20 Apr 2016

Infoday GiovaniSì al Centro Creativo Casentino

Scritto da: Daniela Bartolini

Giovedì 21 aprile, alle ore 17.30, al Centro Creativo Casentino di Bibbiena torna si torna a parlare di giovani e imprenditoria in un incontro sulla misura regionale “Fare Impresa”.

Giovanisì è il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani finanziato con risorse nazionali, regionali ed europee. Andando incontro ai bisogni del mondo giovanile, gli obiettivi principali del progetto sono: il potenziamento e la promozione delle opportunità legate al diritto allo studio e alla formazione, il sostegno a percorsi per l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, la facilitazione per l’avvio di start up.
Il Progetto Giovanisì è gestito e coordinato da un ufficio dedicato che ha sede presso la Presidenza della Regione Toscana e da dieci referenti territoriali Giovanisì che informano, supportano e interessano i giovani alle azioni attivate dal Progetto Giovanisì.

Paco Mengozzi, referente territoriale Giovanisì per la provincia di Arezzo, condurrà l’incontro di giovedì dedicato ad alcune misure del progetto Giovanisì-Fare impresa attraverso il quale la Regione Toscana sostiene l’imprenditoria giovanile. Una serie di strumenti normativi e bandi attraverso i quali promuove la nascita di start up giovanili e femminili, voucher e microcredito per il loro avviamento e consolidamento, per sostenere i giovani che intendono avviare nuove imprese.
In particolare Fare Impresa prevede l’attivazione di interventi di sostegno allo start up delle piccole imprese giovanili operanti nei settori del manifatturiero, del commercio,turismo e attività terziarie, nonchè delle imprese innovative. Gli avvisi sostengono: l’avvio di piccole imprese di  giovani under 40 (microcredito e voucher) costituite nel corso dei due anni precedenti o da costituire entro sei mesi e il consolidamento (garanzia) di piccole imprese di giovani under 45 costituite da più di due anni e da non oltre cinque precedenti la data di presentazione della domanda.
Per facilitare l’avviamento e lo sviluppo di attività imprenditoriali di giovani, donne, lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali, la Regione Toscana ha previsto invece agevolazioni per le piccole e medie imprese di nuova costituzione o in espansione con sede legale e operativa in Toscana costituite da giovani fino a 40 anni, donne e lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali per i quali non è previsto limite di età.
Per sostenere l’accesso e l’esercizio delle attività professionali, con particolare attenzione ai giovani professionisti di età non superiore a 40 anni, la Regione Toscana ha istituito un fondo regionale di garanzia affiancata dal contributo in conto interessi quale nuovo intervento a favore di giovani professionisti e praticanti con l’obiettivo di creare migliori condizioni di accesso al credito e consentire l’avvio di nuove attività.

Per informazioni
Paco Mengozzi, referente provinciale GiovaniSì: arezzo.provincia@giovanisi.it
Carlotta Magni, referente per il Centro Creativo Casentino:carlotta.magni@centrocreativocasentino.it

Articoli simili
It’s our Future: uno scambio internazionale per trovare risposte alle sfide quotidiane

Arte al centro di una trasformazione sociale responsabile

L’isola di Pantelleria celebra il passito e le tradizioni locali

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Scuola, salute, green pass, crisi ambientale: ecco le soluzioni possibili

|

Green pass obbligatorio: l’Italia è in fermento – Aspettando Io Non Mi Rassegno #3

|

Oggi si celebrano le contadine, le donne che stanno rilanciando l’agricoltura

|

Da Giulia che pianta alberi a Rosa Maria, alfiera delle minoranze: arrivano i giovani changemakers

|

Ci trasferiamo in un paese del Sud Italia? Qualcosa sta avvenendo a Civita, in Calabria

|

Università in cammino: la scuola senza voti che torna alle origini dell’insegnamento

|

Terre del Magra, la cooperativa di comunità che valorizza il territorio e supporta gli abitanti