12 Set 2017

Libra Casentino Book Festival: dove la Letteratura incontra la Natura

Scritto da: Daniela Bartolini

Un evento letterario diffuso nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, tra Chiusi della Verna e la Vallesanta. Un Festival dedicato alla letteratura di ambientazione montana e naturalistica, con incontri a tema ed escursioni in compagnia degli autori, eventi paralleli dedicati a musica, poesia, pittura e ai prodotti tipici del territorio. La seconda edizione di Libra Casentino Book Festival torna dal 20 al 22 ottobre.

“Erano belle le sere estive con la luna sopra i tetti.
Mi pareva di sentire le stelle e invece erano i grilli sui prati.
Allora le voci del paese e della natura intorno, gli odori, i rumori, le nuvole e le luci avevano chiaro riferimento con la vita e seguivano le stagioni dei nostri giuochi e del lavoro degli uomini.”

Mario Rigoni Stern

Libra Casentino Book Festival è stata la novità nel panorama culturale casentinese, dello scorso anno, un festival che ha avuto grande successo e che è riuscito a celebrare la bellezza della letteratura e l’indiscusso valore naturalistico e spirituale della valle e dell’Appennino nella sua veste autunnale.

libra casentino book festival la letteratura incontra la natura 1505205862

Libra Casentino Book Festival, organizzato con il contributo del Comune di Chiusi della Verna, del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e dell’Ecomuseo del Casentino, è un progetto ideato e realizzato da In Quiete Cooperativa, giovane e dinamica realtà del territorio che lavora nel settore turistico e ambientale, in collaborazione con Scenafutura, associazione di promozione sociale che lavora per l’innovazione sociale favorendo la contaminazione dei linguaggi e dei saperi, l’interazione e mobilità tra artisti, idee, opere.
La suggestiva cornice autunnale, la scelta del direttore artistico Michele Marziani, giornalista che si è occupato di temi sociali, ambiente, alorizzazione dei territori per poi dedicarsi alla narrativa, di costruire un programma di qualità, con buona letteratura, il coinvolgimento delle realtà artistiche e produttive del territorio, scommettendo su volti ancora poco celebri contraddistinguono questo piccolo festival. Un evento culturale la cui cifra stilistica e i contenuti hanno richiamato fin dalla prima edizione un numeroso pubblico.

Tra gli ospiti di questa seconda edizione, Alessandra Beltrame, giornalista e autrice del romanzo Io cammino da sola, un percorso interiore sulla propria vita privata attraverso il camminare come terapia del benessere; Enrico Camanni, scrittore, giornalista e alpinista italiano, autore di articoli e saggi dall’alpinismo alla storia delle Alpi e alle problematiche dell’ambiente alpino, dedito anche alla narrativa; Sandro Campani autore di È dolcissimo non appartenerti più (Playground, 2005), Nel paese del Magnano (Italic Pequod, 2010), La terra nera (Rizzoli, 2013), Il giro del miele (Einaudi, 2017); Paolo Ciampi, giornalista e scrittore, il suo ultimo libro, L’uomo che ci regalò i numeri (Mursia) racconta i viaggi e le scoperte del matematico Leonardo Fibonacci. Per Ediciclo è uscito con L’Olanda è un fiore. In bicicletta con Van Gogh, finalista del Premio Albatros – Città di Palestrina; Claudio Morandini è uno scrittore che spazia dal gotico all’ironico. Con il romanzo Neve, cane, piede si è aggiudicato la XXIX edizione del Premio “Procida-Isola di Arturo-Elsa Morante”  nella sezione Narrativa; Antonella Tarpino, storica e saggista particolarmente sensibile al tema del paesaggio italiano, ha pubblicato una sorta di trilogia composta da Geografie della memoriaSpaesati e Il paesaggio fragile; Claudio Jaccarino, pittore, scrittore, editore di libri d’arte; Maicol&Mirco, artista la cui creatività si esprime al plurale, è tra i più importanti autori di fumetto indipendente italiano; Paolo Vachino, poeta e un instancabile affabulatore, ha pubblicato diversi libri di poesia tra cui, scrive su diverse riviste letterarie e conduce laboratori di scrittura anche all’interno delle carceri.

libra casentino book festival la letteratura incontra la natura 1505205784

Per la parte musicale che accompagnerà il festival sarà presente la Casa del Vento, storica band di combat-folk-rock di Arezzo che ha fatto dell’impegno sociale il fulcro attorno al quale ruota la propria creatività, La leggera che da oltre 15 anni si occupa di cultura immateriale prediligendo i linguaggi della musica, della danza, del canto, della narrazione, del teatro di tradizione/trasmissione orale, nonché dei saperi empirici legati alle attività manuali di origine contadina, artigiana e montanara. I suonatori de La leggera eseguono un repertorio costituito da canti e sonate di tradizione orale della Val di Sieve, Casentino e Valdarno e spazia dal canto al canto a ballo, alle sonate proprie per il ballo all’antica, espressione della cultura orale contadina tramandata in queste valli appenniniche. La Nuda Voce è invece un duo, composto da Katia Lari, cantante, musicista e scrittrice, e Elena De Renzio, cantante, attrice e professionista di teatro-danza. Entrambe appassionate di musica popolare, che nasce sulla ricerca della voce e sul canto italiano di tradizione orale.

PROGRAMMA
Venerdì 20 Ottobre- Rimbocchi (Parco fluviale)
Ore 16,30: escursione al tramonto sui prati della Vallesanta con la scrittrice Antonella Tarpino (evento con posti limitati)*
Ore 18,30: saluti del presidente del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi e del sindaco del Comune di Chiusi della Verna
Ore 19,00: “Ritorno alla montagna”, dibattito con Antonella Tarpino autrice de “Il paesaggio fragile”, conducono Andrea Rossi (Ecomuseo del Casentino) e Michele Marziani
Ore 20,00: degustazione a cura della Pro loco di Rimbocchi – Sagra del pane (costo €12)*
Ore 21,30: “Passa qui poggio piega quella rama”, a canto e a ballo con i suonatori della Leggera e della Vallesanta
intera giornata: bookshop, acquerelli e poesie dal vivo a cura di Claudio Jaccarino e Paolo Vachino
Sabato 21 Ottobre-Corezzo (Ecomuseo)
Ore 15,00: escursione lungo la via Romea Germanica con il poeta Paolo Vachino e l’acquarellista Claudio Jaccarino (evento con posti limitati)*
Ore 17,30: “Le vette dell’utopia. La montagna, culla e rifugio di resistenza e ribellione”, Enrico Camanni autore di “Alpi Ribelli” dialoga con Michele Marziani autore de “La figlia del partigiano O’Connor”, Michele Isman nipote di Giovanni Battista Stucchi (comandante militare della Repubblica partigiana dell’Ossola) e il poeta Paolo Vachino
Ore 19,00: “Uomini e parole sui crinali. La montagna come luogo di narrazione”, incontro con Claudio Morandini autore di “Neve, Cane, Piede” e di “Le pietre”. Conduce lo scrittore Michele Marziani
Ore 20,00: cena a cura della Pro loco di Corezzo – Sagra del tortello alla lastra (costo €15)*
Ore 21,00: presentazione del libro a fumetti “Il papà di Dio” di Maicol&Mirco. Conduce il poeta Paolo Vachino
Ore 21,30: concerto della “Casa del vento”
intera giornata: bookshop, acquerelli e poesie dal vivo a cura di Claudio Jaccarino e Paolo Vachino, Mercatale della Vallesanta con prodotti alimentari e artigianali locali, “Snatura” mostra di fumetti di Maicol&Mirco
Domenica 22 Ottobre-Chiusi della Verna (Auditorium)
Ore 9,30: escursione tra monti e borghi della Verna con gli scrittori Paolo Ciampi e Alessandra Beltrame (evento con posti limitati)*
Ore 11,30: “Passaggio al bosco. La viandanza come riscoperta e rivoluzione interiore”, Alessandra Beltrame autrice di “Io cammino da sola” incontra Paolo Ciampi con i suoi “Tre uomini a piedi” e “Per le foreste sacre”. Conduce lo scrittore Michele Marziani
Ore 13,00: pranzo a cura dei ristoratori di Chiusi della Verna (costo €20, menù consultabili sul sito www.librabookfestival.it)*
Ore 15,00: “Il giro del miele sull’Appennino”, incontro con l’autore Sandro Campani. Conduce lo scrittore Michele Marziani
Ore 16,00: canti della tradizione popolare italiana con il duo “Nuda Voce”
intera giornata: bookshop, acquerelli e poesie dal vivo a cura di Claudio Jaccarino e Paolo Vachino

Eventi a ingresso libero e garantiti anche in caso di pioggia.
* Per tutte le escursioni e le cene di venerdì e sabato è necessaria la prenotazione all’indirizzo info@cooperativainquiete.it o via sms al 3477321236
* Per il pranzo della domenica la prenotazione va effettuata direttamente presso il ristorante prescelto

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
La Via Francigena: futuro patrimonio mondiale dell’Unesco?

Vuoi contribuire al Viaggio nell'Italia che cambia?

Un giardino e un parco fluviale a Pratovecchio Stia
Un giardino e un parco fluviale a Pratovecchio Stia

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Bimbisvegli: la scuola pubblica non vuole il progetto di educazione consapevole in natura

|

Uno spazio dedicato ai bambini migranti in transito, per farli sentire sicuri e accolti

|

A vent’anni si può cambiare il mondo! Ecco la sfida di Gen C

|

Sicani Creative Festival: il futuro che nasce fra i borghi e le tradizioni della Sicilia

|

Consultorio Transgenere, al servizio di persone transgender e transessuali – Amore Che Cambia #24

|

Nessuno è Escluso: la rete di supporto alla disabilità nata dal coraggio di due genitori

|

Asili per cani: ecco come scegliere quello che piace a lui, non a noi