23 Ott 2014

Agricoltura: il biologico è sempre genuino?

Scritto da: Redazione

Al centro della puntata di questa settimana di Terranave – la trasmissione radiofonica di Amisnet dedicata a sostenibilità, ambiente ed […]

Al centro della puntata di questa settimana di Terranave – la trasmissione radiofonica di Amisnet dedicata a sostenibilità, ambiente ed educazione – il biologico in Italia.

 

OrganicFood-SS-Post

 

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Secondo i dati del Ministero dell’Agricoltura gli operatori del biologico in Italia sono in costante aumento, ma questa non è per forza una buona notizia. L’ingresso del biologico nel sistema di vendita su grande scala ha infatti schiacciato i piccoli agricoltori, favorito l’importazione e abbassato i criteri di qualità.

 

 

Dal censimento attuato dal Ministero è emerso che il 10% della superficie agricola nazionale è coltivato a biologico, però molto spesso gli alimenti biologici che compriamo non provengono dall’Italia. Inoltre, le modalità attraverso cui si fanno le certificazioni sono poco chiare e il prodotto finale che si vende può contenere una percentuale molto bassa di ingredienti biologici (anche il 10%). “Nel biologico da supermercato le regole sono le stesse del convenzionale – ha spiegato il giornalista Gabriele Bindi – per questo i piccoli agricoltori faticano a sopravvivere”.

 

Esistono tuttavia realtà dal basso che cercano di scardinare questo sistema e vendere un biologico realizzato sul nostro territorio e da piccole aziende a conduzione familiare. Tra queste realtà vi è Genuino Clandestino, un gruppo informale di coltivatori e agricoltori che attraverso i suoi mercati ricrea un contatto diretto con i consumatori. Il prossimo appuntamento di Genuino Clandestino è a Pesaro, dal 24 al 26 ottobre, dove si terrà l’incontro nazionale del movimento per l’autodeterminazione alimentazione.

 

Per saperne di più:

Il sito del network Amisnet: amisnet.org
L’archivio delle puntate di Terranave: www.italiachecambia.org/categoria/terranave/

 

 

 

Articoli simili
Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341
Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

Prodotti biologici e a chilometro zero: una scelta di vita che fa bene a noi e al Pianeta
Prodotti biologici e a chilometro zero: una scelta di vita che fa bene a noi e al Pianeta

Le erbe del Califfo, storia di una famiglia che ha messo radici in Calabria e del suo progetto
Le erbe del Califfo, storia di una famiglia che ha messo radici in Calabria e del suo progetto

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi