14 Mar 2017

Made in Carcere cerca ambasciatori!

Scritto da: Redazione

Pubblichiamo l'appello di Made in Carcere, la cooperativa sociale che offre lavoro a donne detenute, che realizzano accessori di moda utilizzando materie prime di scarto. Il progetto cerca ambasciatori che propongano i prodotti in giro per l'Italia.

Cerchiamo un ambasciatore con ottime doti comunicative, esperienza previa nella vendita B2B ma anche una forte propensione per i temi sociali, quali impatto ambientale e inclusione sociale, per diffondere i nostri manufatti su tutto il territorio nazionale a seconda dei diversi target (es. negozi di abbigliamento, ristoranti, alberghi etc.) e delle diverse aree geografiche.

made1

Cerchiamo una persona volenterosa, che abbia la grinta e la determinazione di crearsi nel tempo un proprio network di rapporti e la voglia di legarsi a un’impresa sociale e ad un marchio specifico, che imposti la trattativa su leve legate alla qualità e all’impatto sociale non solo al prezzo.

 

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Tipo di compenso: Percentuali e modalità da trattare in base alla tipologia di cliente.

 

Attività da svolgere: Dovrà avere la volontà di fare ricerca di nuovi clienti e scandaglio di nuove opportunità. Sono dunque determinanti dinamismo e propensione fortissima all’attività di social business, ma anche capacità di gestione di un portafoglio clienti e di relazionarsi a buon livello con loro.

 

Luogo di pertinenza: cerchiamo a diffusione dei manufatti Made in Carcere su tutto il territorio nazionale a seconda della zona di residenza dell’interessato.

 

Prodotti da promuovere: I nostri prodotti sono pieni di passione, originalità,speranza e dignità perché sono:

 

• realizzati attraverso il recupero e riuso di materiali di scarto, campionari offerti da aziende sensibili all’iniziativa e all’impatto ambientale o anche stock di rimanenze di magazzino;

• confezionati da Donne detenute che, oltre a imparare un mestiere, acquisiscono competenze e consapevolezza. Ricostruendo un personale
percorso di riavvicinamento alla società tramite riconoscimento della dignità lavorativa e dell’impatto sociale delle loro azioni (crescita dei figli, mantenimento delle famiglie all’esterno, trasmissione di valori);

• originali e sempre diversi l’uno dall’altro, sono unisex, adatti a qualsiasi stagione e personalizzabili su richiesta.

 

Il risultato è un manufatto “utile e futile” dallo stile giovanile e originale, ironico e accattivante, per un pubblico d’avanguardia attento all’eleganza e al sociale, capace di leggere il futuro in modo innovativo, e che – come noi – crede fermamente nell’idea che “non occorre produrre altro, è possibile rigenerare ciò che già c’è”.

 

I nostri manufatti possono essere suddivisi in diversi target con rispettivo catalogo e l’agente può scegliere se promuovere solo un target o più di uno tra:

 

• Gadget etici personalizzabili (per eventi, convegni e raccolta fondi, …);
• Fashion (borse, borsette e trousse, ma anche sciarpe e papillon, …);
• Home (free time sofà);
• Food (grembiuli, presine, tovagliette portapane, …);
• Ufficio e custodie tech (porta computer, cartelle portadocumenti, porta bagde, …);
• Viaggi e tempo libero (buste pieghevoli in tessuto tecno, portadocumenti, porta cellulare, porta che vuoi, …);
• Bomboniere (matrimoni, battesimi, lauree e comunioni, …).

 

Articoli simili
Refugees Welcome, quando l’ospitalità diventa solidale

Integrazione e solidarietà nel cuore di Ballarò
Integrazione e solidarietà nel cuore di Ballarò

Archeologia, tiro con l’arco e inclusione sociale
Archeologia, tiro con l’arco e inclusione sociale

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Criptofollie – #422

|

Torino incontra gli innovatori sociali che cambiano il mondo con la forza dei loro sogni

|

Domenico Chionetti: “Le mie giornate al G8 al fianco dei disobbedienti”

|

Scienza e religione: dopo secoli di conflitto siamo giunti a un nuovo connubio?

|

Ecco i mobility manager, per unire aziende e istituzioni nel nome di una mobilità sostenibile

|

La nuova vita di Nicola in Madagascar: “Tsiryparma sostiene le foreste e i loro abitanti”

|

CreativeMornings Ancona: incontrarsi a colazione e parlare di… – Io Faccio Così #336

|

La Dog Therapy arriva tra i banchi di scuola per donare il sorriso ai bambini