6 Ago 2018

Nasce Salute che Cambia, il nostro primo portale tematico

Scritto da: Annalisa Jannone

Italia che Cambia presenta il suo primo portale tematico: Salute che Cambia. L'obiettivo? Diffondere esempi positivi e promuovere un approccio basato sul pluralismo e la libertà di informazione per rispondere al clima di fermento e in alcuni casi di disorientamento che caratterizza oggi un ambito così universale e trasversale come quello della salute.

Novità da Italia che Cambia. Giusto prima della pausa estiva, presentiamo on-line il nostro primo portale tematico: Salute che Cambia! Per ora sarà visibile in una forma “Beta”, cioè un’anteprima del futuro portale, ma sono presenti le prime video-interviste e i primi articoli.

 

L’elemento a nostro avviso più originale è che Salute che Cambia sarà un network d’informazione: le associazioni, le realtà, i professionisti, le aziende, le scuole di formazione, i siti e le redazioni che parteciperanno concorreranno alla produzione di “contenuti”.

 

Tutto questo in un’ottica di pluralismo e libertà di informazione, per promuovere una più consapevole libertà di scelta diagnostica e terapeutica. Non daremo consigli, né ricette perché non ci compete. Andremo in giro per raccontare e mappare realtà ed esempi ispiranti, anche in questo ambito, per cambiare l’immaginario collettivo che abbiamo del nostro Paese. Uno slancio di energia capace di produrre nuove sinergie e nuove prospettive.

cells-1872666_1280

Salute che Cambia nasce da un progetto di collaborazione che Italia che Cambia promosse con diverse realtà. Un documento condiviso di uno dei tavoli di lavoro per Visioni 2040, ora pubblicato nel libro “E ora si cambia” è il manifesto d’intenti che anima Salute che Cambia.

 

In un’Italia in trasformazione, il fermento scientifico e culturale occupa uno spazio importante soprattutto in un campo così universale e trasversale come quello della salute. Attraverso la voce diretta dei professionisti e/o protagonisti delle storie, vogliamo far emergere gli esempi positivi per reagire al clima di sfiducia e disorientamento che sentiamo diffuso.

 

Vogliamo continuare ad essere uno strumento per il cambiamento reale e profondo, quello che moltissimi stanno già percorrendo creando una rete di nodi trasformanti, propulsivi e rigenerativi.

 

Dateci il vostro feedback e buona navigazione!

 

 

Disclaimer

Le informazioni contenute nel portale Salute che Cambia sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. L’Autore e l’Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall’uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Il sito contiene collegamenti ad altri siti Internet, Italia Che Cambia non è responsabile dei contenuti dei predetti siti Internet.

 

 

Vuoi cambiare la situazione di salute e alimentazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Presentazione pubblica dell’Asilo nel Bosco del Casentino
Presentazione pubblica dell’Asilo nel Bosco del Casentino

Lo sai da dove viene il cibo che mangi?

“La salute non è in vendita”: sei richieste per salvare la sanità pubblica
“La salute non è in vendita”: sei richieste per salvare la sanità pubblica

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Microfinanza: l’economia a misura di persona riparte dalla Calabria

|

In Sudafrica per proteggere gli animali: la storia di Alberto e Francesco

|

“È stregoneria”, ovvero come il colonialismo europeo ha cancellato millenni di storia africana

|

Maghweb: raccontare il cambiamento è parte integrante dell’azione sociale

|

La nuova vita di Claudio e Lara, custodi di un antico castagneto sul Pratomagno

|

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”