11 Ott 2018

La terza edizione di Libra, Casentino Book Festival

A Chiusi della Verna, dal 12 al 14 ottobre, torna per la terza edizione Libra “Casentino Book Festival”, un evento letterario di montagna che propone incontri a tema, escursioni in compagnia degli autori e un programma con musica, pittura e cibo della tradizione.

Un evento letterario diffuso dedicato alla letteratura di montagna e naturalistica, un festival dove letteratura e natura si incontrano: torna Libra, il Casentino Book Festival promosso da Cooperativa InQuiete in collaborazione con il Comune di Chiusi della Verna, Unione dei Comuni Montani servizio Ecomuseo, Scena Natura e Coop. Eco Energie.

Il festival si svolge fra Chiusi della Verna e la Vallesanta, oltre alla novità dell’anteprima a Molin di Bucchio (Pratovecchio Stia), dove venerdì 12 alle ore 18 il festival prenderà il via con “Tra le pieghe del Novecento. Dalle Alpi alle pianure del Po, fino all’attesa della Linea Gotica”. Ne parlano il fotografo Giancarlo Barzagli, Mattia Speranza autore de “Le orme degli uomini liberi” e lo scrittore Michele Marziani. Conduce Paolo Vachino. Ci saranno un bookshop, acquerelli poetici a cura di Claudio Jaccarino e Paolo Vachino, fotografica Grüne Linie di Giancarlo Barzagli (necessaria la prenotazione a info@cooperativainquiete.it).

Sabato 13 a Corezzo, alle ore 14, escursione sui sentieri della Vallesanta con Paolo Ciampi, autore de “Il sogno delle mappe”. Alle 17, “Il respiro della natura nella periferia delle storie”, con Claudio Morandini, scrittore che ha calato le proprie storie tra i monti, spesso visti come luoghi marginali della vita. Conduce Michele Marziani.
Alle 18:30, “La mappa, il cammino, il ricordo”. Ne parlano Paolo Ciampi e Michele Marziani, Roberta Fabbrini che porterà l’esperienza del Festival dei Cammini e Andrea Rosssi dell’Ecomuseo del Casentino. Conduce Mattia Speranza.
Alle 20, cena a cura della pro loco di Corezzo e alle 22 i Fireplaces in concerto (folk rock dal Veneto).
Per tutta la giornata, bookshop, acquerelli poetici a cura di Claudio Jaccarino e Paolo Vachino, Mercatale della Vallesanta, mostra fotografica Grüne Linie di Giancarlo Barzagli. Per le escursioni e i pasti prenotare a info@cooperativainquiete.it.

Domenica 14 a Chiusi della Verna dalle ore 10 escursione nella foresta, con Giuseppe Festa che presenterà in anteprima “I figli del bosco”. Ritrovo presso il punto info del Comune. Alle 13 pranzo a cura dei ristoratori di Chiusi della Verna. Alle 15 “Lingalad” in concerto (folk silvano dalla Lombardia), a seguire castagne e vin brulé.

Ti è piaciuto questo contenuto? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

“Mi piace sottolineare”, dice il Sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini, “Come tutti gli eventi collaterali di Libra siano a ingresso libero. Gustare l’atmosfera delle nostre montagne, assaggiare l’ottimo cibo di questa stagione, respirare l’aria del Casentino e abbinare tutto questo alle buone letture dà il senso di una manifestazione nella quale abbiamo creduto dall’inizio per le sue caratteristiche di sostenibilità e di originalità dell’idea. Viviamo in un territorio adatto per diffondere buone pratiche, e ringrazio tutti quelli che lavorando rendono possibile tutto questo. Dopo il successo del festival dei cammini siamo pronti per un altro grande evento nel nostro Comune”.

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Da Gaza a Marte, mix dal mondo – Io Non Mi Rassegno #370

|

La ‘ndrangheta non è un alibi, la Calabria può cambiare

|

Jonida Xherri e la sua arte partecipata che unisce i popoli

|

Il ciclo mestruale e il ciclo della vita. Un miracolo che si ripete ogni mese – Amore Che Cambia #5

|

Lo sviluppo delle aziende nella transizione ecosostenibile

|

La storia di Simone: “Sono tornato in Sardegna per diffondere la cultura dello sport”

|

Un albero mi ha chiesto di danzare: la storia di due artiste che imparano dalla foresta

|

“Ci siamo trasferiti nel piccolo borgo di Velva e ora la nostra vita ha ritmi più lenti”