientale Sostenibile: il bando per valorizzare la tua città!

Hai in mente un progetto concreto e sostenibile per la rigenerazione, la protezione e la valorizzazione del patrimonio naturale in Piemonte e Liguria? “Restauro Ambientale Sostenibile” è il bando promosso da Compagnia di San Paolo per la realizzazione di progetti concreti e sostenibili per rafforzare la resilienza delle aree maggiormente antropizzate e affrontare le sfide ambientali.

«Con un altro sguardo un’area disabitata della città può trasformarsi in un nuovo paesaggio, ad esempio un giardino urbano, diventare la casa di centinaia di specie di piante e animali e il salotto all’aperto di chi abita nella zona. Con un altro sguardo un’area fuori città può diventare un parco attrezzato e ricco di vita, un canale ripulito, un percorso navigabile, un sentiero lungo il fiume e un posto in prima fila per fare birdwatching.  Investire su questo patrimonio è la prima spinta per generare una cascata di buone notizie: aria pulita, raffreddamento nelle estati torride, contrasto ai cambiamenti climatici e anche nuovi posti di lavoro e occasione di incontro».

Così si presenta il Bando “Restauro Ambientale Sostenibile” promosso da Compagnia di San Paolo, che intende sollecitare progetti concreti e sostenibili per la rigenerazione, la protezione e la valorizzazione del patrimonio naturale delle aree maggiormente antropizzate dei territori di Piemonte e Liguria.

Vuoi cambiare la situazione di informazione e comunicazione in italia?

ATTIVATI

Come spiegato dalla descrizione del progetto, in queste aree vi è una diffusa e crescente preoccupazione per la grave pressione cui è oggi sottoposto il nostro capitale naturale: il patrimonio di biodiversità, di ecosistemi e di tessuto naturale del pianeta sta depauperandosi come conseguenza diretta o indiretta delle attività antropiche e su questo aspetto è necessario innestare nuove progettualità basate su azioni concrete. Occorre mantenere sani, vitali e resilienti i sistemi naturali, in particolare per quanto riguarda le aree urbane e periurbane.

Infatti, è proprio nei contesti nei quali la pressione antropica è più forte che gli interventi di valorizzazione e tutela del capitale naturale possono apportare i maggiori benefici e contrastare la deturpazione che i nostri paesaggi hanno spesso subito. Incrementare il capitale naturale di un’area ha impatti positivi sugli abitanti in termini strettamente ambientali: la presenza di aree verdi in città può mitigare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici, aumentare la capacità di assorbimento del suolo in caso di forti piogge, fornire un effetto di raffrescamento in caso di ondate di calore e contribuire all’assorbimento di CO2 in atmosfera. Inoltre, ha ricadute positive in ambito sociale, culturale ed economico, concorrendo al miglioramento della qualità della vita.

Fonte: Freepik

Obiettivi del bando

I progetti che parteciperanno al bando dovranno riuscire a connettere specifiche finalità ambientali con il benessere sociale e le prospettive di sviluppo della comunità e rafforzare la resilienza dei territori rispetto alle sfide ambientali. Oltre all’intervento specifico sul patrimonio naturale, dovranno prevedere anche azioni collaterali di sensibilizzazione ed educazione ambientale. I progetti, inoltre, potranno essere presentati da un unico ente o in partenariato e dovranno avere fruibilità pubblica, per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • aumentare la dotazione naturale dei centri urbani/periurbani di Piemonte e Liguria
  • incentivare la cultura della tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale locale
  • rafforzare il ruolo del capitale naturale nelle strategie di pianificazione e sviluppo territoriale
  • supportare i processi di inclusione sociale, sviluppo economico e valorizzazione culturale
  • favorire la responsabilizzazione dei cittadini rispetto al patrimonio dei loro territori
  • rafforzare i legami di cooperazione e solidarietà nella comunità
  • promuovere l’educazione ambientale

Disposizioni finanziarie

Il contributo potrà andare da un minimo di € 75.000 a un massimo di € 350.000. Il contibuto non potrà comunque essere superiore al 75% dei costi. I progetti dovranno prevedere un periodo di manutenzione e monitoraggio pari ad un minimo di 5 anni, da inserire nel piano progettuale.

Scadenza di presentazione delle domande

Il termine di presentazione delle domande è previsto per il giorno 28 febbraio 2020 alle ore 17.00 seguendo le modalità indicate nel bando Restauro Ambientale Sostenibile.

#IoNonMiRassegno 24/1/2020

|

La Fondazione Laureus a Roma, tra Calcio Sociale, basket e pallavolo

|

Foodbusters: acchiappacibo in azione per salvare gli avanzi degli eventi

|

Così le compagnie fossili denunciano gli Stati per bloccare la transizione ecologica

|

Vazapp, l’hub che insegna ai contadini a coltivare… le relazioni! – Io faccio così #276

|

Un chilometro al giorno: la passeggiata che diventa lezione nelle scuole

|

Costituita a Roma la RIES, Rete Italiana per l’Economia Solidale

|

Blocco del traffico contro lo smog? Servono misure a lungo termine

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l'editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.