14 Apr 2016

Sulle orme di Dante in Casentino

Scritto da: Daniela Bartolini

Dal 1 maggio a ottobre, 14 escursioni a tema: Tours Danteschi alla Sorgente dell'Arno sulle tracce di Dante e alla scoperta delle ricchezze naturalistiche del territorio. A luglio inaugurazione del "Cammino di Dante in Casentino".

Salva nei preferiti

Una proposta escursionistica che coniuga le bellezze storiche ed artistiche della valle casentinese, la figura del Sommo Poeta Dante Alighieri e le ricchezze naturalistiche del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Riprende con l’uscita del 1 Maggio 2016 il programma dei Tours Danteschi alla Sorgente dell’Arno, 14 escursioni a tema da Maggio a Ottobre, attività realizzata in collaborazione con l’Unione dei Comuni Montani del Casentino e con il Patrocinio dell’Ente Parco, curata e realizzata dalle associazioni Amici di Dante in Casentino e Gli Amici dell’Asino.

I tours danteschi hanno l’obiettivo di far conoscere dal punto di vista ambientale e storico culturale il Parco Nazionale a turisti e residenti: molti dei tratti dell’Appennino, che oggi ricadono all’interno dell’area protetta, con le loro ricchezze naturalistiche, panorami e scorci sono stati d’ispirazione al Sommo Poeta per celeberrime terzine, e un po’ tutto il Casentino ha richiami tangibili nei canti dell’Inferno e del Purgatorio.
L’attività del Tour Dantesco è inserita tra le azioni della Carta Europea del Turismo Sostenibile con cui il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi è stato certificato e si ispira ai principi della Carta.

Camminate rilassanti in compagnia di guida ambientale con declamazione e commento di alcune terzine dantesche riferite ai luoghi attraversati. Una proposta unica in Casentino alla scoperta di uno dei luoghi più suggestivi presenti nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, le sorgenti dell’Arno e il vicino Lago degli Idoli.

Le date 2016 dei Tuors danteschi: 1 e 22 maggio: “Fioriture primaverili”; 2 e 5 giugno “La nuova veste del bosco”; 3,17 e 31 luglio “Refrigerio d’altura”; 14, 17 e 21 agosto; 4 e 11 settembre “Bramito del cervo”; 2 e 16 ottobre “Fall foliage”.

A luglio sarà anche inaugurato il Cammino di Dante in Casentino, un cammino evocativo, ad anello, che tocca tutti i luoghi di memoria dantesca presenti in Casentino, dove il Poeta è passato e ha vissuto durante i primi anni dell’esilio. Un viaggio frutto della collaborazione dell’ associazione culturale Amici di Dante in Casentino e dell’associazione di promozione sociale Gli Amici dell’ Asino per rivisitare paesaggi e luoghi che hanno ispirato e sono citati nella Divina Commedia.

Dal 1 al 14 luglio, quattordici tappe per riscoprire, da veri “VianDanti”, la prima Valle dell’Arno e creare un circuito virtuoso per tutti coloro che vorrano riscoprire il Casentino nel nome di Dante ed unire due valori: la ricerca di cultura e poesía e la pratica del trekking attraverso territori e paesaggi immersi nella natura, ricchi di storia e bellezza, compresi i suoi mestieri tradizionali, le antiche arti e l’enogastronomia.
Un cammino di Pace che sia per mezzo del dialogo o del silenzio, ha come fine ultimo la ricerca di quella crescita interiore ed esteriore che permette la riscoperta e la rinascita della relazione e della dimensione umana tra le persone.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Cristofero Costanzo: “Tra mandorle e ulivi ho scommesso sull’agricampeggio in Sicilia”
Cristofero Costanzo: “Tra mandorle e ulivi ho scommesso sull’agricampeggio in Sicilia”

Parchi italiani, 15 giorni di cammino per attraversarli e conoscerli
Parchi italiani, 15 giorni di cammino per attraversarli e conoscerli

Tempo di turismo, tra narrazioni, stereotipi e realtà: intervista a Federica Marrocu
Tempo di turismo, tra narrazioni, stereotipi e realtà: intervista a Federica Marrocu

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

A Gaza è l’intelligenza artificiale a scegliere chi sarà ucciso – #918

|

Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

|

MAG4, la mutua autogestione piemontese, si schiera contro il mercato delle armi

|

Percorsi Spericolati, continua la formazione per sviluppare progetti innovativi per le aree interne

|

Cosa faresti se finissi su un’isola deserta? Esperimento di filosofia a scuola

|

Val Pennavaire in rete: la nuova e inaspettata zuppa di sasso

|

Gaetano, terapista forestale dei Monti Lattari: “La foresta mi ha guarito”

|

Cuscini Bio, la moda etica e quel giocattolo dentro a una fornitura tessile

string(9) "casentino"