Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
16 Feb 2021

Interazione di qualità, anche online: ecco come imparare a lavorare bene in gruppo e a distanza

Scritto da: Redazione

In partenza il prossimo 2 marzo il corso breve intitolato “Lavorare insieme online nella nuova normalità post-corona virus”, organizzato da Scuola Capitale Sociale in collaborazione con Avventura Urbana Srl, Genius Loci, Florence School of Dialogue e MAGESCO, il Master in Gestione dei Conflitti dell’Università di Firenze e dell’Università di Torino.

La pandemia ha rivoluzionato completamente il modo di interagire e di relazionarci con gli altri. In pochissimo tempo infatti abbiamo dovuto trasferire online la maggior parte delle nostre attività, imbattendoci in nuovi disagi e difficoltà pressoché inedite. Rimanere attenti durante una videocall, non perdere mai la concentrazione, partecipare attivamente anche attraverso lo schermo di un PC possono essere considerati ormai delle abilità fondamentali, necessarie per qualunque gruppo di lavoro che desideri mantenere inalterate efficienza e motivazione.

Con queste premesse, il corso “Lavorare insieme online nella nuova normalità post-corona virus” si propone di trasmettere ai partecipanti i principi guida e le tecniche per riuscire a cooperare efficacemente anche a distanza, con particolare riguardo alla gestione dei gruppi di lavoro in ambiente virtuale.

Come si costruiscono relazioni di qualità online? Quali sono gli elementi che influenzano il nostro interagire con gli altri, la qualità del confronto e i risultati che otteniamo? E come allestire contesti di lavoro fruttuosi e produttivi, anche in rete? Alternando momenti di lezione frontale a sessioni di laboratorio e attività in piccoli gruppi, il percorso cercherà di rispondere a queste domande in dieci ore di didattica ripartire in quattro moduli settimanali.

Gli incontri sono pensati per tutti coloro che ricoprono funzioni di coordinamento e organizzazione all’interno di enti pubblici, imprese, associazioni del terzo settore e società private, ma sono aperti a chiunque sia chiamato, per lavoro o interessi personali, a interagire con gli altri in modalità online.

A guidare i partecipanti due professionisti del settore: Gerardo de Luzenberger, docente di gestione partecipata dei progetti all’Università di Trento e organizzatore di #FACILITA, la conferenza italiana facilitatori; e Iolanda Romano, esperta di processi deliberativi e di mediazione dei conflitti pubblici, ex-commissario di governo per la linea ferroviaria del Terzo Valico.

Il corso è realizzato in partnership con Avventura Urbana srl, società di consulenza con esperienza trentennale nella progettazione e gestione di processi inclusivi e mediazione dei conflitti; Florence School of Dialogue, la scuola fiorentina per l’educazione al dialogo interreligioso; Genius Loci, scuola di facilitazione; MAGESCO, il Master in Gestione dei Conflitti dell’Università di Firenze e dell’Università di Torino.

Iscrizioni aperte fino al 22 febbraio fino a esaurimento posti (max. 30 partecipanti). Per iscriversi rivolgersi a segreteria@scuolacapitalesociale.it o visitare la pagina web del corso.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

L’Ilva dei Riva a processo per distruzione ambientale – Io Non Mi Rassegno #319

|

Solidarietà allo spazio sociale romano Ex Lavanderia

|

All’Università di Torino si insegnano benessere e felicità agli studenti

|

Eticar, la polizza auto si fa etica

|

A Padova la rigenerazione urbana passa dal digitale

|

Segui i nostri aggiornamenti quotidiani dal camper di Italia Che Cambia!

|

“Abbiamo comprato una casa e la destineremo a dei rifugiati”

|

L’ENPA contro le Province Autonome: “Basta abbattere i lupi”