26 Mag 2021

Fashion Revolution: l’economia circolare alla portata di tutti!

Un percorso dedicato a chiunque voglia approfondire i temi cardine dell'economia circolare per lanciare un'idea imprenditoriale innovativa, migliorare la sua vita personale e professionale o anche solo ampliare il proprio bagaglio di conoscenze. Si chiama Fashion Revolution is Young ed è un'iniziativa ideata dall'associazione La Terza Piuma, in collaborazione con Italia Che Cambia e Solidarius. Ecco tutti i dettagli.

Fashion Revolution, la rivoluzione della moda. Il nome di questa iniziativa dedicata all’economia circolare deriva dall’impegno pluriennale dell’associazione promotrice – la bergamasca La Terza Piuma – nel settore della moda etica, ma anche da una concezione più ampia del termine “moda”, che può essere inteso anche come tendenza. Già, perché il cambiamento che Fashion Revolution intende innescare non è solo operativo, ma anche culturale.

Ma di cosa si tratta in concreto? Due corsi residenziali della durata di un weekend ciascuno nella splendida cornice della Valle Imagna, ospitati dall’ostello Il Sentiero, interessante progetto di turismo consapevole e riscoperta del territorio avviato con coraggio da un gruppo di giovani della valle.

fashion revolution 2

I temi sul piatto saranno quelli dell’economia circolare. Si parlerà di come applicare nella quotidianità di tutti noi i principi della circolarità, da contrapporre al consumismo sfrenato, alla cultura dell’usa e getta, all’obsolescenza programmata e pianificata, alla fast fashion e a tutte quelle cattive pratiche che caratterizzano un modello economico predatorio, studiato per garantire il guadagno di pochi a scapito di enormi conseguenze sul piano sociale e ambientale.

I quattro giorni complessivi di corso consentiranno ai partecipanti di acquisire maggiore consapevolezza sull’economia circolare e solidale, con l’obiettivo di aprire nuovi orizzonti occupazionali e nuove opportunità di relazione. Sarà un’opportunità per conoscere una prospettiva “diversa” nell’ambito dell’economia e delle attività lavorative di nuova generazione, in particolare per i giovani e per tutti coloro che vogliono approcciarsi all’economia in modo più sostenibile. 

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Selena Meli di Italia Che Cambia – che insieme a La Terza Piuma e Solidarius Italia promuove l’iniziativa – racconterà ai partecipanti le storie di chi ce l’ha fatta, dei progetti che nel nostro paese hanno già trovato modalità solide ed efficaci per applicare i principi dell’economia circolare al settore della moda, dimostrando che un modo diverso di fare impresa è possibile ed è anche capace di garantire la giusta e legittima sostenibilità economica.

fashion revolution young 2 1

Nel corso dei due weekend previsti – il 26-27 giugno e il 10-11 luglio – interverranno anche le formatrici di Solidarius, Soana Tortora e Chiara Bonifazi, che accompagneranno i partecipanti in un percorso che li condurrà a essere imprenditori di loro stessi. Ma non è tutto! Per chi vorrà, La Terza Piuma proporrà – in collaborazione con le realtà partner del progetto – un tirocinio formativo nei mesi di settembre e ottobre. Ci si reincontrerà poi a novembre 2021 per capire come saranno andate le diverse esperienze ed elaborare futuri percorsi professionali insieme.

È significativo che questa interessante iniziativa sia nata proprio a Bergamo, una delle zone d’Italia che ha pagato il tributo più consistente alla pandemia di covid, sia in termini epidemici che dal punto di vista delle ripercussioni socio-economiche. Nella città orobica e fra le sue operose valli da diverso tempo questi temi circolano con sempre maggiore intensità, ponendo le basi per un reale cambio di paradigma in quest’epoca di ricostruzione dopo la distruzione.

Per saperne di più cliccate qui oppure consultate il sito de La Terza Piuma.

Vuoi cambiare la situazione di
cicli produttivi e rifiuti in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Italia a piccoli passi: due mamme in viaggio per raccontare il Bel Paese
Italia a piccoli passi: due mamme in viaggio per raccontare il Bel Paese

Busket, la start-up che sostiene e mette in rete i panificatori artigianali
Busket, la start-up che sostiene e mette in rete i panificatori artigianali

Mille studenti uniti per rendere le loro scuole plastic free
Mille studenti uniti per rendere le loro scuole plastic free

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Le “follie” del Centro America, fra criptovalute e nuove dittature – Io Non Mi Rassegno #386

|

Italia a piccoli passi: due mamme in viaggio per raccontare il Bel Paese

|

Etichetta Consapevole: voi sapete come leggerla?

|

La storia di Lorenza: “Così la ceramica mi ha insegnato a vivere la vita con lentezza”

|

Asili nel bosco, una “foresta di relazioni” per un futuro migliore

|

Humus Job, la rete di aziende etiche per un’agricoltura consapevole – Io faccio così #328

|

Ricominciamo 2021: il Casentino riparte all’insegna di arte, musica e natura

|

Impariamo dagli animali a stare bene con noi stessi e con gli altri