Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
4 Apr 2016

Nuove idee creative al C3!

Scritto da: Daniela Bartolini

Scrittura creativa, Doodling art, corso base di Photoshop: nuovi appuntamenti al Centro Creativo Casentino per sviluppare la nostra creatività!

3C: un Centro Creativo Casentino e un luogo in cui Conoscere il passato, Comprendere il presente, Costruire il futuro. Costruire il futuro anche attraverso il coinvolgimento delle giovani generazioni e fornendo a tutti strumenti per agire in modo incisivo nella sua creazione e per stimolare la propria creatività.

Nascono così tre nuove proposte di attività, frutto anche delle proposte del gruppo consulta giovani C3 e dell’ascolto che il Centro Creativo ha saputo offrire e che continua a coltivare anche grazie alle “pizzate” del primo lunedì del mese, un momento di socialità e condivisione in cui coltivare nuove idee.

Martedi 19 e 26 Aprile e martedì 3 e 10 Maggio, dalle ore 18 alle 19, basterà una penna, tanta fantasia e l’accompagnamento di Silvia Rossi, artista e curatrice di ExpArt Gallery, per “scarabocchiare ad arte”. E’ questa la traduzione di “doodle art”, disegnare a mano libera, senza scopo, senza ricercare un vero e proprio risultato, lasciando che la mano si muova liberamente, per dare spazio alla fantasia e creare anche piccole, grandi opere. Un modo divertente di esprimere se stessi ed una forma d’arte in cui intrecciare i nostri “scarabocchi”.
Cinque lezioni anche per apprendere le basi del software fotografico Photoshop: analizzare l’immagine, il flusso di lavoro, modificare le nostre immagini per ottenere i risultati che desideriamo. Ogni giovedì a partire dal 28 Aprile dalle ore 16,30 alle 18,30.
Per chi ama scrivere, sabato 9 Aprile dalle ore 15.30 alle 17.30, secondo incontro con un’insegnate d’eccezione: Anna Maria Vignali, scrittrice rassinese autrice di numerosi romanzi e insignita di vari riconoscimenti letterari.
Stay tuned per altre novità!

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Si consuma meno carne, ma gli allevamenti sono sempre più grandi – Io Non Mi Rassegno #151

|

Altipiano: le maestre del bosco che in cinque mesi hanno ribaltato la loro scuola – Scuola che Cambia #2

|

Che cos’è e come funziona la nutripuntura

|

Adotta il tuo Orto, scegli quali verdure seminare e aspettale a casa!

|

Imprese: come stringere partnership vincenti ed evitare clamorosi errori

|

I segni del corpo della Terra

|

Nasce un Sentiero dei Parchi per valorizzare le aree protette d’Italia

|

Persone, famiglie e comunità: l’innovazione di CIFA per i suoi 40 anni