Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
3 Lug 2017

Bookcrossing, i libri alla portata di tutti

Scritto da: Luca Deias

"Vogliamo diffondere la lettura e far sì che tutti possano accedervi a costo zero". Rosita Barco, presidente dell'associazione Banca del Tempo di Biella che ha lanciato il progetto, illustra l'iniziativa culturale.

Diffondere la lettura mettendo a disposizione gratuitamente libri ad adulti e bambini: questo è il progetto Bookcrossing promosso dall’associazione Banca del Tempo di Candelo, nello stesso paese in provincia di Biella.

In occasione del Festival del Libro e dello Sport, che si è tenuto tra aprile e maggio, il sodalizio ha fatto partire l’iniziativa in sintonia con il Comune e la Biblioteca Civica. La speciale attività mette in rete l’intero paese: le attività commerciali che hanno aderito, infatti, tengono nei propri spazi una valigia contenente alcuni libri. I volumi sono a disposizione di tutti, chiunque può prenderli in prestito, leggerli, prestarli a sua volta o offrirne di nuovi.

Il progetto, inoltre, è rivolto non solo a un target di adulti, ma anche ai bambini: un esempio è uno studio pediatrico di Candelo, dove è presente una valigia contenente libri per i più piccoli, che possono così ingannare l’attesa di una visita medica con una storia tra le mani.

Rosita Barco, presidente di Banca del Tempo di Biella, racconta: “Da tempo pensavamo di sviluppare nel biellese quest’iniziativa. Il sindaco Mariella Biollino organizzò e ci supportò nel coinvolgimento delle attività commerciali. Per spiegare come funziona l’iniziativa, è significativa la frase presente nei contenitori e nei volumi, che recita: ‘Non sono libri abbandonati, ma da leggere, far girare e, se mai, riportare“.

Il Festival del Libro, prima vetrina del bookcrossing, ha anche permesso di ricevere un importante riconoscimento per Candelo, che è stato nominato dal Ministero delle Attività Culturali Città che legge. “Ringrazio – conclude Rosita Barco – il primo cittadino, il comune, la biblioteca, i commercianti e tutti i collaboratori per il sostegno. Con questa iniziativa vogliamo diffondere la lettura anche tra le persone che non usufruiscono della biblioteca, dimostrando che tutti possono accedere ai libri a senza costi”.

Articolo scritto in collaborazione con il Journal di Cittadellarte.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La Francia approva una legge per tutelare suoni e odori della campagna – Io Non Mi Rassegno #296

|

Economia del Bene Comune: un’economia al servizio delle persone non è utopia

|

Topotoma e la nevicata

|

NonUnoMeno: “Creiamo occasioni di inserimento lavorativo e inclusione sociale” #3

|

La salute dei bambini in epoca Covid-19

|

La petizione per chiedere all’UE di tassare i prodotti in base a quanto inquinano

|

Jean e Sabin, i maestri che camminano quattro ore al giorno per fare lezione ai loro alunni

|

Il cammino che ai tempi del Covid trasforma il turismo lento in nuova economia