7 Feb 2022

Esperienze outdoor in tempi di pandemia: ecco cosa è stato fatto e cosa si può fare

Scritto da: Davide Artusi

L’8 e il 16 febbraio si terranno due webinar totalmente gratuiti – di cui Italia Che Cambia è media partner ufficiale – incentrati sul ruolo dell’educazione outdoor durante la pandemia. Due appuntamenti in occasione dei quali condividere storie e risultati positivi di un 2021 in cui la formazione ha fatto la differenza.

L’importanza delle esperienze outdoor in tempi di pandemia e dei percorsi di formazione a maestri e insegnanti è stata evidenziata – qualora ce ne fosse bisogno – da ciò che è successo negli ultimi due anni. Si tratta di temi centrali e delicati, soprattutto in un periodo storico fatto di incertezza e di cambiamento.

Per approfondirli e preparare il terreno a quella che potrebbe essere una svolta attesa da anni dal mondo dell’educazione italiano, un team di persone con una lunga esperienza in questo settore propone due interessanti momenti di approfondimento: «L’obiettivo di questi incontri virtuali e dei progetti che sono stati realizzati nel corso del 2021 è quello di far emergere l’importanza dell’outdoor e dell’educazione nelle sue nuove forme», spiega Danilo Casertano, amico di lunga data di Italia Che Cambia e fondatore di Scuole Naturali.

Danilo è co-fondatore dell’Asilo del Mare di Ostia e dell’Asilo nel Bosco, fondato nel 2014 a Ostia Antica, sede storica dell’Associazione Manes APS, dove avvengono le collaborazioni con l’istituto comprensivo Azzorre. Con quest’ultimo si stanno portando avanti alcuni progetti: Asilo del Mare (infanzia), Scuola del Mare e del Bosco (scuola primaria) e i “Maestri di Strada – Street School” (scuola secondaria).

webinar 1

«Per fare questo è necessario ripensare anche un po’ alla città, alle trasformazioni da attuare sugli spazi e sulle abitudini», prosegue Danilo. «L’outdoor si è sviluppato prevalentemente in quella fascia d’età che va da 0 a 6 anni, toccando in minor parte anche la scuola primaria. La sfida è quella di coinvolgere ordini di scuola superiore. C’è ancora molta strada da fare e molto da scoprire, dunque le iniziative dell’8 e del 16 febbraio sono occasioni per condividere temi e idee e per farle conoscere».

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Sono due gli appuntamenti incentrati sul ruolo dell’educazione outdoor in tempi di pandemia e sul resoconto dei vari percorsi di formazione del 2021. Il primo si terrà l’8 febbraio, mentre il secondo il 16, entrambi dalle 17.30 alle 19.30. I webinar sono gratuiti e per prendervi parte basterà fare clic su questo link e utilizzare il passcode: 077063. In alternativa è possibile seguire la diretta Facebook su questa pagina.

L’obiettivo di questi incontri virtuali e dei progetti che sono stati realizzati nel corso del 2021 è quello di far emergere l’importanza dell’outdoor e dell’educazione nelle sue nuove forme

Il primo webinar si aprirà con l’intervento di Alessandra Laraia di CEFAL ER e di Danilo Casertano che, oltre a essere il fondatore di Scuole Naturali, è il presidente di Associazione Manes, nata nel 2009 con l’intento di supportare iniziative educative e scolastiche per famiglie e alunni che per vari motivi non riescono e non vogliono stare nel sistema educativo tradizionale.

«Grazie alla collaborazione tra CEFAL ER e Scuole Naturali – ci racconta Danilo – e grazie anche al fondo interprofessionale Foncoop, nel 2021 è stato possibile realizzare diverse iniziative sul tema dell’outdoor e dell’educazione all’aria aperta. Sono state incontrate varie cooperative e realtà e sono stati erogati percorsi di formazione gratuiti a educatori e maestri di un gruppo di scuole e imprese del terzo settore».

webinar 2

«A fine progetto siamo lieti di condividere i risultati positivi che abbiamo ottenuto nel corso dell’anno appena trascorso in cui la formazione ha fatto la differenza. Ci piace raccontare e trasmettere l’entusiasmo e la peculiarità di alcune storie di persone che hanno preso parte a questi percorsi incentrati sui temi dell’uscita, dello stare in contatto con il verde che ci circonda e del distanziamento sociale da fronteggiare con un avvicinamento alla natura».

A questi webinar prenderanno parte sia formatori sia chi ha potuto imparare da quest’ultimi. Ad esempio, nella giornata dell’8 febbraio, si passerà dalla testimonianza di Elisa Brianni, presidente coop Semi di Senape e formatrice di Scuole Naturali, all’esperienza di Ramona Sichi, coordinatrice del nido di San Rossore; dell’architetto Francesco Bombardi, a Sonia Barletta, titolare del nido Asilo Nido Ciccio Pasticcio di Opera.

Rinnoviamo dunque l’invito a partecipare a questi due webinar gratuiti, sia per i curiosi sia per chi è interessato all’argomento, così da ascoltare testimonianze ed esperienze di educatori e le storie e i racconti di chi ha preso parte a questi percorsi di formazione. Da ogni crisi possono nascere nuove opportunità, il nostro compito è quello di essere pronti a coglierle.

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Un parco giochi diffuso può valorizzare i centri storici? In val Borbera sì, è GioCabella!
Un parco giochi diffuso può valorizzare i centri storici? In val Borbera sì, è GioCabella!

Tre donne prendono in gestione il parco Barontini e lo trasformano in uno spazio di socialità
Tre donne prendono in gestione il parco Barontini e lo trasformano in uno spazio di socialità

Alla Piccola Ghianda Magica si gioca e si impara immersi in un bosco di tigli
Alla Piccola Ghianda Magica si gioca e si impara immersi in un bosco di tigli

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Gli Usa cancellano il diritto all’aborto: conseguenze e reazioni – #549

|

RAEE e riciclo di rifiuti elettronici: a che punto siamo in Italia?

|

Officina AgroCulturale Cafeci, alla scoperta della Sicilia in modo lento ed ecologico

|

Simone: “Ho scelto di diventare Kids Coach per aiutare ogni bambino a scoprire il proprio potenziale”

|

Ucciso un altro ciclista, ma chi sceglie di spostarsi in maniera sostenibile va protetto

|

La finanza, il Covid e il controllo sociale: a I(n)spira-Azioni arriva Fabio Vighi – #12

|

Parte The Climate Route: oggi i primi passi della spedizione che vuole testimoniare il cambiamento climatico

|

Riabitare un borgo abruzzese: NEO lancia l’appello per nuove esperienze ospitali