14 Giu 2021

Azioni Generative, la piattaforma per scambiare buone pratiche

Scritto da: Lorena Di Maria

Azioni Generative, iniziativa del progetto Abito, è una piattaforma che propone piccole o grandi buone azioni quotidiane che possono aiutare chi è in difficoltà, ispirare altre persone e generare un cambiamento nella comunità. Lo scopo è favorire la consapevolezza e la circolazione di idee per trasformare positivamente la propria vita e quella altrui.

Torino - A Torino il Progetto Abito ha dato vita alla piattaforma di “Azioni Generative”, un portale web collaborativo in cui le persone possono ispirarsi reciprocamente condividendo le loro buone azioni. «Ogni seme è già pianta, così come ogni buona azione è già cambiamento; questa è l’idea di Azioni Generative: se sei un’associazione o un individuo che si occupa di un problema o di un bisogno e sai come risolverlo, attivati e condividi il tuo racconto; altri potrebbero prendere spunto, aiutarti o replicare altrove la tua idea».

Abito nasce a Torino come progetto di scambio e trasformazione di vestiti di seconda mano per contrastare la povertà e favorire l’integrazione di persone bisognose. Come ci raccontano Giorgio Ceste ed Elisa Valenti, «abbiamo deciso di ampliare il nostro progetto con la costruzione di un portale web in seguito al periodo pandemico e di chiusura che ha fatto sì che per diverso tempo venissero sospese le azioni di volontariato, di mutuo aiuto e solidarietà sul territorio».

Azioni Generative1
Foto di Dui Hoang tratta da Unsplash

Così Abito ha trasformato le “buone azioni” in “azioni generative”: non solo idee o sogni, ma grandi e piccoli gesti quotidiani che possono aiutare a migliorare la vita della comunità in cui viviamo. Infatti, come ci viene raccontato, «il principale beneficiario della tua azione è la comunità. Attraverso queste piccole o grandi azioni possiamo aiutare chi è in difficoltà, ma anche ispirare altre persone e generare cambiamento all’interno della comunità, migliorare il pianeta e costruire nuovi stili di vita. Quindi, se sei un individuo o un’associazione che si occupa di un problema e sa come risolverlo, attivati e condividi il tuo racconto. Altri potrebbero prendere spunto o replicare altrove la tua idea!».

Il loro motto potrebbe essere “Fai una buona azione e passa il favore”: nel portale è infatti presente il blog all’interno del quale chiunque può raccontare la propria esperienza personale di cambiamento positivo e condividerla con altri. In questo modo comprare a chilometri zero o donare vestiti diventa un’esperienza non più individuale ma diffusa, per dire: “Io ho fatto questa cosa, falla anche tu!”.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Azioni Generative4 1

Nella sezione delle azioni sono poi presenti decine di spunti: dona vestiti, aiuta le persone anziane con le attività di giardinaggio, compra prodotti vicini alla scadenza, pianta un seme, compra vestiti di seconda mano, cancella le newsletter. Azioni concrete proposte da realtà come Legambiente o come la Decrescita Felice, da anni attive su temi ambientali e sociali e che collaborano al progetto.

Per diventare parte di questo cambiamento collettivo, chiunque può scegliere dall’elenco presente sulla piattaforma una delle azioni proposte, in modo da generare del bene alla comunità e per fornire un aiuto alle persone in difficoltà, condividendola con altre persone tramite i social. Successivamente è possibile ritornare sul sito e compilare il form di partecipazione, in modo che l’azione diventi parte del contatore di Azioni Generative e diventi un racconto sul blog.

Vuoi cambiare la situazione di
cicli produttivi e rifiuti in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
La Barista Disoccupata: cambiare vita e lavoro nel segno dell’economia circolare
La Barista Disoccupata: cambiare vita e lavoro nel segno dell’economia circolare

Kymia, la start up che dallo scarto del pistacchio produce prodotti cosmetici di nicchia
Kymia, la start up che dallo scarto del pistacchio produce prodotti cosmetici di nicchia

Quanto costa la nostra energia al pianeta? Tra fonti fossili e rinnovabili, ecco i rifiuti che produciamo
Quanto costa la nostra energia al pianeta? Tra fonti fossili e rinnovabili, ecco i rifiuti che produciamo

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi