1 Dic 2017

#30 – Enrico De Luca: il turismo responsabile tra Viaggi e Miraggi

Vi proponiamo l'intervista realizzata con Enrico De Luca di Viaggi e Miraggi realizzata nel 2014 ma ancora attualissima. Il mondo del turismo responsabile è un mondo in continua crescita e - non a caso - una delle realtà italiane più interessanti in questo settore vede il suo cuore pulsante battere in Piemonte.

L’Italia che cambia è un processo inarrestabile. E’ prendere coscienza che questo Paese può ancora esprimere tanta bellezza e che non è mai troppo tardi per riuscire ad esprimerla, conquistarla, viverla e far capire a più gente possibile che si può cambiare, che non c’è un pensiero unico ma che ci sono tanti pensieri che in modo collettivo possono raggiungere questa bellezza e viverla”.

Ecco come definisce l’Italia che cambia Enrico De Luca – intervistato da Daniel Tarozzi in occasione del secondo viaggio in camper – che ripercorre la storia di Viaggi e Miraggi, un’agenzia viaggi no profit che ha sviluppato un vero turismo responsabile prima all’estero e poi in Italia.

Si può viaggiare e conoscere i territori in modo diverso? Da qui è nata circa 15 anni fa Viaggi e miraggi, che da un sogno di un gruppetto di persone è divenuto un’impresa.

La storia della cooperativa sociale Viaggi e Miraggi è iniziata alla fine degli anni ’90, quando un gruppo di persone ha iniziato ad interrogarsi sul senso del turismo di massa. Viaggiando e conoscendo progetti legati al commercio equo solidale è nata quindi l’idea di dar vita ad un’impresa sociale che si occupasse di stravolgere i paradigmi del turismo e lavorare a contatto diretto con la società civile dei luoghi visitati.

Un sogno visionario si è trasformato così in una realtà consolidata. Oggi Viaggi e Miraggi lavora in 4 continenti collaborando con più 100 comunità locali in 50 paesi del nord e del sud del mondo. La cooperativa ha dato vita ad una rete italiana di turismo responsabile con referenti e sostenitori in 8 regioni.

Intervista: Daniel Tarozzi
Realizzazione video: Annalisa Defilippi

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Humus Job, la rete di aziende etiche per un’agricoltura consapevole – Io faccio così #328
Humus Job, la rete di aziende etiche per un’agricoltura consapevole – Io faccio così #328

Perché l’amore deve essere esclusivo? Storia di una famiglia aperta e amorevole #10
Perché l’amore deve essere esclusivo? Storia di una famiglia aperta e amorevole #10

Cascina Barban: due giovani ritornano alla terra per ripopolare la borgata – Io faccio così #327
Cascina Barban: due giovani ritornano alla terra per ripopolare la borgata – Io faccio così #327

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

L’incidente nucleare cinese, i missili su Gaza, il vertice Putin-Biden – Io Non Mi Rassegno 390

|

L’economista Paolo Collini: serve un Recovery Plan sostenibile e per i giovani

|

Torna il Cammino delle Panchine, per ripartire dopo la pandemia

|

Centro Kratas, un’oasi spirituale ed ecologica tra i monti Sicani

|

L’Oasi di Camilla, dove gli animali possono trovare nuova vita

|

La rete di comuni che combatte lo spreco istituendo un nuovo Centro del Riuso

|

Leonardo, il diciottenne che si batte contro il bullismo e le disabilità

|

Rifugio Re_Esistente: l’appennino che resiste e rinasce