Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
10 Gen 2017

Nesi Forum, l’incontro mondiale dell’economia solidale

Italia Che Cambia è media partner ufficiale del NESI, il forum globale della nuova economia e dell’innovazione sociale. Dall’inizio del 2017, insieme a decine di altre realtà provenienti da tutto il mondo, abbiamo cominciato a lavorare per preparare il grande evento che si terrà a Malaga (Spagna) ad aprile. Ma quella non sarà che una tappa di un lungo percorso…

Immaginate un grande incontro in cui i rappresentanti dei movimenti di economia solidale e innovazione sociale si incontrano, discutono, progettano e propongono nuove soluzioni per riempire il grande vuoto che sta lasciando lo scricchiolante modello liberal-capitalista. Un modello che mette al centro la condivisione, il bene comune, la sostenibilità ambientale, la resilienza. Un modello in cui il profitto non sarà più il fine unico e ultimo, ma solo un mezzo per garantire la sopravvivenza di progetti economici virtuosi e innovativi.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'economia in italia?

ATTIVATI

Tutto questo succederà al NESI Forum, che si terrà dal 19 al 22 aprile del 2017 a Malaga, in Spagna. Dal movimento della transizione all’economia del bene comune, saranno decine le sigle che in ogni paese del mondo lavorano da anni per costruire un’alternativa al capitalismo. E siamo particolarmente orgogliosi di annunciare che fra coloro che stanno lavorando per far sì che questo grande evento sia un successo ci siamo anche noi! Italia Che Cambia infatti è il media partner italiano ufficiale del Forum.

 

La settimana di Malaga sarà il culmine di questa fase, ma l’obiettivo del Forum va ben oltre questo evento. Già ora si stanno creando relazioni transnazionali, esperti mettono a confronto le loro teorie, associazioni si scambiano suggerimenti su come portare avanti la propria attività, imprese sociali avviano relazioni commerciali. Al centro, come sempre, si trova il concetto di rete.

 

Grazie alla nostra attività, da sempre fondata sullo scambio di contatti, informazioni ed esperienze, noi di Italia Che Cambia vogliamo porci come riferimento per il nostro paese. L’obiettivo? Mettere in comunicazione il ricchissimo sottobosco di esperienze economiche virtuose che sta emergendo con forza – dal Sardex allo Scec, dall’Economia del Bene Comune a Banca Etica, dalle Reti di Economia Solidale ai negozi senza soldi – con lo scenario internazionale.

 nesi1

In questo modo, ci potremo presentare all’appuntamento di aprile con un biglietto da visita fatto di decine di esperienze virtuose, che tutte insieme costruiscono un modello che sta superando la sua fase embrionale ed è già pronto per proporsi come alternativa al liberal-capitalismo, che sta ancora dibattendosi come un animale ferito, ma ancora pericoloso, che vede la fine vicina.

 

Il percorso che precederà e che seguirà il Forum quindi dovrà essere un percorso informativo ma anche operativo. L’appello è quindi rivolto a tutte le realtà, associazioni, imprese, cooperative, movimenti, enti pubblici che credono in un modello socio-economico più etico, sostenibile e solidale: fatevi vedere, collaborate, create reti e sinergie… Italia Che Cambia è pronta per catalizzarle e potenziarle, come un grande megafono!

 

#IoNonMiRassegno 24/1/2020

|

La Fondazione Laureus a Roma, tra Calcio Sociale, basket e pallavolo

|

Foodbusters: acchiappacibo in azione per salvare gli avanzi degli eventi

|

Così le compagnie fossili denunciano gli Stati per bloccare la transizione ecologica

|

Vazapp, l’hub che insegna ai contadini a coltivare… le relazioni! – Io faccio così #276

|

Un chilometro al giorno: la passeggiata che diventa lezione nelle scuole

|

Costituita a Roma la RIES, Rete Italiana per l’Economia Solidale

|

Blocco del traffico contro lo smog? Servono misure a lungo termine

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l'editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.