14 Giu 2021

Azioni Generative, la piattaforma per scambiare buone pratiche

Scritto da: Lorena Di Maria

Azioni Generative, iniziativa del progetto Abito, è una piattaforma che propone piccole o grandi buone azioni quotidiane che possono aiutare chi è in difficoltà, ispirare altre persone e generare un cambiamento nella comunità. Lo scopo è favorire la consapevolezza e la circolazione di idee per trasformare positivamente la propria vita e quella altrui.

Torino - A Torino il Progetto Abito ha dato vita alla piattaforma di “Azioni Generative”, un portale web collaborativo in cui le persone possono ispirarsi reciprocamente condividendo le loro buone azioni. «Ogni seme è già pianta, così come ogni buona azione è già cambiamento; questa è l’idea di Azioni Generative: se sei un’associazione o un individuo che si occupa di un problema o di un bisogno e sai come risolverlo, attivati e condividi il tuo racconto; altri potrebbero prendere spunto, aiutarti o replicare altrove la tua idea».

Abito nasce a Torino come progetto di scambio e trasformazione di vestiti di seconda mano per contrastare la povertà e favorire l’integrazione di persone bisognose. Come ci raccontano Giorgio Ceste ed Elisa Valenti, «abbiamo deciso di ampliare il nostro progetto con la costruzione di un portale web in seguito al periodo pandemico e di chiusura che ha fatto sì che per diverso tempo venissero sospese le azioni di volontariato, di mutuo aiuto e solidarietà sul territorio».

Azioni Generative1
Foto di Dui Hoang tratta da Unsplash

Così Abito ha trasformato le “buone azioni” in “azioni generative”: non solo idee o sogni, ma grandi e piccoli gesti quotidiani che possono aiutare a migliorare la vita della comunità in cui viviamo. Infatti, come ci viene raccontato, «il principale beneficiario della tua azione è la comunità. Attraverso queste piccole o grandi azioni possiamo aiutare chi è in difficoltà, ma anche ispirare altre persone e generare cambiamento all’interno della comunità, migliorare il pianeta e costruire nuovi stili di vita. Quindi, se sei un individuo o un’associazione che si occupa di un problema e sa come risolverlo, attivati e condividi il tuo racconto. Altri potrebbero prendere spunto o replicare altrove la tua idea!».

Il loro motto potrebbe essere “Fai una buona azione e passa il favore”: nel portale è infatti presente il blog all’interno del quale chiunque può raccontare la propria esperienza personale di cambiamento positivo e condividerla con altri. In questo modo comprare a chilometri zero o donare vestiti diventa un’esperienza non più individuale ma diffusa, per dire: “Io ho fatto questa cosa, falla anche tu!”.

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Azioni Generative4 1

Nella sezione delle azioni sono poi presenti decine di spunti: dona vestiti, aiuta le persone anziane con le attività di giardinaggio, compra prodotti vicini alla scadenza, pianta un seme, compra vestiti di seconda mano, cancella le newsletter. Azioni concrete proposte da realtà come Legambiente o come la Decrescita Felice, da anni attive su temi ambientali e sociali e che collaborano al progetto.

Per diventare parte di questo cambiamento collettivo, chiunque può scegliere dall’elenco presente sulla piattaforma una delle azioni proposte, in modo da generare del bene alla comunità e per fornire un aiuto alle persone in difficoltà, condividendola con altre persone tramite i social. Successivamente è possibile ritornare sul sito e compilare il form di partecipazione, in modo che l’azione diventi parte del contatore di Azioni Generative e diventi un racconto sul blog.

Vuoi cambiare la situazione di
cicli produttivi e rifiuti in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Una festa ad Altravelocità per costruire un “noi tutti”

Il Casentino che Cambia!
Il Casentino che Cambia!

Economia circolare, un atto di coraggio per ripensare il sistema

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Condannati ad estinguerci (ma è davvero così?) – #424

|

Al via le proteste di Extinction Rebellion Italia per chiedere giustizia climatica

|

A testa alta: “Vaccini e green-pass qual è la verità?” Un appello al mondo della scuola

|

#59 – Sant’Anna di Valdieri: il borgo recuperato dalle donne che credono nella montagna

|

Viviamo il capodanno 2022 in stile comunitario, progettando un ecovillaggio?

|

Alberi autoctoni da ripiantare dopo le feste per un Natale sostenibile

|

La terra dei Piripkura incontattati invasa e distrutta per la produzione di carne

|

L’abete rosso sacrificato per il Natale del Vaticano sta morendo ma “parla” ancora