27 Ago 2018

A Stresa, per immaginare un mondo senza denaro

Scritto da: Daniela Bartolini

Si terrà a Stresa, sul Lago Maggiore, il raduno nazionale di Bilanci di Giustizia. I temi affrontati saranno economia senza denaro, monete complementari, strumenti di cambiamento e consumo etico, soprattutto per i giovani. Ci saremo anche noi per portare il nostro contributo e raccontare l'evento.

Ci siamo, la redazione di Piemonte che Cambia è di nuovo attiva dopo due settimane dedicate a noi stessi, alle relazioni, ai viaggi, ad approfondire ciò che spesso rimandiamo.

Siamo tornati e siamo già proiettati verso una avventura, pronti ad immergerci in un fine settimana speciale insieme agli amici di Bilanci di Giustizia, una comunità umana che ha deciso di modificare il proprio stile di vita in maniera etica e sostenibile.

immaginare-mondo-senza-denaro-raduno-bilanci-di-giustizia-stresa

Perché Bilanci di Giustizia? Anzitutto, perché parte tutto da una semplice analisi delle proprie entrate e uscite. Quanto spendo per i miei consumi? Quali sono quelli superflui e quelli realmente necessari? Quanto devo guadagnare per permettermi lo stile di vita che conduco? Ne vale veramente la pena?

Queste domande possono porsele tutti: studenti, famiglie con figli, persone singole, pensionati. Anzi, se non siete soddisfatti della vostra vita e se volete cambiarla, sarebbe bene che ve le faceste!

Migliaia di persone l’hanno fatto in tutta Italia, hanno cambiato il loro stile di vita e si sono unite in una rete, attraverso la quale si confrontano, si supportano e diffondono questo modello che, oltre a essere più etico e sostenibile, garantisce anche maggiori redditi, più tempo libero e una qualità della vita più elevata.

Il raduno nazionale di  Bilanci di Giustizia – organizzato il collaborazione con Italia che Cambia- dal 30 agosto al 2 settembre a Stresa, avrà come tema “il denaro e l’incontro”, sarà l’occasione per riflettere, con il contributo di relatori qualificati, sulle relazioni che ciascuno di noi ha con i soldi, il lavoro e il futuro.

immaginare-mondo-senza-denaro-raduno-bilanci-di-giustizia-stresa-1535358985

Perché il sistema capitalista non funziona e, anzi, crea enormi danni? È possibile smettere di sacrificare la nostra vita al lavoro senza fare rinunce in termini di benessere? Quali sono le alternative pratiche e quotidiane a uno stile di vita che crea ingiustizia sociale, inquinamento e ci fa spendere un sacco di soldi? Sono alcuni dei grandi quesiti a cui si cercherà insieme una risposta.

Intervallati da momenti di gioco – come caccia al tesoro e balli collettivi – e di meditazione, si svolgeranno incontri su temi come l’economia senza denaro e le monete complementari, dando spazio alle nuove generazioni e alle esperienze concrete portate dai bilancisti, in modo da fornire ai partecipanti gli strumenti per poter cominciare a cambiare la loro vita da subito, a partire dai piccoli gesti quotidiani.

L’obiettivo è diffondere questo modello di “economia domestica” per far capire a quante più persone possibile che cambiare conviene, sia dal punto di vista economico che da quello ecologico, ed è più facile di quanto possa sembrare!

Foto copertina
Didascalia: Bilancisti di Bilanci di Giustizia

Articoli simili
Commissione Italiana Unesco: Biella passa la prima fase della candidatura a città creativa

Irene, la pittrice che dipinge gli sguardi delle donne vittime di violenza
Irene, la pittrice che dipinge gli sguardi delle donne vittime di violenza

Just for Joy Street Art Festival, teatro di strada in città

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Milarepa, il collettivo che recupera i muretti a secco liguri

|

Vinokilo, il mercato circolare di abiti usati venduti al chilo

|

Piantare alberi salverà il mondo, ma attenzione a come lo fate

|

Lightdrop, la piattaforma che sostiene relazioni e territorio, cerca collaboratori

|

Ballottaggi: e ci ostiniamo a chiamarla maggioranza! – Aspettando Io Non Mi Rassegno #4

|

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita