17 Dic 2015

Sussurri di colori

Scritto da: Daniela Bartolini

La vecchia chiesa di soci apre di nuovo i suoi battenti all'arte: dal 20 dicembre al 6 gennaio opere di autori internazionali ed eventi per celebrare la forza del colore e il rito della forma.

La Vecchia Chiesa in Piazza Padella, nel borgo antico di Soci, restaurata e donata di nuovo alla popolazione grazie all’impegno della Proloco di Soci, si apre di nuovo per l’ARTE.
Pittori internazionali ed una pittrice del Casentino, metteranno in mostra opere d’arte, in parte di grandi dimensioni, che “sussurrano i colori” usati nell’antichità.

Stefania Cardini, Ulrike Schneider e Giuliano del Sorbo propongono una mostra che celebra la forza del colore e il rito della forma, che esalta la vita come differenza, come alterità.Un altro evento che coinvolge SILENCEART, l’associazione fondata da Ulrike Schneider, pittrice, performer bavarese insieme alla pittrice casentinese Stefania Cardini, con il comune scopo di concretizzare una vera alleanza fra arte–natura-spiritualità e che nella scorsa primavera aveva promosso “Pellegrini di Pace in Casentino”.

La mostra sarà aperta dal 20 al 24 dicembre dalle ore 16 alle 19, il 26 Dicembre dalle ore 16 alle 18, dal 1 al 5 gennnaio dalle ore 16 alle 18.30 e il 6 gennaio dalle 16 alle 18. La mostra, ad ingresso libero, è anche visitabile su appuntamento (silenceartinfo@gmail.com; tel. 333 139 9722).
Il 27 dicembre, alle ore 16.30, Francesco Maria Rossi presenterà la mostra e il libro della poetessa casentinese Sara Rossi, “Il respiro del mio domani”. Letture tratte dal libro a cura di Giuliano Rossi.

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il Green Deal parte dalla Sicilia: approvata la legge sull’Agroecologia

|

La biofilia e l’educazione in Natura negli spazi educativi all’aperto

|

1000 Metri: Un hotel abbandonato rivive per far ripartire la montagna

|

Cosmic Fest: cibo, salute e salvaguardia del pianeta

|

Il Mare Colore dei Libri, la Sicilia celebra la natura e la cultura

|

Altravia, da Torino a Savona un viaggio lento per scoprire terre inesplorate

|

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente