7 Feb 2019

Alessandria Pride: un ponte tra le identità

Scritto da: Daniela Bartolini

Anche la città di Alessandria, a partire da quest’anno, festeggerà il suo Pride, aggiungendosi alle già presenti esperienze piemontesi di Torino, Alba e Novara. Il 1 giugno sarà la data che vedrà scendere in strada persone e colori in un momento di festa all’insegna della libertà, dell’uguaglianza e dell’espressione di sè.

Il 28 giugno 1969 è simbolicamente considerata la data di nascita del moderno movimento mondiale di liberazione gay. Sono passati dunque 50 anni dai moti di Stonewall, dagli scontri tra la comunità omosessuale newyorkese e la polizia in seguito all’irruzione, il 27 giugno 1969, allo Stonewall Inn, noto bar gay del Greenwich Village, ma il cammino dei diritti civili non si è ancora concluso.

Questa storica ricorrenza sarà onorata quest’anno dall’Onda Pride che colorerà, come di consueto, molte città italiane e piemontesi. E in Piemonte, oltre al Pride di Torino, Alba e Novara, si aggiungerà quest’anno il Pride di Alessandria che si terrà il 1 giugno.

alessandria-pride-un-ponte-tra-identita

Una festa inclusiva che vuole portare attenzione verso ogni forma di emarginazione e alla quale Tessere le Identità, associazione promotrice dell’evento, si sta già preparando, pensando anche ad una serie di iniziative ed eventi in vista della parata conclusiva, in sinergia con altre associazioni e realtà locali, per cogliere ancor di più l’opportunità di sensibilizzazione, in/formazione ed educazione sulle tematiche LGBTQI e non solo.

Il tema sarà infatti l’intersezionalità, e si parlerà anche di altre forme di discriminazione: dalla disabilità all’etnia, includendo anche quella che interessa le persone anziane. Lo si farà attraverso conferenze, presentazioni di libri, mostre, concerti, spettacoli.

alessandria-pride-un-ponte-tra-identita-3

Lo scopo è quello di costruire una società più accogliente e meno discriminante, superare stereotipi e pregiudizi. Un ideale ben rappresentato dal logo della manifestazione che riporta l’immagine del ponte Meier di Alessandria. Un ponte che rimanda simbolicamente alla costruzione di legami, alla ricerca di modalità di comunicazione e comprensione, all’apertura verso l’altro.

Foto copertina
Didascalia: Manifestazione
Autore: Alessandria Pride
Licenza: Alessandria Pride

Articoli simili
“Mi prendo cura delle donne e future mamme per una nuova umanità più consapevole”
“Mi prendo cura delle donne e future mamme per una nuova umanità più consapevole”

A Torino il primo co-housing sociale per persone LGBT in difficoltà

I miracoli della Chiesa Valdese – #Meme 35
I miracoli della Chiesa Valdese – #Meme 35

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Milarepa, il collettivo che recupera i muretti a secco liguri

|

Vinokilo, il mercato circolare di abiti usati venduti al chilo

|

Piantare alberi salverà il mondo, ma attenzione a come lo fate

|

Lightdrop, la piattaforma che sostiene relazioni e territorio, cerca collaboratori

|

Ballottaggi: e ci ostiniamo a chiamarla maggioranza! – Aspettando Io Non Mi Rassegno #4

|

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita