30 Set 2021

Api, nasce il gruppo di lettura per conoscerle e aiutarle

Scritto da: Redazione

Dalla conoscenza deriva il potere. Il potere di cambiare, di fare, di aiutare. È per questo che due professioniste del web appassionate di libri e sostenibilità hanno deciso di unire le forze per creare un canale di divulgazione e sensibilizzazione sul mondo delle api, in modo da stimolare la gente a saperne di più su questo preziosissimo insetto e a intraprendere azioni in sua difesa.

Se le api scomparissero dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita“, diceva Albert Einstein.

Insetti preziosissimi che ogni tanto ci ronzano intorno e che abbiamo talvolta la fortuna di vedere al lavoro, le api sono conosciute fin dall’antichità, ammirate dagli antichi Greci e dai Maya non solo dal punto di vista biologico, ma anche da quello filosofico-spirituale e considerate un animale quasi sacro.

Proprio in onore di questi insetti piccoli e importantissimi – di cui esistono tantissime specie, anche se molti di noi conoscono quella più comune, ovvero l’apis mellifera, quella che produce il miele – è nato un progetto che ha preso avvio da Instagram e che nei mesi ha continuato a crescere e arricchirsi di nuovi spunti.

Si tratta del GdL (gruppo di lettura) delle api, che su Instagram potete trovare con il suo hashtag dedicato: #GdLdelleapi. Le due creatrici del progetto sono Federica Albertin (@lecitazionidellafe), Responsabile per la Comunicazione di Worldrise e TerraLab e Content Creator a tema green e sostenibile, e Teresa Iannotta (@bee_book_a_lula) professionista in ambito Marketing e Content Creator a tema libri e lettura.

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

vita

Il progetto è nato a maggio 2021 in occasione della Giornata Mondiale delle Api, ricorrenza che ci ricorda quanto questi animali siano fondamentali per la nostra sopravvivenza: non dimentichiamo che un terzo del cibo che arriva sulle nostre tavole dipende proprio da loro. Il gruppo di lettura è stato avviato con un primo titolo di narrativa proposto da Federica e Teresa (La vita segreta delle api di Sue Monk Kidd, Ed. Mondadori) e la partecipazione avviene tramite iscrizione a un gruppo Telegram.

Già dall’avvio del progetto è stato chiaro che non ci si sarebbe fermati alla prima lettura e il gruppo non sarebbe stato solo finalizzato a condividere solo testi sulle api, ma anche informazioni preziose su come aiutarle, segnalazioni di piccole realtà locali utili per preservare la loro vita, consigli per documentari e altri materiali utili per imparare di più su questi insetti.

Ora fanno parte del gruppo una quarantina di persone che condividono stimoli, informazioni e un’unica grande passione: cercare di preservare questi preziosissimi insetti in pericolo. Ogni due mesi viene scelto un nuovo titolo tra proposte di narrativa e saggistica selezionate da leggere insieme e discutere alla fine del periodo.

Dopo il primo titolo è stata la volta di Il cuore di un’ape. Il mio anno da apicoltrice in città di Helen Jukes, un memoir che affianca rinascita personale a molte informazioni sull’apicoltura urbana. La lettura in corso, nuovamente di saggistica, è Il tempo delle api di Mark Winston, che racconta molto da vicino i meccanismi e la vita nell’alveare. Ogni lettura aiuta a capire meglio il funzionamento dell’alveare, la stagionalità nell’apicoltura e il lavoro infaticabile di impollinazione che le api compiono.

Il Tempo delle Api
Lezioni di vita dall’alveare
carrello

Se vorrete unirvi al gruppo di lettura trovate tutte le informazioni nelle storie in evidenza sui profili Instagram di @lecitazionidellafe e @bee_book_a_lula. Ma oltre alla partecipazione al gruppo, ci sono anche semplici accorgimenti da mettere in atto tutti i giorni per fare la vostra parte nella salvaguardia delle api:

  • Piantare fiori amici delle api nel proprio giardino o balcone, soprattutto quelli blu e viola perchè le api hanno un spettro cromatico più ampio di questi due colori
  • Sostenere apicoltori locali
  • Firmare petizioni contro l’uso di pesticidi
  • Cercare altre letture a tema (anche se non ha fatto parte del gruppo di lettura vale la pena segnalare Il tempo delle api di Maja Lunde, Ed. Marsilio, il primo volume di una tetralogia legata alla crisi climatica) o documentari.

Il “bookalveare” creato da Federica e Teresa è aperto a tutti e sempre in crescita: per continuare a imparare insieme e scegliere ogni giorno di compiere gesti piccoli, ma importanti.

Articoli simili
Il riavvistamento del delfino grampo nel ponente ligure
Il riavvistamento del delfino grampo nel ponente ligure

Solidarietà per gli allevatori della Val Nerina
Solidarietà per gli allevatori della Val Nerina

Il 14 febbraio saranno liberate le due tartarughe salvate dai pescatori
Il 14 febbraio saranno liberate le due tartarughe salvate dai pescatori

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita

|

Emerging Communities: scopriamo insieme i progetti virtuosi dell’Europa che cambia

|

A House is a Home: il progetto di “re-housing” per persone senza fissa dimora

|

Bice Parodi: “Ciò che gridavamo al G8 è ciò per cui dobbiamo combattere ancora oggi” – #1

|

Il Piccolo Festival della Microfinanza, perché il denaro crei ricchezza per le comunità

|

La disabilità non è un atto eroico, io racconto prima di tutto le persone