Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
20 Set 2016

Sarastus: Italia e Finlandia Insieme per il Cambiamento

Scritto da: Redazione

Italia che Cambia è tra i promotori di Sarastus, il forum che connette Italia e Finlandia nella ricerca di una nuova alleanza fra l’Uomo e la Terra. L’evento, che si terrà il 24 e 25 settembre a Torino, rappresenterà un’occasione per sperimentare un approccio di formazione integrato tra economia, arte, salute, alimentazione.

Due giorni di incontri, workshop e performance per esplorare e sperimentare un approccio di formazione integrato tra economia, arte, salute, alimentazione. Una nuova dimensione prenderà vita tra le storiche mura dell’Ospedale San Giovanni Antica Sede di Torino il 24 e 25 settembre. Oltre 150 esperti, tra cui formatori, medici, filosofi, counselor, pedagogisti, antropologi, artisti, creativi si incontreranno a Sarastus: l’evento, nell’agenda 2016 di Terra Madre Salone del Gusto, che connette Italia e Finlandia nella ricerca di una nuova alleanza fra l’Uomo e la Terra.

 

Un approccio inedito alla formazione e alla salute della persona è la cifra di questo vasto progetto internazionale, sostenuto da illustri esponenti di Istituzioni Accademiche, realtà territoriali, associazioni e artisti, tra cui Michelangelo Pistoletto; e promosso da Associazione italo-finlandese Minuksi, Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli, Terzo Paradiso-Forum Rebirth, Rete Euromediterranea per l’Umanizzazione della Medicina, Istituto Artemisia, OlisticMap, Italia che Cambia; con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Finlandia, dell’Ambasciata di Finlandia in Italia, del Consolato Onorario di Finlandia per il Piemonte e la Valle d’Aosta e dell’A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino.

 

jarvi-1

 

La parola sarastus per i Finlandesi indica il magico risveglio dopo la lunga notte artica, quando il Sole comincia ad albeggiare e irradia di luce il “nuovo mondo”. Il risveglio della consapevolezza, l’educazione delle coscienze a una nuova, necessaria, responsabilità verso se stessi, gli altri e l’ambiente è l’obiettivo di Sarastus.

 

La sinergia fra Italia e Finlandia nasce dalla contaminazione di due Paesi, apparentemente distanti ma profondamente complementari. L’Italia, culla del patrimonio artistico, storico e culturale dell’Occidente, e la Finlandia, terra che custodisce il palpito primordiale della natura, unendo la loro diversità avvieranno un percorso di transazione verso il futuro, riscoprendo e valorizzando le connessioni esistenti tra la medicina, la psicologia, l’arte, l’alimentazione, la pedagogia, l’ecologia e l’economia.

 

Darà il via al fitto programma dell’evento, sabato 24 alle ore 10.00, l’inaugurazione generale riservata alla stampa nazionale ed internazionale, nel corso del quale interverranno: Avv. Gian Paolo Zanetta, direttore generale di A.O.U. della Città della Salute e della Scienza di Torino; Janne Taalas, Ambasciatore di Finlandia in Italia, Esa Wrang, Direttore Finpro e Food from Finland, Aurora Scotti Visit Finland, avv. Riccardo Rossotto, R&P Legal, il Prof. Juha Pentikäinen, professore emerito di Storia delle Religioni, università di Helsinki e antropologo Università di Lapponia; Piercarlo Grimaldi, rettore Università del Gusto di Pollenzo e membro di UARCTIC (consorzio delle Università dell’ Artico); Roberta Di Chiara, presidente dell’associazione Legalarte; il Maestro Michelangelo Pistoletto. Saranno presenti le maggiori testate giornalistiche finlandesi.

 

Sabato 24 e domenica 25 a partire dalle ore 15.00, presso la Sala Infernotti dell’Ospedale, si susseguiranno cinque conversazioni guidate, nelle quali i relatori coinvolgeranno il pubblico a riflettere sui fondamentali interrogativi cui oggi occorre dare risposta per tracciare un nuovo paradigma esistenziale nel rapporto tra l’Uomo e la Terra. Parallelamente, in tredici tavoli di lavoro, 140 esperti affronteranno i temi dell’economia civile, dell’agricoltura naturale, dell’arte, del cibo e dalla salute ponendo nuove basi filosofiche, scientifiche e antropologiche per ricucire lo strappo tra spirito e materia, uomo e natura. I risultati dei lavori saranno discussi in sessione plenaria, domenica alle ore 17.00.

 

ghiaccio-3-1 (1)

 

All’ingresso dell’Ospedale, nel corso delle due giornate dalle 10.00 alle 19.00, i partecipanti potranno ricevere il proprio ritratto sonoro disegnato al pianoforte dal musicista Alessandro Sironi. A Sarastus sarà inoltre possibile partecipare ad esperienze dedicate alla salute del corpo e dello spirito, condotte da medici, professionisti sanitari e artisti, aperte al pubblico su prenotazione.

 

Alla conclusione di tutto l’evento, domenica 25 alle ore 19.00, spettacolo SARASTUS, performance della compagnia LIVE! PLAYBACK THEATRE che metterà in scena sintesi e risultati dei lavori condotti durante Sarastus. La chiusura dell’evento darà avvio ad una piattaforma culturale innovativa in cui confluirà il sapere acquisito per tradurre in azioni concrete lo spirito creativo di Sarastus.

 

Per il programma dell’evento clicca qui

 

 

#IoNonMiRassegno 17/1/2020

|

Gli allenatori di Laureus: “Lo sport educa alla passione”

|

Tamera, l’ecovillaggio in Portogallo che sperimenta una Terra Nova

|

Assicurazione etica: la proposta di CAES rivolta agli under 35

|

La Scuola italiana di Arte del Processo e Democrazia Profonda

|

Borgopo’: “Così ho fatto rinascere la libreria che amavo da bambina”

|

La Vita al Centro, la scuola parentale immersa nel verde – Io faccio così #275

|

Womanboss Academy: quattro storie di fioritura

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l'editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.