9 Lug 2018

Il Terzo Paradiso al Reload Sound Festival 2018

Scritto da: Luca Deias

Ritorna uno degli eventi musicali clou dell'estate biellese: il festival, in programma a Biella al Parco Eunice Kennedy Shriver, ospiterà grandi artisti nazionali e internazionali. In occasione dell'iniziativa, è prevista anche una performance ispirata e dedicata al segno-simbolo di Michelangelo Pistoletto.

Un parco immerso nel verde, un puzzle di band e artisti internazionali, musica dal rock al rap fino al jazz, il Terzo Paradiso: questo è solo un assaggio del Reload Sound Festival, uno dei più importanti e rappresentativi eventi che caratterizzano, da anni, l’estate biellese. La kermesse, giunta all’ottava edizione, animerà la città piemontese attraverso cinque giornate di festa e performance, tutte a ingresso gratuito. Il luogo adibito a ospitare gli show, in programma dall’11 al 15 luglio, sarà ancora una volta il Parco Eunice Kennedy Shriver di Biella (ex Campo Volo Aquiloni). Quest’anno è prevista anche una novità: oltre all’intrattenimento musicale, andrà in scena una performance del Terzo Paradiso, grazie alla collaborazione tra la Fondazione Pistoletto e il Reload Sound Festival. Domenica 15 luglio, infatti, in occasione della giornata conclusiva dell’evento, si terrà un corteo che partirà da Cittadellarte e arriverà al Parco Kennedy. Dopo la parata da Via Serralunga 27, i musicisti e tutti i presenti formeranno un Terzo Paradiso “umano”.

Il programma
Oltre alla performance ispirata e dedicata al segno-simbolo di Michelangelo Pistoletto, la line up del festival prevede un’esperienza musicale a 360 gradi, con artisti e brani di generi differenti: si parte mercoledì 11 luglio con i Lacuna Coil, band metal storica della scena italiana; giovedì 12 sarà la volta dei Rohey, band norvegese dedita ad un soul jazz elegante che mischia tradizione black, piano jazzy; venerdì 13 salirà sul palco Ghemon, che proporrà il suo album “Mezzanotte”; sabato 14 è in programma lo show dei Bud Spencer Blues Explosion, una band tra rock e blues; domenica 15 luglio, infine, la serata sarà dedicata ai cantautori, da Bianco (che porterà in scena il suo album “Bianco”) a Diodato (reduce dal successo di Adesso, il brano presentato al Festival di Sanremo con Roy Paci). Oltre ai concerti e dj set sui due palchi – quello principale, il Bon Prix Stage, ed il Red Bull Music Tour Bus – è prevista un’area ristoro.

I commenti di Paolo Naldini ed Edward Romano
“Il biellese – ha affermato Paolo Naldini, direttore di Cittadellarte – conferma di saper nutrire iniziative di grande qualità. Arte, musica e condivisione. Pubblici diversi insieme in uno spazio di Biella, una festa che anima il territorio, le strade, ma soprattutto l’immaginario di una città che si scopre giovane, creativa e perfino ottimista”. Edward Romano, direttore artistico del festival, è intervenuto ai nostri microfoni in merito alla show dedicato del segno-simbolo di Pistoletto: “Siamo molto felici – ha spiegato – di questa collaborazione con Cittadellarte che unisce due realtà importanti del nostro territorio e non solo, e che amplia l’offerta culturale del festival integrando arte, performance e musica. Un rimando alla filosofia del Terzo Paradiso: renderlo performance è un messaggio più tangibile, soprattutto se è l’uomo a farlo”.

Articoli simili
Zō trasforma Catania in un centro internazionale della rivoluzione artistica e musicale
Zō trasforma Catania in un centro internazionale della rivoluzione artistica e musicale

Raccolti: nuove narrazioni tra cultura e agricoltura nella città del riso
Raccolti: nuove narrazioni tra cultura e agricoltura nella città del riso

Luca Spennato, il fotografo di strada che scatta e sviluppa sul suo laboratorio a pedali
Luca Spennato, il fotografo di strada che scatta e sviluppa sul suo laboratorio a pedali

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Oggi “sciopero creativo” per il clima e per il futuro!

|

La Sicilia Che Cambia: vi raccontiamo cosa sta succedendo sull’isola!

|

Retake scende in campo per il World Cleanup Day: milioni di persone puliscono il territorio

|

Zō trasforma Catania in un centro internazionale della rivoluzione artistica e musicale

|

Andrea di Nebraie: “Sono tornato in val Borbera per far rinascere il territorio”

|

Impresa che cambia: scopriamo gli esempi virtuosi insieme ai loro protagonisti

|

Italia Che Cambia si presenta! Un viaggio lungo dieci anni per raccontare il cambiamento