6 Mag 2020

Ma quindi possiamo davvero cambiare le cose? – Matrix è dentro di noi #4

Scritto da: Daniel Tarozzi

Vi proponiamo la quarta puntata di Matrix è dentro di noi. Questa settimana Daniel Tarozzi si confronta con Francesco Rosso, amministratore di Macrolibrarsi e fondatore de La fattoria dell'autosufficienza. Tra gli argomenti del giorno, la fase 2, i vaccini, i grandi temi della libertà e della responsabilità, nonché di resilienza e imprenditorialità.

Partiamo dall’attualità. Questa è una settimana particolare, dopo quasi due mesi di “chiusura forzata” in casa, anche se in modo disordinato, abbiamo riacquistato il diritto a uscire di casa… Lo possiamo fare per lavorare, per motivi di salute e per vedere i misteriosi congiunti. Cugini di sesto grado sì, ma amici fraterni no. Molto è stato detto su queste distinzioni ma forse il problema più grande è davvero la de-responsabilizzazione dei “cittadini”, degradati ad essere semplici sudditi da controllare.

Mille sarebbero gli aspetti che vorrei approfondire, dai cicli produttivi delle mascherine e dalla loro effettiva utilità, alle priorità che il mondo in cui viviamo sembra seguire e così via. Ma tutto non si può fare in una sola puntata.

L’ospite di oggi, però, non è casuale. Ho infatti deciso di ospitare in questa puntata Francesco Rosso, un vero agente del cambiamento, amministratore di Macrolibrarsi, fondatore della Fattoria dell’autosufficienza, ma soprattutto essere umano in continua ricerca e trasformazione.

Ho avuto il piacere di conoscere Francesco molti anni fa, quando ho collaborato con la Macro Edizioni e di ritrovarlo poi tra i protagonisti del tavolo informazione nelle Visioni 2040.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

“Ogni giorno cerco di superare il mio precedente io”, questa frase – che ho raccolto dalla sua descrizione su Facebook – ben introduce la puntata di oggi. Possiamo cambiare veramente? Per farlo ripercorriamo con lui la crescita come imprenditore, la fondazione della Fattoria dell’autosufficienza, ma anche l’essere nel mondo come adulto non vaccinato, che non ha mai assunto un farmaco.

Per approfondire, dopo aver visto la puntata, vi invitiamo a leggere i nostri articoli che lo riguardano. Intanto buon cambiamento a tutti e non dimentichiamo mai che… Matrix è dentro di noi!

Articoli simili
Tazze Pazze: «Per noi caffè significa sostenibilità, dalla piantagione alla tazzina» #8
Tazze Pazze: «Per noi caffè significa sostenibilità, dalla piantagione alla tazzina» #8

Utopie minimaliste: solo la consapevolezza può salvare il mondo dal collasso
Utopie minimaliste: solo la consapevolezza può salvare il mondo dal collasso

AIED: consultori, contraccezione ed educazione sessuale ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #17
AIED: consultori, contraccezione ed educazione sessuale ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #17

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Fra agroecologia e abitare sostenibile prosegue il percorso di Seminare Comunità

|

Utopie minimaliste: solo la consapevolezza può salvare il mondo dal collasso

|

Dal Giglio elle Eolie, buone pratiche e criticità delle isole minori italiane

|

Canapa industriale: perché in Italia siamo così indietro?

|

Pet and Breakfast: il luogo per un soggiorno green con i nostri amici animali

|

#pagenotfound, la campagna “salvanegozi” che vuole tenere in vita i piccoli produttori

|

Nell’antico borgo di Oscata si impara a fare ceste e cera d’api