11 Dic 2020

Fa rima con futuro: il libro che spiega ai piccoli i grandi problemi del mondo

Scritto da: Emanuela Sabidussi

Fa rima con futuro è una raccolta di filastrocche che trattano temi come l'ecologia, il cambiamento climatico, il riciclo di materiali, il rispetto delle risorse e la scoperta di come vivono gli animali selvaggi. L'obiettivo? Sensibilizzare bambini e le loro famiglie ai grandi temi che in questo momento storico ledono l'ambiente.

Genova - Ho conosciuto Valentina D’Amora a giugno di quest’anno, quando ha iniziato a collaborare con la redazione di Italia che Cambia, per l’allora progetto nascente di Liguria che cambia. Valentina è una persona poliedrica: energia, talento, sensibilità e capacità organizzative si mescolano in lei ottenendo un mix scintillante e mai scontato. È un’educatrice ambientale, mamma di una bellissima bambina dal nome della Terra, redattrice e autrice di libri, oltre che responsabile della sezione ligure della nostra testata. Ha appena pubblicato un libro dal titolo “Fa rima con futuro” (PubMe, Collana Gemma ViVa edizioni): una raccolta di filastrocche scritte da lei e accompagnate da illustrazioni di una ventina di artisti di diverse provenienze.

farimafuturo2

Si tratta di un libro per sensibilizzare bambini dai cinque anni in su, a temi come l’ecologia, il cambiamento climatico, il riciclo di materiali, il rispetto delle risorse e la scoperta di come vivono gli animali selvaggi.
All’interno delle diverse pagine dedicate alle singole tematiche sono presenti inoltre anche dei box rivolti agli adulti che accompagnano i più piccoli alla lettura, per fornire loro informazioni utili ad affrontare insieme i singoli temi trattati.

Ho rivolto qualche domanda a Valentina per capire meglio di cosa si tratta, e per farmi raccontare da lei questa bella esperienza di narrazione per piccoli di temi di cui si occupa da anni.

Come è nata l’idea di questo libro?
L’idea è nata con l’intento di semplificare il lavoro degli educatori e degli insegnanti che cercano di veicolare ai bambini valori importanti, inerenti all’ambiente e non ne hanno gli strumenti. Da educatrice ambientale so bene quanto sia difficile affrontare con i più piccoli temi d’attualità come il cambiamento climatico, per questo ogni filastrocca è corredata da un box rivolto agli adulti, che contestualizza il fenomeno a cui fanno riferimento le rime, in modo da rendere anche i grandi parte (ancora più) attiva della lettura.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Cosa ti ha spinto a scrivere un libro sotto forma di filastrocche per bambini?
Tradurre in un linguaggio più semplice, senza banalizzare i concetti, è stato un lavoro che mi ha preso molto tempo. L’ulteriore passaggio della rima ha complicato ulteriormente il tutto, ma credo che a livello di resa sia stata una scelta importante per la musicalità e la semplicità con cui restano in mente di chi legge. D’altronde, l’obiettivo è che i bambini se le ricordino e, perché no, le canticchino anche! Certo non sono tutte adatte, ma le rime riescono a rendere più “digeribili” anche concetti più complessi e articolati.

copertinafarimaconfuturo

Chi sono i “venti gentili artisti hanno dato il loro contributo a titolo gratuito” per la realizzazione di questo libro?
Ho avuto il piacere di collaborare con 24 artisti di tutta Italia (tra cui una che vive un UK) che hanno tradotto in immagini i miei testi, trasformando le mie parole in magnifiche immagini, ognuno secondo il proprio stile. Tutti però sono riusciti a cogliere nel segno, commuovendomi ogni volta che mi consegnavano le loro tavole.

I proventi della vendita del libro sosterranno anche Worldrise. Ce la presenti per chi non la conoscesse?
Worldrise è un’associazione che si occupa di tutela del mare. Ho scelto loro perché ho fatto una riflessione. Da marzo le mascherine sono diventate un oggetto familiare, una specie di “protesi” per proteggerci. Questi dispositivi, però, rappresentano l’ennesimo schiaffo al nostro ambiente, in particolare ai nostri mari e alle loro meravigliose creature. Proprio recentemente, un’associazione francese ha stimato che oggi il mare sia popolato «più da mascherine che da meduse» (Fonte: Associazione Opération Mer Propre – Operazione Mare Pulito).

ValentinaGemmaVivaEdizioni.jpg
Valentina d’Amora

Come ti ha cambiato, se l’ha fatto, scrivere questo libro?
Sono cresciuta in un certo senso. La grande svolta di questo lavoro sono stati i numerosi ostacoli che lo hanno costellato, ma la mia tenacia mi ha permesso di andare avanti e far sì che questo libro vedesse finalmente la luce. Per me, ma anche per tutti gli illustratori che hanno donato le loro tavole per questo progetto. Uno di loro, a cui sono davvero molto grata, Fabio Ruwett, ha anche impaginato con eleganza il tutto, rendendolo un lavoro delicato, pulito e di piacevole lettura. Sfogliandolo ora si può dire che ne sia valsa la pena.

Quali sono, se ci sono, i tuoi progetti e desideri per il futuro?
È appena uscito un libro scritto da me e illustrato da Licia Baldini sul lupo, che vuole sfatare tutti i falsi miti su questo affascinante animale e racconta la sua vera vita. Il prossimo? Parlerà delle api, quello dopo ancora del magico potere dei lombrichi.

Per acquistare il libro clicca qui!

Articoli simili
In nome del mare, “stop alla pesca eccessiva”

ReLand: in Piemonte il primo parco al mondo per la resilienza e il riuso

FloraCult: Italia che Cambia alla mostra dei fiori di Roma

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Microfinanza: l’economia a misura di persona riparte dalla Calabria

|

In Sudafrica per proteggere gli animali: la storia di Alberto e Francesco

|

“È stregoneria”, ovvero come il colonialismo europeo ha cancellato millenni di storia africana

|

Maghweb: raccontare il cambiamento è parte integrante dell’azione sociale

|

La nuova vita di Claudio e Lara, custodi di un antico castagneto sul Pratomagno

|

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”