5 Dic 2016

Apre a Napoli il supermercato senza soldi

Scritto da: Elena Risi

Un vero e proprio supermercato dove le persone in difficoltà economica possono fare la spesa pagando gli acquisti con ore di volontariato da praticare presso i servizi sociali. Apre a Napoli "Arca, l'Emporio della Solidarietà".

“Arca, l’emporio della solidarietà” non è il solito punto di raccolta per indigenti ma un vero e proprio supermercato dove le persone più povere possono recarsi per fare la spesa. Qui però non servono soldi ma una particolare tessera punti che, passata alla cassa, “converte” gli acquisti dei beneficiari in ore di volontariato che dovranno essere praticate presso i servizi sociali.

 

Il progetto, unico in Campania, non riceve fondi pubblici ed è stato avviato nella zona flegrea di Napoli tra Bacoli e Monte di Procida su iniziativa di un’associazione locale “la Casetta Onlus”  e la “Fondazione Progetto Arca”  di Milano, oltre ad aver ricevuto supporto dalla generosità dei tanti esercizi commerciali della zona.

 

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

21

I servizi sociali dei due comuni flegrei hanno designato 40 famiglie della zona che si trovano in condizioni di indigenza e potranno beneficiare del progetto. Quando le ore di volontariato verranno assegnate, potranno essere prestate secondo le proprie disponibilità o predisposizioni, e verranno precedute da un corso di formazione durante il quale si imparerà a relazionarsi con gli altri e con le relative situazioni di disagio.

 

Il progetto “Arca, emporio della solidarietà” assume un significato fondamentale di fronte ai numeri recentemente diffusi sulla povertà in Italia. Nel nostro paese oltre un milione e mezzo di famiglie vivono in povertà assoluta, per un totale di 4,5 milioni di persone, il numero più alto dal 2005 ad oggi. Come spesso accade, le situazioni di disagio sono concentrate nel Mezzogiorno dove si trova il 45,3% di poveri del totale nazionale.

 

Lo straordinario valore aggiunto di questa iniziativa non sta soltanto nel servizio di sostegno alle famiglie indigenti, ma anche nel concetto innovativo di solidarietà circolare.

 

 

 

Articoli simili
Settevoci, la comunità rurale nata in un casale diroccato nella campagna siciliana
Settevoci, la comunità rurale nata in un casale diroccato nella campagna siciliana

Terra Terra: due giovani a piedi lungo gli Appennini per riscoprire la vita nelle terre alte
Terra Terra: due giovani a piedi lungo gli Appennini per riscoprire la vita nelle terre alte

Smart Walking: vivere in cammino e lavorare quando e dove si fermano i piedi
Smart Walking: vivere in cammino e lavorare quando e dove si fermano i piedi

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi