5 Mag 2017

Focacceria Maramao: le grandi opportunità nascono da un'idea semplice

Scritto da: Roberto Battista

Un'idea semplice, coraggio e spirito di iniziativa. Sono questi gli ingredienti che possono dar vita ad un'attività socialmente utile ed eticamente corretta, mettendo in moto delle reazioni a catena positive. Lo dimostra Francesca Taticchi che, tra le altre cose, ha aperto nel centro di Perugia una focacceria che produce cibi naturali e offre lavoro a giovani e detenuti.

Francesca Taticchi è inarrestabile, tra tante altre cose, gestisce il ristorante di Villa Taticchi a Ponte Pattoli, vicino a Perugia, dove da sei anni organizza Futurando il festival della sostenibilità.

 

In questa intervista Francesca ci racconta come, con iniziativa e coraggio, andando contro corrente, è possibile inventarsi un attività socialmente utile ed eticamente corretta, mettendo in moto delle reazioni a catena positive.

 

 

Molti giovani si presentavano a cercar lavoro al suo ristorante e, nell’impossibilità di dar lavoro a tutti, nel 2015 decise che se non ci sono opportunità la cosa più sensata è di inventarne delle nuove, e quindi mise in piedi una cooperativa sociale, Maraviglia, con la quale aprì una focacceria nel centro di Perugia, in una parte che si stava gradualmente ed inesorabilmente spopolando, come accade a molti centri storici delle città italiane.

 

La focacceria Maramao impiega diversi giovani e alcuni detenuti delle carceri di Perugia. Si rifornisce da pochi produttori locali che producono cibi naturali, tra questi anche una cooperativa di carcerati che ha impiantato un orto biologico all’interno del carcere.

12524134_1708812149366813_1878813475429984294_n

In due anni di attività la focacceria ha dimostrato che è possibile dar vita ad un’attività etica, che offre prodotti di qualità, mette in moto una filiera locale e crea nuove opportunità. Fino ad ora circa 10 persone hanno lavorato al Maramao, tra queste un carcerato che ha già ottenuto la semilibertà grazie al lavoro che vi ha svolto, e un altro che vi lavora da qualche mese e l’avrà a luglio.

 

Il successo del Maramao è stato tale che ora una nuova e più grande sede è in fase di allestimento; il Maramao Vero Bello Buono dovrebbe partire a giugno 2017 e offrire pranzi a buffet, aperitivi serali e ambisce ad essere anche un ‘caffè letterario’ dove attività culturali potranno trovare spazio.

 

 

 

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Condannare il caporalato per tutelare i diritti dei lavoratori nei campi
Condannare il caporalato per tutelare i diritti dei lavoratori nei campi

A La Spezia inaugura “Casa Riders”: un rifugio per i lavoratori su due ruote
A La Spezia inaugura “Casa Riders”: un rifugio per i lavoratori su due ruote

Dalle donne per le donne: in cucina per l’inclusione, oltre la violenza di genere
Dalle donne per le donne: in cucina per l’inclusione, oltre la violenza di genere

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il problema della siccità non è scomparso – #661

|

Dalla sintesi fra oriente e occidente alla rivoluzione dell’educazione: il futuro secondo Sujith Ravindran – Meme! #43

|

“Ci siamo trasferiti in montagna e ora cerchiamo persone per costituire una cooperativa di comunità”

|

Senza sbarre: un’alternativa al carcere è possibile

|

4 cose da fare se si trova una baby tartaruga marina spiaggiata

|

Stato Bradipo: nell’era della fast fashion, un progetto di moda lenta, etica ed ecologica

|

Associazione vittime dell’uranio impoverito: “Con le esercitazioni Nato in Sardegna è in atto un massacro”

|

Dall’Australia a Mussomeli. Danny McCubbin con The Good Kitchen prepara pasti gratis per chi ne ha bisogno