9 Mar 2017

E i Ringraziamenti? Dove li vogliamo mettere? Qui!

Scritto da: Daniel Tarozzi

Da poco più di una settimana è terminato il tour inaugurale di Piemonte che Cambia. Vi abbiamo raccontato le varie tappe, ora è il momento di mettere i puntini sulle i. Le i di grazIe!

Quando si lavora ad un progetto innovativo e follemente ambizioso come quello di Piemonte che Cambia (o Italia che Cambia) si è talmente presi a fare le cose che spesso non si trova il tempo per fermarsi e dire… Grazie!

E allora è giunto il momento di farlo. (Non a caso mentre scrivo è notte inoltrata).

Piemonte che Cambia esiste per una serie di motivi e grazie ad una serie di persone. In primis, voglio ringraziare Roberto Vietti, che in una calda giornata milanese venne a raccontarmi il suo sogno di viaggio in bicicletta per il territorio Biellese e diede via alle danze.

Grazie ad Edoardo Ferla, suo compagno di viaggio, a i ragazzi e le ragazze di Transition Biella e a Cittadellarte (e in particolare Paolo Naldini) che ci sostenettero fin dall’inizio.

Grazie alla Fondazione CRB (che ci ha sostenuto nel territorio biellese) e a Compagna di San Paolo che ha reso possibile lo sviluppo del portale regionale e l’avvio di questo grande percorso in terra sabauda.

Grazie a Luca Asperius, che ha progettato e sviluppato la piattaforma web su cu ci state leggendo.

ringraziamenti 1489049158

Grazie a Michele Maccarini, che ha realizzato la musica che accompagna la sigla iniziale dei video del Piemonte.

Grazie ad Alessandra Graffi, che ha contribuito a rendere possibile il viaggio di nove giorni in nove città piemontesi con un generoso contributo.

Grazie a Daniela Bartolini che ci ha accompagnato, seguito, guidato.

Grazie ad Emanuela Sabidussi per il prezioso lavoro di organizzazione e coordinamento.

Grazie alle associazioni e gli enti nelle varie città che ci hanno accolto nelle loro sedi per permettere di incontrare nuove persone e presentare il nostro progetto.

Grazie ai fondatori di Italia che Cambia, alle sue collaboratrici e ai suoi collaboratori.

Grazie ai nostri Agenti del Cambiamento che hanno sostenuto e continuano a sostenere il lancio del Piemonte Che Cambia.

Grazie ai vari referenti territoriali delle varie provincie piemontesi. Impossibile qui elencarli tutti. Finirei con il fare torto a qualcuno. Ma sono intorno a voi e se volete potrete incontrarli – on line e off line -.

Grazie infine a tutti i partner – associazioni, imprese, movimenti – che ci hanno accompagnato e ci accompagneranno in questa folle avventura.

Il viaggio ha avuto inizio. Cambiamolo questo Piemonte!

(ndr) Tutta la redazione di Italia Che Cambia ringrazia Daniel Tarozzi per aver ideato, progettato e quindi reso concreto un sogno comune.

Articoli simili
#biellesechecambia 23 – A.R.S. Teatrando: qualcosa di diverso per far felici gli altri

Restauro Ambientale Sostenibile: il bando per valorizzare la tua città!
Restauro Ambientale Sostenibile: il bando per valorizzare la tua città!

BotanicArt: dispensario di creatività e natura

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Microfinanza: l’economia a misura di persona riparte dalla Calabria

|

In Sudafrica per proteggere gli animali: la storia di Alberto e Francesco

|

“È stregoneria”, ovvero come il colonialismo europeo ha cancellato millenni di storia africana

|

Maghweb: raccontare il cambiamento è parte integrante dell’azione sociale

|

La nuova vita di Claudio e Lara, custodi di un antico castagneto sul Pratomagno

|

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”