11 Ott 2022

Torna Gen-C, la call rivolta ai giovani innovatori sociali e ai loro progetti per cambiare il mondo

Sta arrivando una nuova carica gioiosa e promettente: è quella dei giovani e giovanissimi innovatori sociali che risponderanno alla chiamata di Gen-C. Continua infatti l’impegno di Agenzia Nazionale Giovani e Ashoka Italia per la creazione di una comunità di giovani protagonisti del cambiamento con una nuova call attiva fino al 7 novembre e dedicata ai ragazzi tra i 13 e i 35 anni che vogliono migliorare il mondo.

Salva nei preferiti

Anche quest’anno grazie all’Agenzia Nazionale Giovani e a Ashoka Italia torna la call Gen C per il reclutamento di giovani changemaker e la creazione di una comunità di giovani protagonisti del cambiamento che vogliono migliorare il mondo. Fino al 7 novembre saranno selezionati 50 giovani, ragazze e ragazzi tra i 13 e i 24 anni e mentor di età compresa tra i 25 e i 35 anni che hanno sviluppato progetti inerenti i temi della transizione digitale, ecologica e dell’autonomia. 

Dopo il successo riscosso nel 2021, anche questa seconda edizione vuole promuovere la partecipazione attiva dei giovani e garantire loro accesso a opportunità e relazioni per esprimere al meglio il proprio impegno a beneficio della comunità. Lo scorso anno sono state più di 250 le candidature di giovani under 25, attori protagonisti del cambiamento, ispiratori di altri giovani nei loro progetti, accompagnati e guidati da mentor più esperti ma poco più grandi d’età, per garantire comunque freschezza ed entusiasmo. C’è chi si occupa della transizione ecologica, chi di quella digitale e chi invece si batte per andare verso l’autonomia.

odissea moderna silvia paci1
Silvia Paci, partecipante dell’edizione 2021

Tra gli obiettivi di Gen C – Generazione Changemaker c’è anche quello di realizzare azioni concrete a livello nazionale e internazionale per promuovere una cooperazione intergenerazionale tra giovani europei all’individuazione di cinque pillars tematici e azioni specifiche:

  • ingaggio e costruzione della Comunità per allargare anche a livello europeo la comunità dei changemaker;
  • formazione per permettere ai giovani italiani di acquisire conoscenze e approfondimenti sull’iniziativa;
  • alimentazione dell’ecosistema grazie alla collaborazione con oltre 40 partner che possano sostenere la crescita personale, sociale e professionale dei changemaker;
  • policy-making per creare nuovi spazi di discussione e progettare politiche innovative di valori per i giovani;
  • storytelling per comunicare una nuova idea di successo nel crescere grazie ai racconti dei giovani che contribuiscono al cambiamento in Italia e in Europa. 
changemakers 2

Fino al 7 novembre molti giovani avranno l’opportunità di entrare a far parte della comunità di changemaker applicando la propria candidatura o, se proposti da una terza persona, attraverso il seguente form. La call è rivolta a ragazzi e ragazze tra i 13 e 24 anni e mentor che fungeranno da guida e punti di riferimento per i partecipanti più junior  di età compresa tra i 25 e 35 anni.   

La scelta dei nuovi Giovani Changemaker, da parte di una giuria composta da Ashoka Italia, Agenzia Nazionale Giovani con i partner strategici di Gen-C, terrà conto di quattro criteri fondamentali di selezione:  

  • aver già realizzato un’iniziativa di protagonismo giovanile capace di contribuire ad almeno uno delle tre transizioni individuate (ecologica, digitale, lavorativa);  
  • l’impatto di tale attività/progetto sul territorio;  
  • il possesso delle caratteristiche del changemaker attraverso la descrizione del proprio percorso personale;  
  • co-leadership, ovvero la capacità personale di lavorare in team, condividere responsabilità e ownership dei progetti per far parte di una comunità nazionale di Giovani Changemaker e impegnarsi a migliorare la società. 

Tra gli obiettivi di Gen C – Generazione Changemaker c’è anche quello di realizzare azioni concrete a livello nazionale e internazionale

Un’esperienza unica per dare ancora più valore a una generazione che si è già resa protagonista di un movimento di cambiamento positivo nel mondo. «Vogliamo coinvolgere i giovani, metterli insieme e favorire il confronto tra pari», ci aveva raccontato Lucia Abbinante, dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, co-promotrice del progetto per giovani changemakers Gen C.

«Rendere le nuove generazioni davvero protagoniste; diffondere la conoscenza di storie e di esperienze positive di cambiamento che possano ispirare altri giovani e avviare buone pratiche che possono essere replicate. Abbiamo visto una generazione che non si è tirata indietro e che ha messo le proprie competenze al servizio della comunità. Con Gen C: generazione changemaker vogliamo dare voce a queste ragazze e a questi ragazzi. Vogliamo condividere l’esperienza e la storia di chi non si è mai arreso, di chi ha ribaltato il senso incompleto e spesso distorto di tante etichette che negli anni sono state assegnate alle nuove generazioni», ha concluso Lucia.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Apply: ad Ascoli Piceno un gruppo di giovani prova a riattivare il territorio e la sua comunità
Apply: ad Ascoli Piceno un gruppo di giovani prova a riattivare il territorio e la sua comunità

Europiamo, un mondo di opportunità per i giovani, un modo per fare la differenza
Europiamo, un mondo di opportunità per i giovani, un modo per fare la differenza

NEVER GIVE UP illumina il Colosseo per sensibilizzare sui disturbi alimentari
NEVER GIVE UP illumina il Colosseo per sensibilizzare sui disturbi alimentari

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Gaza, la strage continua ma cresce il movimento pro-Palestina – #933

|

Zero Waste Italy: unire le forze per chiedere una legge per incentivare riparazione e riuso

|

Animago: due libri per esplorare il mondo a mente scalza

|

Greenatural, il marchio che unisce domanda e offerta di prodotti etici ed ecologici

|

Casa nome collettivo: parlare di Palestina, riflettere sulla guerra per chiedere la pace

|

Giorgio Cremaschi: “Su Gaza l’occidente usa un doppio standard”

|

Bombe di semi e draghi: è in partenza un cammino per seminare vita in nome di Fukuoka

|

I gelsi e la talpa, l’azienda agricola che vende “siciliano” e promuove il consumo critico

string(9) "nazionale"